19 Settembre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 09/06/2012
CINA- ASIA CENTRALE
Afghanistan e Iran, l'aiuto della Cina e del Gruppo di Shanghai
di Wang Zhicheng
Pechino offre un "aiuto sincero e gratuito" a Karzai: 19 milioni di euro per infrastrutture e borse di studio. Timori per influenze fondamentaliste nello Xinjiang. Stanziati 10 miliardi di dollari per potenziare ferrovie, telecomunicazioni e oleodotti nella regione. Il gruppo riafferma la sua contrarietà all'uso della forza contro l'Iran, ma chiede a Teheran di essere "pragmatico e flessibile" nei dialoghi sul programma nucleare.

Pechino (AsiaNews) - La Shanghai Cooperation Organization (Sco) - il gruppo che raccoglie Cina, Russia e le quattro nazioni dell'Asia Centrale - ha accolto l'Afghanistan come osservatore. La Cina ha promesso di aiutare Kabul fin da ora e soprattutto quando le truppe Nato lasceranno il Paese nel 2014. Il gruppo ha anche affermato la sua opposizione a ogni uso della forza contro l'Iran, altro paese osservatore.

All'incontro di due giorni svoltosi nella capitale cinese e concluso ieri, è stata accolta anche la Turchia come "partner di dialogo". In tal modo l'Sco viene ad abbracciare una serie di Paesi euroasiatici dal Mediterraneo fino all'Oceano Pacifico. In esso infatti sono compresi, oltre a Russia e Cina, anche Uzbekistan, Tagikistan, Kirghizistan and Kazakistan. Oltre all'Iran, anche India, Pakistan e Mongolia sono osservatori.

Partito con l'intenzione di collaborare nella sicurezza e contro il terrorismo, il gruppo sta diventando una grande zona di collaborazione economica. Ieri la Cina ha deciso di offrire un prestito di 10 miliardi di dollari Usa per la costruzione di ferrovie, impianti di telecomunicazioni, oleodotti e gasdotti. Il gruppo ha anche deciso di rafforzare i reciproci rapporti economici.

Per l'Afghanistan, l'accoglienza nella Sco è una manna economica e politica. Hu Jintao ha deciso di offrire un aiuto "sincero e gratuito" al presidente Hamid Karzai per 150 milioni di yuan (circa 19 milioni di euro), da destinare alla costruzione di infrastrutture e a borse di studio per i giovani del Paese. In più, Pechino ha firmato un accordo strategico per accrescere gli investimenti cinesi in Afghanistan.

Il ritiro delle truppe Nato dal Paese fa temere a Pechino un incremento del caos, del commercio di oppio e del fondamentalismo, contro cui essa sta lottando soprattutto nello Xinjiang. Hu ha detto che la Sco deve giocare un ruolo sempre maggiore in Afghanistan. Ma la parte russa ha escluso che questo aiuto implichi una presenza militare nel Paese.

Hu Jintao ha anche incontrato il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad e gli ha chiesto di essere "pragmatico e flessibile" nei dialoghi con le grandi potenze sul nucleare.

Il 18-19 giugno si terrà a Mosca una nuova tornata di dialoghi fra Teheran e i "5+1" (Usa, Russia, Gran Bretagna, Francia, Cina e Germania) per bloccare lo sviluppo nucleare dell'Iran che secondo le grandi potenze nasconde fini militari. Se non si trova un accordo, il primo luglio scatteranno nuove pesanti sanzioni commerciali e finanziarie.

L'Iran ha sempre negato di avere scopi militari nel suo programma nucleare. Ali Ashghar Soltanieh, ambasciatore iraniano all'Aiea, l'agenzia Onu per l'energia atomica, ha dichiarato in questi giorni che il suo Paese è pronto a calmare ogni paura e a "rimuovere ogni ambiguità, provando davanti al mondo che le nostre attività hanno solo scopi pacifici".

In una dichiarazione finale, la Sco ha sottolineato che l'uso della forza contro l'Iran - a causa delle preoccupazioni riguardo al suo programma nucleare - è inaccettabile e porterebbe a circostanze imprevedibili nella regione e nel mondo.


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
24/05/2012 ASIA CENTRALE- CINA
Il gruppo di Shanghai si evolve verso una nuova Via della Seta
di Wang Zhicheng
06/06/2012 CINA - RUSSIA
L'asse Mosca-Pechino per ridurre l'influenza Usa in Asia
di Wang Zhicheng
12/06/2010 RUSSIA-CINA-ASIA CENTRALE
La Sco apre a India e Pakistan, ma non all’Iran
17/08/2007 CINA - RUSSIA - IRAN
Iran cerca alleanza con Cina, Russia e Asia centrale contro gli Usa
18/01/2010 ASIA CENTRALE
Asia Centrale agli ultimi posti nel mondo per libertà civili e democratiche

In evidenza
IRAQ-VATICANO
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del vescovo per i primi aiuti
di Amel NonaMons. Amel Nona, vescovo caldeo di Mosul, anch'egli rifugiato, ringrazia tutti i donatori della campagna lanciata da AsiaNews. La situazione è sempre più difficile per il numero enorme di profughi e per l'arrivo dell'inverno e della neve, che rendono impossibile alloggiare nelle tende o all'aperto. La crisi, un'occasione che rende attiva la fede dei cristiani.
ITALIA - IRAQ
Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul". Già raccolti oltre 350mila euro
di Bernardo CervelleraInviate al patriarca di Baghdad e ai vescovi del Kurdistan le donazioni ricevute fino al 31 agosto. La campagna serve a nutrire, alloggiare, vestire, consolare oltre 150mila profughi cristiani, yazidi, turkmeni, sciiti e sunniti, fuggiti dalla violenza dell'esercito del Califfato islamico. Una generosa partecipazione dall'Italia e da tutte le parti del mondo. Donazioni anche da chi è povero e senza lavoro. Una speranza per il mondo, per chi soffre e per chi dona.
IRAQ-ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del Patriarca Louis Sako; le preoccupazioni del vescovo del Kurdistan
di Bernardo CervelleraIl capo della Chiesa caldea ringrazia per la campagna di AsiaNews e spera che "questa catena di solidarietà si allunghi". Aiutare i profughi a rimanere in Iraq. Ma molti vogliono fuggire all'estero. Il vescovo di Amadiyah, che ha accolto migliaia di sfollati nelle chiese e nelle case: Aiutiamo anche arabi (musulmani) e yazidi, in modo gratuito e senza guardare alle differenze confessionali.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate