16/03/2017, 11.24
RUSSIA

Ancora condanne in Russia per attività missionaria

Un tribunale ha comminato una multa a tre evangelici battisti, colpevoli di aver illegalmente distribuito letteratura religiosa e invitato persone a loro riunioni, senza aver notificato al Ministero della giustizia l'inizio della attività dell'organizzazione religiosa, come richiesto dalla legge.

Mosca (AsiaNews/Agenzie) – Nuova condanna per attività missionaria illegale in Russia. Il tribunale distrettuale Uritskij della provincia di Orel (circa 400 chilometri a sudovest di Mosca) il 10 marzo ha condannato tre evangelici battisti ad una multa per violazione della legge “Yarovaya”, che si occupa anche delle attività missionarie.

Nel darne notizia, Orlovskie Novosti, che cita proprie fonti, precisa che ad ognuno dei battisti è stata contestata la violazione dell'articolo 5.26 del Codice di violazioni amministrative di diritto (violazione della normativa sulla libertà di coscienza e la libertà di confessione religiosa e sulle associazioni religiose) ed è stata comminata una multa di 5.000 rubli (circa 17 dollari).

La corte ha ritenuto i battisti colpevoli di aver illegalmente distribuito letteratura religiosa e invitato persone a loro riunioni, senza aver notificato al Ministero della giustizia l'inizio della attività dell'organizzazione religiosa, come richiesto dalla legge.

La legge Yarovaya prende nome da Irina Yarovaya, vicepresidente della Duma (la Camera bassa del Parlamento) che insieme al senatore Viktor Ozerov ha proposto un pacchetto di norme "anti-terrorismo", adottato in Russia nel mese di luglio 2016. Esso prevede, tra l’altro, un emendamento sulle attività missionarie. In base a tali previsioni, il punto 4 dell'articolo 5.26 del Codice delle violazioni amministrative della legge prevede una sanzione amministrativa che per le persone fisiche va da 5.000 a 50mila rubli e per le persone giuridiche da 100mila a un milione di rubli.

La prima sentenza in base alla "legge Yarovaya" è stata pubblicata il 30 settembre da un tribunale che ha condannato un missionario battista americano, Donald Ossewaard, ad una multa di 40mila rubli. L'americano non è riuscito a ricorrere contro la multa alla Corte suprema russa e ha annunciato l’intenzione di lasciare la Russia dopo 14 anni di residenza nel Paese.

 

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Uzbekistan, “fuorilegge” chi possiede una Bibbia o prega in comunità
18/06/2011
Anni di carcere o di lavori forzati per chi si riunisce e prega
28/04/2010
Cristiani cacciati di casa per impedire gli incontri di preghiera
26/07/2007
Uttar Pradesh, fanatici indù attaccano missionario cristiano
02/10/2006
Nuove persecuzioni anche per i cristiani battisti russi
15/11/2017 09:06