21 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 18/10/2010, 00.00

    VIETNAM

    È morto mons. Emmanuel Le Phong Thuan, vescovo di Can Tho

    J. B. An Dang

    Il prelato, 80 anni, era da tempo malato. Si era battuto per oltre 20 anni contro le restrizioni delle autorità comuniste che impedivano lo svolgimento delle sue funzioni pastorali.

    Hanoi (AsiaNews) – Mons. Emmanuel Le Phong Thuan, vescovo di Can Tho è morto ieri all’età di 80 anni. Il prelato della maggiore città sul delta del Mekong era da tempo malato e partecipava ormai di rado agli incontri della Conferenza episcopale vietnamita.

    Mons. Le Phong si era battuto per anni per svolgere il suo mandato sotto il controllo del regime comunista e secondo alcuni è stata proprio la pressione delle autorità a causare il suo tracollo fisico.

    Nato nel 1930 nella provincia di An Giang, mons. Le Phong entra nel seminario della diocesi di Cu Lao Gieng all’età di 8 anni e nel 1945 viene trasferito in Cambogia nel seminario minore di Phnom Penh. Completati gli studi filosofici e teologici al Saint Joseph Mayor Seminary di Saigon (Ho Chi Minh City), viene ordinato sacerdote nel 1960. Tra il 1964 e il 1970 si stabilisce in Germania dove consegue il dottorato in diritto canonico. Ritornato in Vietnam, insegna nel seminario maggiore della diocesi di Cant Tho, fino alla sua nomina a vescovo coadiutore nel 1975.

    A causa delle restrizioni imposte dal governo comunista, la diocesi resta vacante fino al 1990. In questi anni il vescovo assiste alla confisca della maggior parte dei beni della Chiesa locale e resta sotto stretta sorveglianza delle autorità, che impediscono al prelato di avere un telefono e di comunicare con l’esterno.  Il 20 giugno del 1990 egli viene nominato vescovo ordinario dopo diversi anni di dialoghi tra Vaticano e governo vietnamita.    

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/09/2010 VIETNAM
    Celebrato l’8° anniversario della morte del card. Nguyen Van Thuan
    Il porporato ha passato 13 anni in prigione sotto il governo comunista. La sua vita è un esempio di fede e santità per i cattolici del Vietnam e del mondo. E’ in corso la causa di beatificazione.

    08/10/2010 VIETNAM
    Al via la prima Commissione giustizia e pace della Chiesa vietnamita
    La decisione è stata comunicata oggi durante l’XI assemblea della Conferenza episcopale. La Commissione, la prima dall’avvento del regime comunista, lavorerà con vescovi e organizzazioni diocesane per la difesa di diritti umani e libertà religiosa.

    30/07/2010 VIETNAM
    Un festival su catechismo e missione nella diocesi di Lang Son – Cao Bang
    L’evento ha raccolto oltre 200 bambini delle parrocchie montane ai confini con la Cina. L’incontro si svolge ogni estate ed è giunto ormai all’11ma edizione, nonostante le difficoltà e le restrizioni del governo.

    01/05/2010 VIETNAM
    Sacerdoti punto di riferimento per 5,7 milioni di cattolici vietnamiti
    In occasione della 47ma giornata mondiale per le vocazioni i cattolici pregano per oltre 3700 sacerdoti. Essi operano tra la gente di campagne e città, rischiando ogni giorno soprusi e violenze da parte del governo comunista.

    21/11/2012 COREA DEL SUD
    Arcivescovo di Seoul: "L'Anno della Fede ci invita a rilanciare il nostro essere cristiani"
    L'arcidiocesi della capitale coreana invia a tutte le parrocchie un libretto e una lettera episcopale per chiedere una maggiore partecipazione di tutti alle attività della Chiesa: "Dobbiamo rilanciare programmi fattuali che, per l'Anno della Fede, promuovano una rinascita del nostro impegno comune".



    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®