26 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche

"Deus caritas est":l'eros e l'agape di Dio


02/02/2006
Il Vangelo, "strumento" per lo sviluppo dei popoli

Anche la pubblicistica cristiana trascura il fatto che le cause profonde favorevoli o di ostacolo allo sviluppo sono prima di tutto religiose, culturali, educative, di mentalità e strutture sociali.


01/02/2006
L'enciclica "conforta la Chiesa coreana, costretta nel nord al silenzio"

Mons. Nicholas Cheong Jin-suk, arcivescovo di Seoul ed amministratore apostolico di Pyongyang, dice ad AsiaNews: "Il Papa pensava all'Asia quando ha scritto Deus caritas est, perché sono proprio gli asiatici che hanno più bisogno di distinguere le differenze dei diversi volti dell'amore".


31/01/2006
Deus caritas est: l'aiuto dei cristiani sotto falso nome per evitare la persecuzione

Un commento all'enciclica di Benedetto XVI da parte di Mons. Barwa, vescovo ausiliare dell'arcidiocesi di Ranchi,: "La lettera del papa spiega la molla che ci spinge al bene, nonostante le violenze dei nazionalisti indù".


30/01/2006
Russia, entusiasmo e stupore per l'enciclica del Papa

Arcivescovo a Mosca: importante la distanza ribadita dal proselitismo e l'invito alla carità in una società, che continua a toccare con mano il fallimento del modello marxista. Stampa russa stupita dal "coraggio" di Benedetto XVI.


25/01/2006
Papa: "Deus caritas est", tutto l'amore è venuto da Dio ed a lui riporta

La prima enciclica di Benedetto XVI sottolinea che è stato Dio ad amare per primo. Quando l'eros si cura dell'altro prima che di se stesso diventa agape. Il servizio della carità è intrinseco alla natura della Chiesa, ma deve essere "per tutti", saper venire "dal cuore", essere indipendente dalle ideologie e non  avere secondi fini. L'esempio di Madre Teresa.




In evidenza

VATICANO-EGITTO
Papa Francesco in videomessaggio: Caro popolo d’Egitto…

Papa Francesco

In occasione della sua visita al Paese (28-29 aprile), oggi papa Francesco ha trasmesso un videomessaggio al popolo egiziano. “Il nostro mondo, dilaniato dalla violenza cieca – che ha colpito anche il cuore della vostra cara terra – ha bisogno di pace, di amore e di misericordia; ha bisogno di operatori di pace”.


ISLAM
Le radici dell’islamismo violento sono nell’islam, parola di musulmano

Kamel Abderrahmani

Dopo ogni attentato terrorista si tende a dire: “Questo non è l’islam”. Eppure quegli atti criminali sono giustificati e ispirati dai testi che sono il riferimento dei musulmani e delle istituzioni islamiche nel mondo. È urgente una riforma dell’islam dall’interno, da parte degli stessi musulmani. La convivenza con le altre religioni è la strada per togliere l’islam dalla sclerosi e dalla stagnazione.


AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
 

ABBONATEVI

News feed

Canale RSScanale RSS 

Add to Google









 

2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®