25 Marzo 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  •    - Mongolia
  •    - Russia
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/04/2014, 00.00

    RUSSIA-UCRAINA

    Telefonata Obama-Putin sull'Ucraina; la Chiesa ortodossa si appella all'integrità del Paese



    Sale la tensione nel sud-est dell'ex repubblica sovietica, mentre Mosca respinge le accuse di interferenza. Metropolita di Boryspil e Brovary, Atony: abbiamo chiesto ai nostro sacerdoti di essere patrioti e non permettere che il separatismo si diffonda nella comunità.

    Mosca (AsiaNews) - Mentre sale al tensione tra Russia e Ucraina - dove il presidente ad interim Alexander Turchynov, ha firmato l'ordine che autorizza un intervento speciale nell'Est contro le milizie filo-russe che hanno occupato diversi palazzi istituzionali e chiedono l'autonomia da Kiev - la Chiesa ortodossa ucraina-Patriarcato di Mosca continua a fare appelli per la pace e l'integrità territoriale del Paee. "Condanniamo fermamente i tentativi di privare l'Ucraina del suo territorio e includerli in quello di altri Stati", ha dichiarato in un'intervista all'agenzia Unian il metropolita Antony di Boryspil e Brovary, amministratore delegato della Chiesa ortodossa ucraina- Patriarcato di Mosca. "Per questo - ha aggiunto - ci preoccupano molto le proteste a Kharkov, Donetsk e Lugansk, che riteniamo una reale minaccia al nostro Stato".

    Il metropolita ha poi sottolineato l'importanza, in questi giorni, del rapporto tra parroci e fedeli nelle chiese: "Incoraggiamo i nostri sacerdoti a essere patrioti e non permettere che si diffonda il sentimento separatista nella comunità". Antony ci tiene poi a sottolineare che la Chiesa ucraina-Patriarcato di Mosca (l'unica che quest'ultimo riconosce canonicamente) conta circa 13mila parrocchie su tutto il territorio ucraino e non solo nell'est e nel sud, tradizionalmente le zone a maggioranza russa.

    Nonostante il suo legame con Mosca - che poteva far pensare a un allineamento con le posizioni russe - la Chiesa ucraina ha sempre sostenuto l'importanza dell'integrità territoriale contro le spinte separatiste, fomentate - a detta dell'Occidente - proprio dal Cremlino. Pochi giorni fa, il reggente della Chiesa ucraine e metropolita di Chernovtsy e Bukovina, Onufry, ha scritto personalmente una lettera al presidente Vladimir Putin, con un appello ad "evitare la spaccatura dello Stato ucraino e il conflitto armato tra i nostri due popoli".

    Il leader russo, nella sua ultima telefonata, il 14 aprile, con il presidente americano, Barack Obama, ha respinto le accuse di interferenze russe in Ucraina volte a destabilizzare la situazione politica, definendole "speculazioni" prive di fondamento. Mosca chiede che le autorità ucraine aprano un confronto con tutte le parti presenti sul campo nella regione per costruire una nuova Costituzione. I due capi di Stato si sono, comunque, dati appuntamento dopo il vertice del 17 aprile a Ginevra (tra Usa, Russia, Ucraina e Ue) per confrontarsi ulteriormente sulle strade "pacifiche" da perseguire per risolvere la crisi ucraina. (N.A.) 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/03/2014 RUSSIA-UCRAINA
    L'annessione della Crimea fa paura al Patriarca di Mosca
    Assente Kirill dal grande discorso di Putin alla Duma. Mentre la Russia cammina sulle orme dell'impero di Ivan il Terribile, le Chiese ortodosse dell'Ucraina vengono spinte all'autonomia da Mosca. Il Patriarcato di Mosca rischia di essere una minoranza al prossimo Concilio Panortodosso.

    17/03/2014 RUSSIA-UCRAINA
    Dopo il referendum, la Chiesa ucraina-Patriarcato Kiev teme il bando in Crimea
    Il patriarca Filaret prega perché l'Ucraina sia liberata "dagli occupanti". Gli ortodossi di obbedienza moscovita temono di essere cacciati via dall'Ucraina. Il Patriarcato di Mosca ha riconosciuto il diritto dell'Ucraina all'autodeterminazione, ma rimane sotto l'ombra di Putin. L'invasione della Crimea come l'Anschluss della Germania nazista.

    03/03/2014 RUSSIA-UCRAINA
    La Chiesa ucraina si appella al Patriarcato di Mosca: Aiutate la pace
    Il reggente della Chiesa ortodossa ucraina (legata alla Russia) ha lanciato un appello a Kirill perché faccia il possibile per evitare la guerra, dopo che il Cremlino ha ottenuto il via libera all'uso dell'esercito. Telefonata tra il primate ortodosso russo e il presidente Turchynov.

    06/05/2014 RUSSIA-UCRAINA
    Odessa non è la Crimea: questa guerra riguarda l'Europa
    Continuano gli scontri fra esercito ucraino e forze filo-russe nell'est del Paese. Mosca grida alla "catastrofe umanitaria" e ai rischi per la pace in Europa; Kiev accusa i "terroristi" di voler rovesciare il governo. Nessuno comprende che il popolo ucraino sta cercando se stesso, mentre la comunità internazionale rimane impacciata e lontana.

    08/04/2014 RUSSIA - UCRAINA
    La Chiesa ortodossa ucraina a Putin: Evita guerra e divisione nel nostro Paese
    Il metropolita Antony, della Chiesa ortodossa ucraina-Patriarcato di Mosca, riferisce di un messaggio scritto personalmente al capo del Cremlino dal reggente Onufry. Kiev lancia operazione anti-terrorismo contro i filorussi nell'Est e la Russia avverte: "Rischio guerra civile".



    In evidenza

    VATICANO
    Il Papa ai giovani: Memoria del passato, coraggio nel presente, speranza per il futuro



    Diffuso oggi il Messaggio per la 32ma Giornata mondiale della gioventù sul tema “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente”. Il modello di Maria nel suo incontro con Elisabetta. Rifiutare l’immobilità del “divano” dove starsene comodi e sicuri. Vivere l’esperienza della Chiesa non come una “flashmob” istantanea. Riscoprire il rapporto con gli anziani. Vivere il futuro in modo costruttivo non svalutando “le istituzioni del matrimonio, della vita consacrata, della missione sacerdotale”.


    AFGHANISTAN
    P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”



    Hanno vissuto 60 anni al servizio dei bisognosi. Sono rimaste a Kabul sotto l’occupazione sovietica, il controllo dei talebani e i bombardamenti Nato. Rispettate da tutti, anche dai talebani. Questo febbraio è finita la loro esperienza, secondo p. Moretti “una a cui guardare”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®