24 Aprile 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 23/03/2012 10:47
INDONESIA – CINA
Accordi commerciali fra Jakarta e Pechino per 17 miliardi di dollari
La firma in occasione della due giorni di visita ufficiale in Cina del presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono. Egli ha inoltre ricevuto un dottorato honoris causa da una prestigiosa università cinese. La cooperazione segna una svolta dopo un 2011 negativo e riguarda i settori del commercio, dell’industria e dell’agricoltura.

Jakarta (AsiaNews/Agenzie) - Jakarta ha siglato 15 accordi economici e commerciali con imprese cinesi, per un valore di affari complessivo pari a 17,4  miliardi di dollari. La firma è arrivata questa mattina a Pechino, in occasione della due giorni di visita ufficiale del presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono. "Mi fa piacere apprendere - ha dichiarato il capo di Stato alla stampa - degli accordi commerciali fra Indonesia e Cina, a testimonianza della crescente cooperazione fra le due nazioni". In mattinata Yudhoyono ha incontrato Wan Jifei, responsabile del Dipartimento cinese per la Promozione del commercio internazionale; egli ha inoltre ricevuto un dottorato honoris causa dall'università di Tsinghua, a Pechino, considerato fra gli istituti accademici di eccellenza in Cina.

Tra gli accordi sottoscritti da Pechino e Jakarta vi è una cooperazione a livello tecnico fra il gigante dell'acciaieria statale indonesiano PT Krakatu e la cinese Capital Engineering and Research Inc. Ltd. Vi sono poi collaborazioni nei settori agricolo e tessile; infine un prestito di lungo periodo del valore di 200 milioni di dollari per finanziare la costruzione del Krakatau's Blast Furnace Complex, per la lavorazione del metallo pesante.

Per la controparte cinese, l'Indonesia rappresenta un mercato in espansione col quale rafforzare la cooperazione in campo economico e commerciale. Jakarta riveste inoltre un interesse strategico per Pechino, perché collabora alla sicurezza e al mantenimento della "stabilità" nella regione Asia-Pacifico.

Sul fronte indonesiano, il ministro del Commercio Gita Wirjawan è soddisfatto per la firma degli accordi che serviranno a saldare il deficit commerciale registrato nel 2011 fra Pechino e Jakarta. Per gli analisti, il segno negativo era dovuto al "problematico" Accordo di libero scambio fra Cina e Asean, l'associazione che riunisce 10 nazioni del Sud-est asiatico.


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
06/03/2009 INDONESIA
Indonesia a rischio recessione. Meno 30% nelle esportazioni
di Mathias Hariyadi
01/03/2007 CINA - SRI LANKA
Cina e Sri Lanka: collaborazione economica e politica, con uno sguardo all’India
di Melani Manel Perera
31/12/2009 NEPAL - CINA
La svolta nepalese: il Tibet fa parte della Cina, basta proteste
di Kalpit Parajuli
11/07/2006 CINA - TAIWAN
Una banca cinese presta denaro a Taiwan per favorire gli investimenti in Cina
01/04/2014 FILIPPINE - CINA
Mar Cinese meridionale, Manila chiede aiuto all'Onu per fermare Pechino

In evidenza
ITALIA - ASIA
Pasqua, la vittoria sulla morte e l'impotenza
di Bernardo Cervellera
SIRIA
Gesuita siriano: Mi manchi, p. Frans. Hai ispirato tutti noi
di Tony Homsy*Un giovane sacerdote della Compagnia ricorda la vita e l'operato di p.Frans van der Lugt, ucciso a Homs dopo aver rifiutato di abbandonare la popolazione piagata da fame e guerra: "Ha dato e continua a dare tutto per la Chiesa, per la Siria, per la pace. La sua testimonianza e le sue doti ne hanno fatto un missionario e un testimone del Vangelo eccezionale". Per gentile concessione del "thejesuitpost" (traduzione a cura di AsiaNews).
FRANCIA - IRAQ
Patriarca caldeo: il futuro fosco dei cristiani d'Oriente, ricchezza in via di estinzione per Occidente e Islam
di Mar Louis Raphael I SakoLe guerre in Iraq, Libia e Afghanistan hanno peggiorato la condizione dei popoli, in particolare le minoranze. Le politiche fallimentari promosse dall'Occidente. Cresce il fondamentalismo, la Primavera araba svuotata dagli estremismi. Il ruolo delle autorità musulmane nella tutela di diritti e libertà religiosa. La presenza dei cristiani in Medio oriente è fondamentale per i musulmani.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate