25 Maggio 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
La Cina di Mao processa la Chiesa
I Missionari del Pime nel Henan (1938-1954)
 

Autore:
Lazzarotto Angelo S.

Nato nel 1925, missionario del PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere), ha lavorato ad Hong Kong per una quindicina di anni, in due periodi. È stato anche membro della direzione generale del suo Istituto e rettore del Collegio Urbano di Propaganda Fide a Roma. Laureato in Missiologia, si è sempre interessato alla diffusione del cristianesimo in Asia e specialmente in Cina, dove negli ultimi 30 anni ha anche compiuto frequenti viaggi. È autore di numerose pubblicazioni.

Target: Per tutti.
 
Contenuti:
A quasi 60 anni dalla sua fondazione (1° ottobre 1949), la Repubblica Popolare Cinese è aperta alla modernizzazione e al liberalismo economico dell'Occidente e si impone come una componente decisiva nei futuri equilibri del mondo. Internamente restano molti nodi da sciogliere, soprattutto il controllo ideologico e le restrizioni alle libertà individuali, compresa quella religiosa, che hanno radici nel sistema politico e culturale architettato da Mao Zedong. Restano anche i drammi di una povertà ancora troppo diffusa e la corruzione endemica che intacca molte realtà e istituzioni. È inevitabile che la Nuova Cina debba fare i conti con queste contraddizioni. Dovrà rivedere la propria storia, e specialmente le "conquiste" della cosiddetta Grande Rivoluzione Culturale (1966-76) durante la quale le religioni, e la Chiesa cattolica in particolare, furono aspramente combattute e responsabilizzate per l'arretratezza e l'asservimento del Paese.
Si tratta di una questione cruciale, alla cui risposta contribuisce questo libro che mette a fuoco con grande lucidità un tornante decisivo nella storia del Paese e della Chiesa, nella regione del Henan. Il periodo storico considerato (1938-1954) vide infatti snodarsi un vero e proprio "processo" alla Chiesa, ai suoi pastori e ai suoi fedeli nel quale spiccarono esempi di fedeltà e coraggio ammirevoli. La documentazione fornita in questo libro evidenzia i pericoli corsi dalla Chiesa in quegli anni e vorrebbe essere uno stimolo anche agli studiosi cinesi contemporanei a rompere i tabù che ancora impediscono alla cultura ufficiale del loro Paese di confrontarsi con i tragici fatti di mezzo secolo fa.

cod. 1778-7
formato: 15x21
pagg. 528
euro 20,00
collana:
1.6 - Storia e vita missionaria - Pime

Dossier

In evidenza
ASIA
La Veglia per i cristiani perseguitati, nostri maestri nella missione in occidente
di Bernardo CervelleraIl “muro dell’indifferenza e del cinismo”, il mutismo e l’inerzia tante volte denunciati da papa Francesco sono divenuti quasi una fortezza. Davanti alle persecuzioni vi è un strumentalizzazione “confessionale”, che tende a bollare l’islam e tutto l’islam, e una strumentalizzazione “ideologica”, che “dimentica” ciò che accade in Corea del nord o in Cina. E all’Europa sempre più post-cristiana sembra non interessare i cristiani.
RUSSIA - CINA
Patriarcato di Mosca: la Cina autorizza l’ordinazione di sacerdoti ortodossi cinesi sul suo territorio
di Marta AllevatoIl metropolita Hilarion, ‘ministro degli Esteri del Patriarcato’, lo ha riferito al termine della sua visita in Cina, dove ha incontrato i vertici dell’amministrazione statale per gli affari religiosi. Il primo sacerdote dovrebbe servire ad Harbin e in futuro potrebbero avvenire altre due ordinazioni. L’alleanza strategica tra Mosca e Pechino - sullo sfondo della nuova Guerra Fredda con l’Occidente - passa anche per la Chiesa ortodossa, di cui la Repubblica popolare riconosce il ruolo ‘politico’ in Russia.
VATICANO
Papa: Noi e le quattro nuove sante, testimoni della resurrezione “dove più forte è l’oblio di Dio e lo smarrimento dell’uomo”Francesco proclama sante quattro suore, una francese, una italiana, due palestinesi: Maria Alfonsina Danil Ghattas, fondatrice delle Suore del Rosario, e la carmelitana Maria di Gesù Crocifisso (al secolo: Maria Bawardy). Presente Mahmoud Abbas, presidente dell’Autorità palestinese. “Rimanere in Cristo” e coltivare “l’unità fra di noi” sono segni essenziali della testimonianza. Maria Bawardy, “strumento di incontro e di comunione con il mondo musulmano”.


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate