18 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/08/2017, 14.21

    SRI LANKA

    Agricoltura bio: un programma nelle scuole

    Melani Manel Perera

    L’esperienza della Ella Model School di Bandarawela. Nandika Sirisena, insegnante a capo del progetto: “È un ottimo insegnamento per il futuro degli studenti”. Intorno alle classi alcuni letti per la coltivazione di fiori e verdure. Il preside della scuola: “I proventi delle vendite sono destinati Comitato per lo sviluppo scolastico”. I docenti: “Ai ragazzi piace molto questo progetto, che non interferisce con il loro studio”.

    Colombo (AsiaNews) – Il governo srilankese ha introdotto nelle scuole del Paese il “Sustainable Development Program”, un’iniziativa voluta dal presidente Maithripala Sirisena per sensibilizzare gli studenti alla coltivazione organica dei prodotti ortofrutticoli, sostenibile e priva di componenti chimiche.

    Nandika Sirisena, insegnante di Scienze a capo del progetto nella Ella Model School di Bandarawela, dichiara ad AsiaNews: “Questo progetto scolastico è un ottimo insegnamento per gli studenti, che in futuro potranno diventare bravi agricoltori. Inoltre, i ragazzi hanno la possibilità di essere lavoratori autonomi e possedere in casa un orto che soddisfi le loro necessità, soprattutto con prodotti senza additivi chimici. Abbiamo iniziato la coltivazione a maggio di quest’anno. Alcune verdure sono cresciute abbastanza da poter essere raccolte adesso”.

    La Ella Model School di Bandarawela è un piccolo istituto che al momento ospita 371 studenti, 10 dei quali di etnia Tamil. Fra essi vi sono anche due musulmani. Il corpo docente è formato da 44 persone. Nonostante lo spazio non sia molto, intorno alle classi sono posizionati alcuni letti per la coltivazione di una grande varietà di verdure e persino di fiori.

    W. B. Gunasenavisuradhipathi, preside della scuola, racconta: “Per la coltivazione abbiamo utilizzato letti e recipienti. Finora abbiamo effettuato il raccolto due o tre volte. In un’occasione abbiamo ricavato 50-60kg di verdure di tutti i tipi, venduti poi agli insegnanti dell’istituto. I proventi sono stati destinati Comitato per lo sviluppo scolastico, per rispondere alle esigenze comuni”.

    V.D. Renuka e Sumithra Jayaweera, altri due docenti a capo del programma, dichiarano: “Calcoliamo la spesa e mettiamo da parte quanto è necessario per l'acquisto di semi, fertilizzanti e per alcuni strumenti. Inoltre, quantifichiamo i guadagni e li teniamo per il fondo scolastico. Non vi sono molti soldi, ma utilizziamo il denaro per i bisogni comuni, come una processione buddista o il sostegno ai parenti di un defunto legato alla scuola. Stiamo cercando aumentare la produzione, ma abbiamo qualche difficoltà a reperire l’acqua necessaria per le piante”.

    “Anche se questo è un problema molto grande, in qualche modo i nostri ragazzi riescono a mantenere viva questa coltivazione senza lasciar morire le piante, portando loro un po’ di acqua. A loro piace molto questo progetto, che non interferisce con il loro studio”, affermano le insegnanti Renuka e Sumithra.

    Nandika Sirisena conclude: “Anche se introdotto come un progetto governativo, i nostri studenti guadagnano qualcosa di più di un progetto. Amare le piante e rispettare l’ambiente sono valori positivi, così come la tutela della vita umana”. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/06/2016 12:19:00 SRI LANKA
    Sri Lanka: un anno dopo la “Laudato sì”, una mostra sulla protezione dell’ambiente (Video)

    L’evento è stato organizzato dal più grande movimento cattolico di rinnovamento nello Spirito Santo del Paese. Migliaia di ragazzi hanno partecipato alle tre giorni di incontri. L’associazione ha distribuito copie dell’enciclica tradotta in lingua locale.



    14/06/2012 SRI LANKA
    A Rio+20, lo Sri Lanka punta su lavoro, giovani e difesa dell’ambiente
    Presentato il programma nazionale che società civile e ong porteranno alla Conferenza Onu sullo Sviluppo sostenibile (Rio de Janeiro, 20-22 giugno 2012). Per uscire dalla crisi mondiale, si deve riportare al centro l’essere umano. I Paesi più ricchi devono ridurre lo sfruttamento delle risorse.

    10/02/2014 SRI LANKA
    Sri Lanka, l'impegno dei cristiani: Custodire la natura per salvare le minoranze
    È l'obiettivo della Dilmah Conservation, associazione che si occupa di sviluppo sostenibile. Nata come costola di uno dei più grandi marchi di tè del Paese, la fondazione ha organizzato una "due giorni" per sensibilizzare grandi e piccoli. Il fondatore, un cattolico, spiega: "Come cristiani abbiamo la responsabilità di proteggere ambiente e persone".

    24/07/2009 SRI LANKA
    Sri Lanka, i pescatori artigianali vincono la guerra: bandite le tecniche invasive
    La Corte suprema del Paese dichiara fuorilegge la pesca con la dinamite e diversi tipi di reti. Un successo dei pescatori e degli attivisti che ne hanno difeso i diritti, contro le multinazionali del settore ittico. Essa consentirà anche una migliore gestione delle risorse e della fauna marina.

    24/06/2015 SRI LANKA
    Kumara Fernando, dalla fede la forza per diventare “padre” degli studenti di Bambukuliya
    L’insegnante cattolico dirige la St. John De Baptist ed è molto amato dai suoi alunni. Nella sua fede ha trovato la vocazione “per lavorare per il successo dei bambini”. La maggior parte dei ragazzi proviene da situazioni di povertà.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®