11 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 25/04/2005, 00.00

    CINA

    Almeno 8 morti e 30 intrappolati in due miniere cinesi



     

    Jiaohe (AsiaNews/Agenzie) – Un'inondazione ha colpito la miniera di carbone "Tengda" a Jiaohe, città nella provincia di Jilin – nord est del Paese - ed ha intrappolato sotto terra 69 minatori. La tragedia è avvenuta ieri, 24 aprile. I gruppi di soccorso hanno lavorato tutta la notte e nella mattina di lunedì hanno recuperato 39 lavoratori. Non si ha però alcuna comunicazione con i 30 ancora intrappolati. I dipartimenti locali di Pubblica sicurezza e di Prevenzione sul lavoro non hanno rilasciato commenti sull'accaduto.

    Almeno 8 minatori sono morti, invece, a causa di un incendio all'interno della miniera "Fushun" a Yuzhou, una città nella provincia dell'Henan – est del Paese. L'incendio è divampato poche ore prima dell'alluvione di Jiaohe. Il bilancio delle vittime potrebbe salire, perché 4 lavoratori risultano ancora dispersi.

    Le autorità centrali hanno aperto un'inchiesta per entrambi gli incidenti.

    I disastri all'interno delle miniere di carbone sono all'ordine del giorno in Cina , dove il fabbisogno energetico cresce a ritmo giornaliero. La domanda di carbone ha causato un impennata dei prezzi, e la maggioranza dei proprietari delle miniere ignora le norme di sicurezza per ottenere profitti più alti. Nel caso di Yuzhou i minatori sono stati obbligati a scendere in miniere sebbene l'amministrazione provinciale aveva ordinato la chiusura dell'impianto e la modernizzazione degli apparati di sicurezza. I proprietari sono stati arrestati.

    Secondo i dati ufficiali pubblicati da Pechino circa 6 mila minatori sono morti in incidenti sul lavoro durante il 2004; stime indipendenti denunciano invece almeno 20 mila morti. Nei primi 4 mesi del 2005, le stime ufficiali dei deceduti nelle miniere tocca quota 1.113, con un aumento del 20% rispetto alle stime parallele del 2004.

    Per la legge cinese, ogni incidente con più di 10 vittime va denunciato alle autorità – centrali e provinciali – e la miniera deve essere chiusa. Per non chiudere gli stabilimenti, i proprietari e le autorità locali - legati molto spesso dalla corruzione - non denunciano gli incidenti o dichiarano un numero minore di vittime.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/11/2007 CINA
    Guizhou, fuga di gas in miniera: 32 morti
    Quest’anno sono morte finora quasi 4 mila persone. La Cina rimane il Paese con l’industria mineraria più pericolosa al mondo.

    19/04/2007 CINA
    I proprietari delle miniere nascondono i cadaveri e non denunciano gli incidenti
    Il ministro per la Sicurezza sul lavoro accusa proprietari e dirigenti di alterare la situazione per nascondere le loro responsabilità. Molte miniere lavorano senza autorizzazione, ma la gran parte degli incidenti avviene tuttora nelle miniere autorizzate.

    21/08/2007 CINA
    Lo Stato aveva previsto il disastro delle miniere di Xintai
    Da giorni diversi organi ufficiali avevano indicato il rischio di inondazioni. Ci vorranno 40 giorni per pompare fuori l’acqua, mentre sono minime le speranze di salvare i 181 minatori intrappolati. Ora il governo vieta di lavorare in miniera con piogge forti, ma non spiega perché non sia stato fatto prima.

    30/03/2010 CINA
    Shanxi, rischiano di morire di fame e di sete i 153 minatori intrappolati
    Un’inondazione ha bloccato le gallerie: si drena l’acqua cercando di raggiungerli, ma non si hanno notizie da 2 giorni. Rischiano di morire di asfissia o avvelenati da gas velenosi. La miniera è considerata un impianto modello. Il triste primato cinese delle morti in miniera.

    02/12/2009 CINA
    Cina, triplicato il numero dei morti per l’influenza suina
    Il ministero della Salute ordina di “riportare con cura i dati” relativi all’influenza, e in due settimane i decessi salgono da 53 a 178. Fortissimo il sospetto che Pechino voglia insabbiare la situazione reale.



    In evidenza

    RUSSIA-UCRAINA
    La riconciliazione possibile fra Mosca e Kiev

    Vladimir Rozanskij

    Il Sinodo straordinario per i 100 anni della restaurazione del Patriarcato di Mosca, ha rivolto un appello per il ritorno alla comunione con il Patriarcato di Kiev. La risposta di Filaret , molto positiva,  chiede perdono e offre perdono. Da anni vi sono prevaricazioni, espressioni di odio, sequestri di chiese. L’invasione della Crimea ha acuito la divisione. Il governo ucraino rema contro.


    VATICANO-MYANMAR-BANGLADESH
    Non solo Rohingya: il messaggio di papa Francesco a Myanmar e Bangladesh

    Bernardo Cervellera

    L’informazione troppo concentrata sul “dire/non dire” la parola Rohingya. Il papa evita il tribunale mediatico o la condanna, ma traccia piste costruttive di speranza. Una cittadinanza a parte intera per le decine di etnie e uno sviluppo basato sulla dignità umana. L’unità fra i giovani e le diverse etnie, ammirata da buddisti e musulmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®