21 Febbraio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 04/04/2014, 00.00

    RUSSIA - UCRAINA

    Metropolita Hilarion: la crisi Ucraina ha fermato i preparativi dell'incontro tra Papa e Patriarca



    Secondo il rappresentante della Chiesa ortodossa russa, già lo scorso autunno le parti erano pronte ad avviare i preparativi, ma le azioni dei greco cattolici, impegnatisi in prima linea nelle proteste del Maidan, "ci hanno riportato di molto indietro".

    Mosca (AsiaNews) - Già lo scorso autunno la Chiesa cattolica e quella ortodossa russa "erano pronte" a iniziare la preparazione dell'incontro tra il Patriarca di Mosca e il Papa, ma gli eventi in Ucraina, con l'impegno in prima linea dei greco-cattolici nelle proteste che hanno portato alla defenestrazione del presidente Viktor Yanukovich, "ci hanno riportato di molto indietro". A parlare è il metropolita Hilarion, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca, in un'intervista al National Catholic Register in cui ribadisce che i cosiddetti 'uniati' rimangono un "grave ostacolo" al dialogo ecumenico.

    "Mi sembrava che già lo scorso autunno le parti fossero pronte ad avviare i preparativi" dell'incontro, ha dichiarato Hilarion. "Gli eventi in Ucraina, però, ci hanno riportato di molto indietro - ha riferito - prima di tutto per le azioni dei greco cattolici, visti dalla Chiesa cattolica romana come un 'ponte' tra Oriente e Occidente, mentre noi li riteniamo un grave ostacolo al dialogo tra ortodossia e cattolicesimo". Già a fine marzo, il 'ministro degli Esteri' del Patriarcato aveva condannato la Chiesa greco-cattolica in Ucraina per essersi "immischiata" nella politica, durante la crisi in corso nel Paese, con l'arcivescovo maggiore di Kiev Sviatoslav Shevchuk andato in visita negli Stati Uniti insieme al leader della Chiesa ortodossa ucraina indipendente, ritenuta "scismatica" da Mosca.

    "I greco cattolici - a suo dire - si sono schierati da una parte, entrando in collaborazione attiva con i gruppi ortodossi scismatici. Hanno chiesto alle autorità americane di interferire nella situazione e riportare l'ordine in Ucraina". "I greco cattolici hanno di fatto lanciato una crociata contro l'ortodossia", ha aggiunto, ribadendo la convinzione che l''uniatismo' è stato ed è uno progetto speciale della Chiesa cattolica, volto a convertire gli ortodossi al cattolicesimo".

    Hilarion non ha, comunque, escluso che l'atteso faccia a faccia tra Pontefice e Patriarca "possa avvenire sotto Papa Francesco". "Oggi c'è un reale interesse da entrambe le parti allo sviluppo di un dialogo bilaterale fruttuoso", ha sottolineato, individuando nei temi sociali come famiglia, crisi demografica, bioetica ed eutanasia il campo su cui lavorare per una maggiore cooperazione. (N.A.)

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/02/2016 08:57:00 RUSSIA-VATICANO
    Francesco e Kirill: dopo Cuba ora occorrono passi concreti

    L’abbraccio fra il papa e il patriarca di Mosca mostra il desiderio della testimonianza comune. Le forti resistenze dei conservatori ortodossi che accusano il patriarca di “eresia”. La mediazione sulla questione degli “uniati”. Approfondire il dialogo teologico e la collaborazione sui “progetti comuni”. Rendere regolari gli incontri fra Roma e Mosca.



    30/08/2013 RUSSIA - VATICANO
    La Siria, il papa, la Cina: conversazione col metropolita ortodosso Hilarion
    Timori per la sorte dei cristiani in Medio Oriente. Il ricordo dei due vescovi ortodossi rapiti. La stima per papa Francesco che "conosce bene" l'ortodossia. La legge anti-gay e la stretta collaborazione col Cremlino.

    08/06/2016 08:14:00 RUSSIA-ORTODOSSI
    Concilio panortodosso, riunione d’urgenza del Sinodo patriarcale di Mosca per decidere la loro partecipazione

    Metropolita Hilarion: “sconvolti” dal rifiuto di Costantinopoli a un incontro straordinario preconciliare per risolvere le questioni sollevate dalle Chiese locali. “Le decisioni del Concilio devono essere prese con consenso unanime e questo non si può avere, se mancano alcune Chiese”.



    08/06/2016 11:37:00 LIBANO - ORTODOSSI
    Divisioni e contrasti fra le Chiese mettono a rischio il Sinodo panortodosso di Creta

    Antiochia ha chiesto di rinviare l’incontro per contrasti con la sede di Gerusalemme. Le Chiese bulgare e georgiana pensano al boicottaggio. Fra i punti controversi il matrimonio, le relazioni fra Chiesa ortodossa e il mondo contemporaneo e le relazioni con le altre confessioni cristiane. Lo sforzo di Bartolomeo I in direzione dell’unità.



    05/12/2006 RUSSIA – VATICANO
    Patriarcato di Mosca: “importante” il Papa in Turchia
    La Chiesa ortodossa russa auspica che il viaggio di Benedetto XVI contribuisca ad un “dialogo sincero” tra cristiani; “buone” le intenzioni espresse nella Dichiarazione comune firmata dal Papa e Bartolomeo I.



    In evidenza

    VATICANO-CINA-HONG KONG
    L’articolo del card. Tong sul dialogo Cina-Santa Sede fra gioia e sgomento

    Bernardo Cervellera

    L’ottimismo del vescovo di Hong Kong sul cambiamento del metodo delle nomine episcopali e sulla funzione dell’Associazione patriottica. Ma non è chiaro se è un cambiamento nei fatti o solo nominalistico, nelle parole. I vescovi sotterranei sono patriottici e amano il loro Paese, ma il Partito li sospetta. Libertà “essenziale” nelle nomine episcopali, ma i vescovi non sono liberi di svolgere il loro ministero. Vescovi patriottici controllati nelle loro visite con membri della Chiesa universale. Le “cimici” (microfoni nascosti) negli uffici episcopali.


    HONG KONG-CINA-VATICANO
    Card. Tong: Il futuro del dialogo Sino-Vaticano dal punto di vista ecclesiologico

    Card. John Tong

    Il cardinale di Hong Kong spiega i passi in cui si desidera far muovere il dialogo fra Cina e Santa Sede. A tema la funzione del papa nelle nomine dei vescovi; il cambiamento di visione nell’Associazione patriottica; la possibile integrazione dei vescovi sotterranei nella conferenza episcopale.  Il nuovo articolo a firma  del card. John Tong, dopo quello di alcuni mesi fa su “Comunione della Chiesa in Cina con la Chiesa universale”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®