25 Gennaio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche

mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato

Cristiani iracheniin via di "estinzione"


30/05/2007
Baghdad, Esercito del Mahdi impone il velo alle donne cristiane
Dopo i radicali sunniti anche gli sciiti iniziano a perseguitare la comunità cristiana. Nella capitale circola una lettera a firma della milizia di al-Sadr, in cui si avverte dell’istituzione di comitati speciali per vigilare il comportamento islamico. La Russia garantisce “pressioni” su autorità irachene e partner internazionali per il rispetto dei cristiani. Oggi pomeriggio manifestazione della diaspora irachena a Stoccolma.

10/05/2007
Leader cristiani si uniscono all’appello del Patriarca Delly per salvare l’Iraq
Il patriarca della Chiesa assira dell’est e il vescovo siro-ortodosso di Aleppo si dicono “commossi” dalla denuncia del patriarca caldeo della persecuzione cristiana in Iraq e chiedono a Baghdad, Onu e forse internazionali di “spegnere il fuoco in cui stanno bruciando tutti gli iracheni”. Mons. Gregotios Yohanna Ibrahim: “È in atto un piano per cambiare la struttura sociale del Paese”.

08/05/2007
Patriarca caldeo: cristiani perseguitati da governo iracheno e truppe straniere
Dopo un lungo silenzio il leader della Chiesa caldea raccoglie e rilancia con forza gli appelli di vescovi e clero perché i responsabili fermino la “persecuzione interna ed esterna” che colpisce i cristiani in Iraq. Ai politici chiede di non rimanere a guardare, mentre condanna le truppe Usa: “Dio non gradisce quello che state facendo al nostro Paese”.

04/05/2007
Appello di vescovi caldei al summit di Sharm el-Sheikh e ai musulmani nel mondo
I prelati rendono pubblica una lettera ai rappresentanti internazionali radunati in Egitto per il futuro dell'Iraq. Essi chiedono la fine delle violenze verso i cristiani e il ritorno alla costruzione comune del Paese nella pace e diversità.

02/05/2007
Leader irakeni indifferenti ai cristiani “in via di estinzione”
Il rettore del Seminario maggiore di Ankawa denuncia: la grave crisi della Chiesa in Iraq è dovuta a terroristi e fanatici, ma anche all’indifferenza della leadership politica che non garantisce le minoranze. Dal 2003 il numero di cristiani è più che dimezzato secondo la nunziatura a Baghdad: nel Paese rimangono tra i 200mila e i 300mila fedeli.

24/04/2007
Vescovo del Kurdistan: “la Chiesa in Iraq è in grande pericolo"
Gli ultimi attentati al nord, finora zona più sicura nel Paese, fanno scattare l’allarme. Mons. Rabban Al Qas "supplica" il Vaticano: “Intervenite, ormai i cristiani sono in grande pericolo ovunque”. Bilancio aggiornato del kamikaze nel villaggio di Tell-el-skop: almeno 10 i morti, tra i 140 feriti anche due suore domenicane. A Baghdad continua il “massacro” di cristiani e sciiti nel quartiere di Dora.

23/04/2007
Appello dei vescovi: Salvate i cristiani irakeni
Chiese chiuse, autobombe, conversioni forzate, rapimenti, non solo a Baghdad, ma anche a Niniveh. Il vescovo di Kirkuk, mons. Sako, lancia un appello sulla tragica situazione dei cristiani, da sempre parte del mosaico irakeno.

18/04/2007
Gruppo islamico a Baghdad: “Via le croci o bruciamo le vostre chiese”
Nel quartiere di Dora continuano le minacce ai cristiani. Già da due mesi alcune parrocchie hanno dovuto cedere alle pressioni degli estremisti, mentre resiste la chiesa di San Pietro e Paolo. Una fatwa vieta di compiere gesti rituali legati alla religione cristiana. L’esercito Usa occupa il Babel College, di proprietà del Patriarcato caldeo.



In evidenza

VATICANO-USA
Papa a Trump: La grandezza dell’America misurata dall’attenzione ai poveri



Papa Francesco esalta la “ricca spiritualità dei valori etici che hanno plasmato la storia del popolo americano” e chiede l’impegno “per il progresso della dignità umana e la libertà in tutto il mondo”.  Preoccuparsi “per i poveri, gli esclusi, e i bisognosi che, come Lazzaro, stanno davanti alla nostra porta”.  Il giuramento di Trump preceduto da diverse preghiere di rappresentanti cattolici, protestanti, ebrei.  Lo slogan “America first” guiderà le scelte politiche. Le pesanti critiche all’establishment. La cautela della Cina e l’entusiasmo della presidente di Taiwan.


CINA-USA
Comincia l'era di Trump: il rapporto Cina-Usa e il rischio di una guerra

Wei Jingsheng

Nell’attesa della cerimonia di inaugurazione della presidenza Trump, l’Ufficio di propaganda del Partito comunista cinese ha vietato a tutti i giornalisti “critiche non autorizzate” alle parole o ai gesti di Trump. Secondo il grande dissidente Wei Jingsheng vi sono possibilità che Trump costringa la Cina a accordi commerciali equi, influenzando anche una riforma interna della politica e della giustizia. L’opzione di una guerra commerciale.


AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
 

ABBONATEVI

News feed

Canale RSScanale RSS 

Add to Google









 

2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®