31/10/2014, 00.00
VATICANO
Invia ad un amico

Papa: Il vero cristiano vive di preghiera e di missione. È come respirare!

Francesco incontra i membri della Catholic Fraternity of Charismatic Covenant Communities and Fellowships e li sprona all'unità nella diversità: "Vuol dire riconoscere e accettare con gioia i diversi doni che lo Spirito Santo dà ad ognuno e metterli al servizio di tutti nella Chiesa. È saper ascoltare, accettare le differenze, avere la libertà di pensare diversamente e manifestarlo! Con tutto il rispetto per l'altro che è il mio fratello". Un invito forte a "non dimenticare la natura ecumenica" del movimento carismatico: "Per i persecutori, noi siamo uno! Ecumenismo del sangue".

Città del Vaticano (AsiaNews) - La vita del vero cristiano è scandita da due momenti, come la respirazione. E proprio come nella respirazione, i due momenti si equivalgono e danno vita: "Si tratta della lode, della preghiera, che è l'inspirazione. E poi arriva l'espirazione, che è rappresentata dalla missione". Lo ha detto questa mattina papa Francesco, ricevendo in udienza i membri della "Catholic Fraternity of Charismatic Covenant Communities and Fellowships", a Roma in occasione della XVI Conferenza internazionale sul tema: "Lode e adorazione carismatica per una Nuova Evangelizzazione".

Ai carismatici, il Papa propone alcune riflessioni sulla natura stessa del loro movimento. A partire dal concetto di unità nella diversità: "L'unità non è uniformità, non è fare obbligatoriamente tutto insieme, né pensare allo stesso modo, neppure perdere l'identità. Unità nella diversità è precisamente il contrario, è riconoscere e accettare con gioia i diversi doni che lo Spirito Santo dà ad ognuno e metterli al servizio di tutti nella Chiesa. È saper ascoltare, accettare le differenze, avere la libertà di pensare diversamente e manifestarlo! Con tutto il rispetto per l'altro che è il mio fratello. Non abbiate paura delle differenze!"

Subito dopo, citando la frase che apre l'opuscolo con i nomi della comunità e che cita l'azione dello Spirito, Francesco ha detto: "La Chiesa ha bisogno dello Spirito Santo! Ogni cristiano, nella sua vita, ha bisogno di aprire il suo cuore all'azione santificante dello Spirito Santo. Lo Spirito, promesso dal Padre, è Colui che ci rivela Gesù Cristo, ci conduce all'incontro personale con Lui e così cambia la nostra vita. Vivete questa esperienza? Condividetela! E per condividerla, bisogna viverla, essere testimoni di questo!".

In terza battuta viene l'importanza della lode, della preghiera: "Tempo fa ho ascoltato questo esempio che mi sembra molto appropriato: la respirazione per l'essere umano. La respirazione è costituita da due fasi: inspirare, cioè mettere dentro l'aria, ed espirare, lasciarla uscire. La vita spirituale si alimenta, si nutre nella preghiera e si manifesta nella missione: inspirazione ed espirazione. Quando inspiriamo, nella preghiera, riceviamo l'aria nuova dello Spirito e nell'espirarlo annunciamo Gesù Cristo suscitato dallo stesso Spirito. Nessuno può vivere senza respirare. Lo stesso è per il cristiano: senza la lode e senza la missione non vive da cristiano".

Insieme alla preghiera di lode - che "proprio il Movimento carismatico ha riportato all'attenzione del mondo cattolico - "c'è la preghiera di intercessione, che oggi è un grido al Padre per i nostri fratelli cristiani perseguitati e assassinati e per la pace nel nostro mondo sconvolto".

Dopo aver visto e salutato il pastore Traettino - un "amico cui ho fatto visita poco fa" - il pontefice lancia un appello alla Catholic Fraternity: "Non dimenticare le tue origini, non dimenticare che il Rinnovamento Carismatico è per sua stessa natura ecumenico. [...] Ecumenismo spirituale, pregare insieme e annunziare insieme che Gesù è il Signore e intervenire insieme in aiuto dei poveri, in tutte le loro povertà. Oggi il sangue di Gesù, versato dai suoi molti martiri cristiani in varie parti del mondo, ci interpella e ci spinge all'unità. Per i persecutori, noi siamo uno! Ecumenismo del sangue".

Ricordatevi, conclude il Papa: "Cercate l'unità che è opera dello Spirito Santo e non temete le diversità. La respirazione del cristiano che lascia entrare l'aria sempre nuova dello Spirito Santo e lo espira nel mondo. Preghiera di lode e missione. Condividete il Battesimo nello Spirito Santo con chiunque nella Chiesa. Ecumenismo spirituale e ecumenismo del sangue. L'unità del Corpo di Cristo. Preparare la Sposa per lo Sposo che viene! Una sola Sposa!".

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa: Da S. Stefano imparare ad affidare la propria vita a Dio e perdonare i persecutori
26/12/2018 12:05
Papa: rinforzare rapporti con carismatici e pentecostali
28/09/2018 13:14
Papa: "se noi distruggiamo il dono del creato, il creato ci distruggerà"
21/05/2014
Papa: vita, libertà e unità, doni dello Spirito e parole d'ordine dei movimenti
03/06/2006
Papa: Lo Spirito Santo fa le cose, non la cosiddetta fedeltà alla legge
14/04/2016 13:52