Fatto per andare lontano. Clemente Vismara

Piero Gheddo
pp. 504

"La vita è fatta per esplodere, per andare lontano; se essa è costretta entro i suoi angusti limiti non può fiorire; se la conserviamo solo per noi stessi la si soffoca. La vita è radiosa dal momento in cui si incomincia a donarla." 

Così il Beato Clemente quando compiva 80 anni nel 1977. "Fatto per andare lontano": si è donato tutto al suo popolo di tribali molto poveri, elevandoli con la scuola, la promozione umana e il Vangelo. È invocato "protettore dei bambini", perché viveva con 200-250 orfani abbandonati, che manteneva ed educava dando loro un mestiere: da essi è nata la Chiesa. Clemente non si accontentava mai dei risultati raggiunti, puntava sempre verso nuovi orizzonti. È il messaggio che lascia soprattutto ai giovani: la vita è un dono di Dio da spendere per fare il bene. Non chiudersi nel piccolo circolo dei propri interessi, ma nutrire grandi ideali, lavorare, sacrificarsi e con l'aiuto di Dio realizzarli. A un anno dalla beatificazione questa è la biografia completa di padre Clemente, raccontata da lui stesso con le sue 2.300 lettere e i suoi 700 articoli. Non pochi scritti di Clemente andrebbero inseriti nelle antologie letterarie delle scuole, perché trasmettono la gioa di vivere, l'impegno per un ideale e i valori umanizzanti del Vangelo.


L'autore Padre Piero Gheddo è nato nel 1929 a Tronzano Vercellese. Sacerdote del PIME nel 1953, ha trascorso 41 anni a Milano come redattore e poi direttore di "Mondo e Missione" e di "Italia Missionaria", con molti viaggi nelle missioni di ogni continente. Giornalista e perito del Concilio Vaticano II (1962-1965), è stato tra i fondatori della EMI (1955), di Mani Tese (1964) e di Asia News (1986). Per 16 anni a Roma presso l'Ufficio Storico del PIME, ha avviato cinque cause di beatificazione. Dal 2010 è tornato a Milano.