04/11/2014, 00.00
BANGLADESH
Invia ad un amico

Cristiani del Bangladesh: Il Pakistan conceda la grazia ad Asia Bibi

di Sumon Corraya
La Bangladesh Christian Association (Bca) invia una lettera ufficiale al premier Nawaz Sharif. Islamabad deve comprendere "il legame tra la condanna a morte di Asia Bibi e gli omicidi di Salman Taseer e Shahbaz Bhatti", assassinati da estremisti islamici per aver difeso la donna.

Dhaka (AsiaNews) - I cristiani del Bangladesh si stringono intorno ad Asia Bibi e chiedono al premier pakistano Nawaz Sharif di concederle la grazia. Ieri Nirmol Rozario, segretario generale della Bangladesh Christian Association (Bca), ha inviato una lettera ufficiale al Primo ministro di Islamabad, esprimendo "profonda preoccupazione" per le sorti della donna cristiana, madre di cinque figli, condannata a morte per blasfemia.

Dopo anni di prigione e in regime di isolamento "per motivi di sicurezza", il 16 ottobre scorso l'Alta corte di Lahore ha confermato la pena capitale comminata in primo grado ad Asia Bibi. Nel 2011 estremisti islamici hanno massacrato il governatore del Punjab Salman Taseer (musulmano) e il ministro federale per le Minoranze religiose Shahbaz Bhatti (cattolico), "colpevoli" di averla difesa.

"Vogliamo attirare l'attenzione - sottolinea Rozario nella lettera - del governo, dei parlamentari, della società civile e del popolo del Pakistan e mostrare il legame tra la vicenda di Asia Bibi e quanto accaduto a questi due uomini di legge". "Il nostro timore - aggiunge - è che queste leggi sulla blasfemia siano spesso usate contro i cristiani e le minoranze".

Per questo, la comunità cristiana del Bangladesh chiede di al governo del Pakistan di "affrontare la questione in un'ottica di diritti umani e difesa dell'umanità, concedendo a questa donna la grazia, per salvarle la vita".

 

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pena di morte: nel 2017 il boia ha ucciso 993 persone (Cina esclusa)
10/10/2018 13:03
Pena di morte: in calo le esecuzioni nel 2018. La Cina sempre al primo posto
10/04/2019 12:03
Ministro per gli affari religiosi difende la legge sulla blasfemia: Il Pakistan non sarà mai laico
04/11/2017 08:53
Lahore, cristiano condannato a morte per ‘blasfemia su Whatsapp’
16/09/2017 09:29
Lahore, attivisti cristiani alla Corte suprema: giustizia in tempi rapidi per Asia Bibi
20/10/2014