04/04/2014, 00.00
RUSSIA - UCRAINA
Invia ad un amico

Metropolita Hilarion: la crisi Ucraina ha fermato i preparativi dell'incontro tra Papa e Patriarca

Secondo il rappresentante della Chiesa ortodossa russa, già lo scorso autunno le parti erano pronte ad avviare i preparativi, ma le azioni dei greco cattolici, impegnatisi in prima linea nelle proteste del Maidan, "ci hanno riportato di molto indietro".

Mosca (AsiaNews) - Già lo scorso autunno la Chiesa cattolica e quella ortodossa russa "erano pronte" a iniziare la preparazione dell'incontro tra il Patriarca di Mosca e il Papa, ma gli eventi in Ucraina, con l'impegno in prima linea dei greco-cattolici nelle proteste che hanno portato alla defenestrazione del presidente Viktor Yanukovich, "ci hanno riportato di molto indietro". A parlare è il metropolita Hilarion, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca, in un'intervista al National Catholic Register in cui ribadisce che i cosiddetti 'uniati' rimangono un "grave ostacolo" al dialogo ecumenico.

"Mi sembrava che già lo scorso autunno le parti fossero pronte ad avviare i preparativi" dell'incontro, ha dichiarato Hilarion. "Gli eventi in Ucraina, però, ci hanno riportato di molto indietro - ha riferito - prima di tutto per le azioni dei greco cattolici, visti dalla Chiesa cattolica romana come un 'ponte' tra Oriente e Occidente, mentre noi li riteniamo un grave ostacolo al dialogo tra ortodossia e cattolicesimo". Già a fine marzo, il 'ministro degli Esteri' del Patriarcato aveva condannato la Chiesa greco-cattolica in Ucraina per essersi "immischiata" nella politica, durante la crisi in corso nel Paese, con l'arcivescovo maggiore di Kiev Sviatoslav Shevchuk andato in visita negli Stati Uniti insieme al leader della Chiesa ortodossa ucraina indipendente, ritenuta "scismatica" da Mosca.

"I greco cattolici - a suo dire - si sono schierati da una parte, entrando in collaborazione attiva con i gruppi ortodossi scismatici. Hanno chiesto alle autorità americane di interferire nella situazione e riportare l'ordine in Ucraina". "I greco cattolici hanno di fatto lanciato una crociata contro l'ortodossia", ha aggiunto, ribadendo la convinzione che l''uniatismo' è stato ed è uno progetto speciale della Chiesa cattolica, volto a convertire gli ortodossi al cattolicesimo".

Hilarion non ha, comunque, escluso che l'atteso faccia a faccia tra Pontefice e Patriarca "possa avvenire sotto Papa Francesco". "Oggi c'è un reale interesse da entrambe le parti allo sviluppo di un dialogo bilaterale fruttuoso", ha sottolineato, individuando nei temi sociali come famiglia, crisi demografica, bioetica ed eutanasia il campo su cui lavorare per una maggiore cooperazione. (N.A.)

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Concilio panortodosso, riunione d’urgenza del Sinodo patriarcale di Mosca per decidere la loro partecipazione
08/06/2016 08:14
Divisioni e contrasti fra le Chiese mettono a rischio il Sinodo panortodosso di Creta
08/06/2016 11:37
La Siria, il papa, la Cina: conversazione col metropolita ortodosso Hilarion
30/08/2013
Mosca e Kiev celebrano il Battesimo della Rus’, ma separati
31/07/2018 08:12
Hilarion: La Russia e i cristiani europei per la salvezza del continente
25/09/2017 11:47