18 Aprile 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 14/06/2012
ARABIA SAUDITA
Arabia Saudita, al via il talent show per soli maschi dove è proibito ballare, cantare e suonare
I concorrenti si sfideranno a colpi di poesie, canti religiosi ed esibizioni sportive dedicate ad Allah e al Corano. Il programma partirà il mese prossimo a Burayadah, una delle città più integraliste del regno saudita. Esso è vietato alle donne.

Riyadh (AsiaNews/Agenzie) - L'Arabia Saudita cede alla voglia di talent show in stile occidentale e lancia "Buraydah's got Talent". Organizzato dall'Internet  Burayadah Forum, il programma partirà nei prossimi mesi e sarà allestito all'aperto nel centro di Burayadah, una delle città più integraliste del regno saudita.

A differenza del popolare "Arab's Got Talent" trasmesso negli Emirati arabi e famoso in tutto il Medio oriente, il programma realizzato dalla città saudita è vietato alle donne e proibisce a  chiunque di cantare, ballare o suonare uno strumento musicale. Esso ha invece uno scopo ben preciso: spingere i giovani ad onorare nel modo migliore il profeta Maometto e Allah, con poesie, canti religiosi ed esibizioni sportive. I concorrenti saranno giudicati da esperti di islam, poeti, produttori e presentatori televisivi.  

La trasmissione prende spunto da "Arab's Got Talent", ma secondo i suoi organizzatori essa è una risposta del regno, custode della morale musulmana, al popolare show degli emirati che ha suscitato non poche polemiche nel mondo islamico. Nel 2011, la cantante Shamma Hamdan, fra i concorrenti più talentuosi, si è presentata all'esibizione con un abbigliamento maschile e senza il velo, provocando la condanna unanime di tutte le autorità religiose saudite, che hanno vietato la trasmissione nel Paese . 

 

 

 

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
26/11/2008 ARABIA SAUDITA
AccoLade, la prima rock-band “in rosa” del regno saudita
05/11/2014 ARABIA SAUDITA
Sono più di 90 al minuto i tweet "estremisti" postati in Arabia Saudita
18/09/2008 ARABIA SAUDITA
Sospeso il programma radiofonico saudita che suggeriva di uccidere gli "editori immorali"
13/09/2008 ARABIA SAUDITA
Leader islamico: lecito uccidere gli editori di tv “immorali”
03/03/2009 ARABIA SAUDITA
Anche la biancheria intima in campo per le riforme saudite

In evidenza
VATICANO
Papa: Sulle persecuzioni dei cristiani, la comunità internazionale “non assista muta e inerte”, non “rivolga il suo sguardo da un’altra parte”Al Regina Caeli (la preghiera mariana nel tempo di Pasqua), per la sesta volta in una settimana, papa Francesco ricorda il martirio dei cristiani e denuncia l’indifferenza della comunità internazionale verso questa “preoccupante deriva dei diritti umani più elementari”. I martiri di oggi “sono tanti e possiamo dire che siano più numerosi che nei primi secoli”. “La fede nella risurrezione di Gesù - ha continuato - e la speranza che Egli ci ha portato è il dono più bello che il cristiano può e deve offrire ai fratelli. A tutti e a ciascuno, dunque, non stanchiamoci di ripetere: Cristo è risorto!”
ASIA
Pasqua: il silenzio degli innocenti e il bavaglio
di Bernardo CervelleraLe violazioni alla libertà religiosa e l'atteggiamento ipocrita dell'Occidente su questo argomento rischiano di trascinare il mondo in un caos mai visto prima. Ma anche nel silenzio – della morte accettata per amore o inflitta dal potere – Dio opera. Una speranza indistruttibile sorge al mattino di Pasqua e una piccola apertura del cuore basta per invadere in un attimo tutta la vita. Buona Pasqua.
IRAN
E’ ora di giungere all’accordo con Teheran, partner affidabile nella lotta contro lo Stato islamico
di Bernardo CervelleraUna bozza di accordo sul nucleare iraniano dovrebbe essere pronta per il 31 marzo. Ma i repubblicani Usa, Israele e l’Arabia saudita sono nettamente contrari. I motivi “secondari” della loro opposizione. Con Hassan Rouhani l’Iran vuole tornare nell’alveo della comunità internazionale. La funzione mediatrice di Teheran in Medio oriente. Il nunzio vaticano: “Non vi è una sola prova che l’Iran stia preparando una bomba nucleare”.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate