24 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 08/05/2014, 00.00

    RUSSIA - UCRAINA

    Putin frena sul referendum dell'est, applaude alle elezioni in Ucraina. E le forniture di armi...



    Il presidente russo afferma pure che sta ritirando le truppe dai confini, ma non vi sono conferme indipendenti. Le spinte "pacifiste" di Putin forse motivate dalla dipendenza del sistema di difesa di Mosca dalle industrie di armamenti in Ucraina. La Russia è il quarto cliente di prodotti bellici ucraini. L'80% delle testate nucleari russe dipendono da missili prodotti in Ucraina.

    Kiev (AsiaNews) - In modo inaspettato, il presidente russo Vladimir Putin ha cambiato i suoi toni sulla questione ucraina. Incontrando ieri Didier Burkhalter, presidente dell'Osce (l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa), egli ha domandato ai separatisti dell'est-Ucraina di posporre un referendum sull'autonomia della regione e ha dichiarato il ritiro delle truppe russe dai confini. In più, egli ha espresso sostegno positivo alle elezioni presidenziali ucraine, che si dovrebbero tenere il 25 maggio prossimo.

    Sebbene il Pentagono non confermi il ritiro delle truppe, le dichiarazioni di Putin sono in qualche modo strabilianti. Solo alcuni giorni fa l'amministrazione russa riteneva le elezioni in Ucraina "un'assurdità" e il governo di Mosca ha sostenuto e difeso in ongi modo le azioni dei separatisti, prima in Crimea, poi nell'est dell'Ucraina.

    Fra gli osservatori si riflette su questi cambiamenti di toni. Alcuni li attribuiscono alla maggiore decisione di Usa e Unione europea nel minacciare ulteriori sanzioni economiche contro personaggi russi e compagnie

    Altri osservatori fanno notare che proprio la zona est dell'Ucraina ha bisogno di distensione perché sia Mosca, sia Kiev dipendono dalle industrie lì situate.

    Tali industrie sono industrie di armi: più di 50 compagnie lavorano a produrre pezzi di aerei, motori di elicotteri, software e hardware per strumenti di combattimento. Il patto commerciale di 15 miliardi di dollari firmato da Putin con Viktor Janukovic, l'ex presidente ucraino, comprendeva anche accordi di forniture militari. Più di metà dell'arsenale nucleare russo è stato costruito in Ucraina o è dotato di strumenti di navigazione ucraini.

    La speranza di Putin - espressa alcuni giorni fa - è che "non si interrompa la cooperazione", che potrebbe rendere inutile molta parte del suo sistema di difesa.

    Allo stesso tempo, l'Ucraina, che sta lottando per mantenere a galla la sua economia, non può fare a meno degli introiti della sua industria bellica, le cui esportazioni raggiungono 1,3 miliardi di dollari l'anno.

    Secondo Siemon Wezeman, ricercatore del Sipri (Stockholm International Peace Research Institute), se le forniture ucraine alla Russia si fermano, ci sarebbero "seri problemi con alcuni sistemi di armamenti". Secondo l'istituto scandinavo, l'Ucraina è l'8° produttore al mondo di armi e la Russia è il quarto cliente dei prodotti ucraini, dopo Cina, Etiopia, Pakistan.

    Almeno l'80% delle testate nuclari russe sono innestate in missili disegnati o prodotti in Ucraina fin dai tempi dell'Unione Sovietica. Per prevenire blocchi a queste forniture, è probabile che Putin si dia da fare per trovare una soluzione pacifica alla crisi.

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    04/08/2017 10:50:00 RUSSIA
    Le nuove sanzioni Usa contro Mosca, una guerra anche interna alla Russia

    I cambiamenti economici dovuti alle sanzioni rafforzano le opposizioni. Le sanzioni sono divenuti il tema della campagna di Aleksej Naval’nyj. Il giornale Vedomosti: Nella lotta contro “il nemico esterno” la Russia è riuscita a punire se stessa. Grigorij Javlinskij: Fiasco completo di tutta la politica estera di Putin.



    08/04/2014 RUSSIA - UCRAINA
    La Chiesa ortodossa ucraina a Putin: Evita guerra e divisione nel nostro Paese
    Il metropolita Antony, della Chiesa ortodossa ucraina-Patriarcato di Mosca, riferisce di un messaggio scritto personalmente al capo del Cremlino dal reggente Onufry. Kiev lancia operazione anti-terrorismo contro i filorussi nell'Est e la Russia avverte: "Rischio guerra civile".

    06/09/2014 RUSSIA - UCRAINA
    Crisi Ucraina, regge il cessate-il-fuoco raggiunto a Minsk
    L'accordo di ieri include il rilascio di "ostaggi" e il ritiro di armi pesanti dai campi di battaglia orientali, da parte di entrambe le fazioni. Oggi dovrebbe entrare nel Dombass il primo carico di aiuti umanitari. Leader separatista: "Questa tregua non significa che il nostro percorso verso la secessione si è concluso".

    29/03/2014 RUSSIA-USA-UCRAINA
    Vladimir Putin telefona a Barack Obama per discutere una soluzione all'Ucraina
    La conversazione è durata circa un'ora. Possibile dialogo sulla proposta di John Kerry: spiegamento di osservatori internazionali per difendere la popolazione russa in Ucraina e ritiro delle truppe russe dai confini orientali e ritorno dei militari di Mosca all'interno delle caserme in Crimea. Ban Ki-moon riceve assicurazioni che Putin non vuole nuove azioni militari contro l'Ucraina.

    12/09/2014 UCRAINA-RUSSIA
    Chiesa greco-cattolica: In Ucraina, la Russia responsabile dello spargimento di sangue
    Il Sinodo greco-cattolico accusa la presenza di armamenti pesanti, migliaia di miliziani e truppe regolari russe. La propaganda (russa), distruttiva come gli armamenti. In Crimea ritirati i visti a cinque imam. Problemi anche per un sacerdote greco-cattolico.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Lettera per i 100 anni della Maximum Illud sull’attività svolta dai missionari nel mondo



    Per l’ottobre 2019, papa Francesco lancia un Mese Missionario Straordinario per risvegliare l’impegno della missione ad gentes e per trasformare in modo missionario la pastorale ordinaria, sfuggendo alla stanchezza, al formalismo e all’autopreservazione. Il “compito imprescindibile della missione ad gentes da Benedetto XV al Concilio Vaticano II, a papa Giovanni Paolo II, fino all’Evangelii Gaudium.


    CINA-VATICANO
    Wang Zuoan: Papa Francesco è sincero, ma deve sottostare a due condizioni

    Li Yuan

    In un’intervista alla Commercial Radio, il direttore dell’Amministrazione statale per gli affari religiosi ribadisce l’urgenza di tagliare i rapporti con Taiwan e di non interferire negli affari interni della Cina, nemmeno quelli religiosi. Grandi elogi al discorso di Xi Jinping da parte dei due vescovi ospiti del Congresso del Partito, Fang Xinyao e Ma Yinglin. “Falsi pastori, ma reali schiavi”. I timori di un cattolico sotterraneo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®