17/05/2019, 08.51
CINA-USA
Invia ad un amico

È morto I.M. Pei, l’architetto della piramide del Louvre e della Bank of China Tower

di Paul Wang

Il maestro di origine cinese è morto a 102 anni. Allievo di Walter Gropius, fondatore della Bauhaus, ha imposto una idea di modernità fatta di forme geometriche pure, di superfici piane, di luce naturale. Lascia opere in Francia, Stati Uniti, Hong Kong, ma anche in Qatar, Lussemburgo, Cina.

Hong Kong (AsiaNews) - Ieoh Ming Pei, architetto fra i più noti al mondo, è morto ieri all’età di 102 anni. Tra le sue opere più famose (e anche controverse) vi sono la piramide di vetro davanti al Louvre a Parigi (foto 1) e l’angolosa Bank of China Tower di Hong Kong (foto 2).

Quando ha inaugurato la piramide modernissima davanti all’antico edificio del museo parigino, molti francesi hanno bollato la costruzione come “un annesso di Disneyland”. Quasi allo stesso modo, quando è stata inaugurata la torre della Bank of China, terminata sette anni prima del passaggio del territorio alla Cina, molte persone di Hong Kong ne hanno criticato la struttura - che non “rispettava il feng shui” dell’isola - e le due antenne, definite ironicamente “i due bastoncini” [per mangiare], che messi in verticale sono portatori di sfortuna.

In realtà, nel suo lavoro, Pei ha imposto una idea di modernità fatta di forme geometriche pure, di superfici piane, di luce naturale.

Nato il 26 aprile 1917 a Guangzhou, in una famiglia originaria di Suzhou (la cosiddetta “Venezia dell’oriente”), Pei è emigrato negli Stati Uniti nel 1935, dove ha ottenuto un diploma al Mit (Massachusetts Institute of Technology) e uno di design ad Harvard, dove è stato allievo di Walter Gropius, fondatore della Bauhaus.

Divenuto cittadino americano nel 1954, ha svolto lavoro accademico ad Harvard e nel 1955 ha fondato il suo ufficio. Da allora egli ha progettato musei, edifici pubblici, hotel, scuole composte da pietra, acciaio, vetro. Il suo stile internazionale si è diffuso in Francia, Stati Uniti, Hong Kong, ma anche in Qatar, Lussemburgo, Cina.

Ha vinto diversi premi. Nell’83 gli è stato consegnato il premio Pritzker, con la motivazione che “egli ha dato a questo secolo alcuni dei più belli spazi di interno e fra le più belle forme esterne”.

Pei ha usato i 100mila dollari del premio per borse di studio a studenti cinesi che volevano studiare architettura negli Stati Uniti.

Dal 1942 era sposato con Eileen Loo, dalla quale ha avuto quattro figli, due dei quali sono architetti. La moglie è morta nel 2014.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pechino rimbrotta gli Usa per la legge sui diritti umani di Hong Kong
26/09/2019 10:46
Lettera aperta: Ripensare il futuro della Chiesa cattolica di Hong Kong
16/01/2019 10:56
Il Venezuela è un banco di prova per le ambizioni globali della Cina
11/03/2019 09:56
Hong Kong, la marcia pacifica (illegale) e gli scontri notturni (Foto e Video)
16/09/2019
La Festa di Mezzo Autunno illuminata dalle proteste di Hong Kong
14/09/2019 05:18