22 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 25/02/2014, 00.00

    ISRAELE-SIRIA-LIBANO

    Aerei israeliani colpiscono basi Hezbollah sul confine siriano

    Paul Dakiki

    La zona colpita, nella valle della Bekaa, è usata da Hezbollah per immagazzinare armi e per addestrare le sue truppe che lottano a favore di Assad. Israele teme un'escalation nella modernizzazione degli armamenti in mano al movimento militante sciita.

    Beirut (AsiaNews) - Aerei militari israeliani avrebbero colpito alcuni obiettivi Hezbollah  sul confine libano-siriano. Lo affermano diverse fonti libanesi e siriane anche se Hezbollah e Israele tacciono sull'accaduto.

    Abitanti di Nabi Sheet, nella valle della Bekaa (v. foto), vicino alla frontiera, affermano di aver visto aerei sorvolare la zona e lanciare bombe che hanno fatto tremare le loro case. Nabi Chit è considerata un bastione di Hezbollah, dove il movimento sciita militante ha depositi di armi e caserme di addestramento.

    Questo è stato il primo raid aereo israeliano in Libano del 2014. Lo scorso anno, secondo alcune ong, vi sono stati almeno sei raid, tutti in Siria, per colpire colonne di rifornimenti militari agli Hezbollah.

    Israele non ha commentato in via ufficiale i raid, ma autorità militari israeliane hanno spesso affermato che essi non permetteranno mai un trasferimento di armamenti moderni ad Hezbollah, che in Libano rivendicano di voler lottare contro Israele, a favore dei palestinesi.

    Nella violenta guerra civile e regionale scatenatasi in Siria da tre anni, i combattenti di Hezbollah lottano a fianco di Damasco.  Nelle ultime settimane, Hezbollah ha concentrato i suoi sforzi su Yabroud, roccaforte dei ribelli anti-Assad, sulla montagna di Qalamoun, alla frontiera con il Libano. Secondo i militanti sciiti, da Yabroud provengono tutte le autobomba utilizzate negli attentati che stanno scuotendo il rapporto fra sunniti e sciiti in Libano.

    Israele si è sempre tenuto pressoché neutrale verso la Siria, ma ha colpito diversi obiettivi militari, nel timore che gli Hezbollah rafforzino il loro arsenale. In più, Israele è preoccupato dell'influenza iraniana nella regione e considera il programma nucleare di Teheran "la piu' grande minaccia alla sicurezza mondiale". L'Iran nega che lo sviluppo del suo programma nucleare abbia fini bellici.

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    03/04/2014 LIBANO-SIRIA
    Oltre un milione di rifugiati siriani in Libano: un quarto della popolazione
    La situazione è ancora più difficile per mancanza di risorse e per le tensioni createsi a Beirut e a Tripoli con gli scontri armati fra sunniti e sciiti di Hezbollah.

    03/10/2012 SIRIA - M.ORIENTE
    Autobombe ad Aleppo. Le cifre della guerra in Siria
    Distrutti un hotel e un centro per gli ufficiali militari. Decine di morti e feriti. L'Alto commissariato Onu per i rifugiati prevede che i profughi siriani supereranno la cifra di 700mila entro la fine dell'anno. La Giordania è quella con il maggior carico. I problemi dell'inverno. Per l'Osservatorio siriano per i diritti umani, i morti della guerra civile sono 31mila.

    16/08/2013 LIBANO
    Beirut, giornata di lutto per l'attentato contro gli Hezbollah
    Il bilancio non ancora definitivo è di 22 morti e più di 300 feriti. Il governo fa marcia indietro dopo i commenti del presidente sulla possibile "firma di Israele" nell'attentato. Un gruppo sconosciuto, il Battaglione di Ayesha, ha rivendicato l'attacco, criticando l'alleanza fra Hezbollah e siriani. Accuse all'Iran e all'Arabia saudita.

    20/03/2017 08:53:00 ISRAELE - SIRIA - LIBANO
    Israele in guerra contro la Siria: nel mirino il sistema missilistico difensivo di Damasco

    Avigdor Lieberman minaccia di distruggere le difese di Damasco, in risposta al lancio di missili terra-aria contro i caccia israeliani. Obiettivo dei raid aerei i convogli di armi destinati al movimento sciita libanese Hezbollah. Capo dell’esercito israeliano: “Alla luce” degli eventi in Siria e Libano, pronti “per ogni tipo di scenario”. 

     



    02/01/2014 SIRIA
    Il 2013, l'anno più sanguinoso per la Siria con oltre 73mila morti
    La maggior parte degli uccisi sono militari o ribelli armati, ma fra le vittime vi sono anche decine di migliaia di civili. Accuse alla comunità internazionale: si preoccupa delle armi chimiche, ma non dei massacri.



    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®