16 Gennaio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  •    - Mongolia
  •    - Russia
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 03/05/2014, 00.00

    UCRAINA - RUSSIA

    Ucraina, rilasciati gli osservatori Osce: stanno tutti bene



    Il gruppo - composto da 7 stranieri e 5 ucraini - era da una settimana nelle mani di milizie separatiste filo-russe nella parte orientale del Paese. Il rilascio è avvenuto "senza condizioni": gli osservatori sono in buone condizioni. Mosca accusa Kiev per le violenze di Odessa, che hanno provocato circa 40 morti, e annuncia: "Non abbiamo più alcuna influenza sui separatisti".

    Kiev (AsiaNews) - I sette osservatori internazionali presi in ostaggio una settimana fa nell'Ucraina orientale sono stati rilasciati questa mattina. Insieme a loro sono stati liberati anche altri 5 funzionari ucraini, collegati all'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce). I separatisti filo-russi nella città di Sloviansk, responsabili del sequestro, hanno dichiarato che il rilascio è avvenuto "senza condizioni". Il gruppo di rilasciati è in buone condizioni.

    Nel frattempo, però, continuano le violenze nell'area: Kiev ha rilanciato le azioni militari contro i separatisti, e nella regione si registrano scontri di diversa entità. La Russia, accusata dai governi occidentali di essere il "motore" degli scontri, ha dichiarato di "non avere alcuna influenza sui separatisti". Mosca ha inoltre puntato il dito contro il governo ucraino, a suo dire responsabile delle violenze avvenute ieri nella città sud-occidentale di Odessa che hanno provocato almeno 40 vittime.

    Vladimir Lukin, inviato del Cremlino per negoziare il rilascio dei funzionari Ocse, ha dichiarato: "Spero che la decisione volontaria presa dai separatisti venga ricompensata da Kiev. Vorrei molto vedere la fine delle azioni militari". Dmitry Peskov, portavoce del presidente russo Putin, ha aggiunto: "Da ora la Russia ha di fato perso ogni influenza su queste persone. Sarebbe impossibile convincerle ad abbassare le armi, dato che c'è una minaccia diretta contro le loro vite". 

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    15/05/2014 RUSSIA - UCRAINA
    Scoppia lo scandalo fra Mosca e Kiev: Metropolita Hilarion "persona non grata" in Ucraina
    Il ministro degli Esteri del Patriarcato di Mosca è stato respinto alla frontiera. Protesta della Chiesa ortodossa russa e del ministero degli Esteri: "Atto provocatorio e senza precedenti". Il metropolita di Odessa lascia la città.

    03/03/2014 RUSSIA-UCRAINA
    La Chiesa ucraina si appella al Patriarcato di Mosca: Aiutate la pace
    Il reggente della Chiesa ortodossa ucraina (legata alla Russia) ha lanciato un appello a Kirill perché faccia il possibile per evitare la guerra, dopo che il Cremlino ha ottenuto il via libera all'uso dell'esercito. Telefonata tra il primate ortodosso russo e il presidente Turchynov.

    24/03/2014 UCRAINA - RUSSIA
    Vescovo della Chiesa ucraina-Patriarcato di Mosca contro Putin: "È un bandito"
    Il metropolita di Cherkasy e Kanev, Sofrony, ha fatto appello agli alti funzionari russi con origini ucraine, come il presidente del Senato e il ministro della Cultura, a "rimediare ai loro sbagli criminali".

    19/02/2015 RUSSIA - UCRAINA
    La Chiesa ortodossa ucraina contro Filarete: ha chiesto a Kiev di continuare la guerra
    La denuncia del portavoce della Uoc-Mp, dopo un incontro delle comunità religiose cristiane con il presidente Petro Poroshenko. Filarete respinge le accuse: la guerra è colpa del Patriarcato di Mosca, che controlla la Chiesa per influenzare la società.

    09/12/2013 RUSSIA-UCRAINA
    Chiesa e popolo in Ucraina rivendicano l'autonomia da Mosca
    Continua la protesta a Kiev contro la rinuncia del presidente Yaukovich all'integrazione europea, dettata dalle pressioni della Russia. Il patriarca della Chiesa ucraina di Kiev, Filaret, si schiera con i manifestanti e rilancia l'appello all'unità e all'autocefalia.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    I nuovi leader all’Assemblea dei cattolici: dominano la vecchia guardia e i vescovi illegittimi

    Elizabeth Li

    Riconfermati Ma Yinglin e Fang Xingyao a presidenti del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica rispettivamente. Sempre esaltati i principi di indipendenza, autonomia, autogestione e sinicizzazione. Nessun “segnale positivo” come sperato dal Vaticano.


    CINA-VATICANO
    All’Assemblea dei rappresentanti cattolici cinesi si loda “indipendenza e autonomia”

    Bernardo Cervellera

    All’incontro sarebbero presenti 59 vescovi, oltre al direttore dell’amministrazione statale per gli affari religiosi e membri del Fronte unito. I futuri cambi nella leadership del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica. Nell’osanna all’autonomia (dalla Santa Sede) un segnale non positivo. Il Global Times ribadisce le precondizioni per il dialogo. Una Chiesa di Stato. Le critiche del card. Joseph Zen e di Giustizia e Pace di Hong Kong. Una cattolica: Questa assemblea è uno schiaffo in faccia al Vaticano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®