25 Agosto 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 12/06/2012, 00.00

    INDIA

    Assam, tribali cristiani picchiati e costretti a convertirsi all’induismo

    Nirmala Carvalho

    Due uomini e una donna della tribù Rabha sono ricoverati per le gravi ferite riportate. A portare l’attacco, un gruppo di 40 nazionalisti indù. Il Global Council of Indian Christians denuncia aggressioni sistematiche. Due famiglie di cristiani fuggono per timore di violenze.

    Mumbai (AsiaNews) - Insultati, minacciati di morte, picchiati e costretti ad abiurare il cristianesimo: è accaduto nel villaggio di Deuphani (Assam) ad alcuni tribali Rabha, vittime in questi ultimi giorni di attacchi di 40 radicali indù. "Sono aggressioni sistematiche - denuncia ad AsiaNews Sajan George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic) - non più tollerabili. I fedeli della tribù Rabha vivono ormai nel terrore. Alle autorità dico: proteggete tutti i vostri cittadini". In seguito all'attacco, tre cristiani, compresa una donna, hanno riportato gravi ferite e sono stati ricoverati,

    Tutto è iniziato l'8 giugno scorso, quando alcuni indù hanno trovato il cristiano Bhageswar Rabha, fuggito da Deuphani, e costretto a riconvertirsi all'induismo. Qualche ora dopo, intorno alla mezzanotte, un gruppo di 40 indù ha fatto irruzione nella casa di Manesor Rabha, un cristiano pentecostale, prelevandolo insieme a sua moglie Mala, e a Michael Rabha (nella foto) e Prashanto Rabha, altri due credenti. Una volta trascinati fuori, li hanno insultati e minacciati, tentando di convincerli ad abiurare il cristianesimo e a firmare dei fogli in bianco.

    Di fronte al silenzio dei cristiani, gli aggressori hanno iniziato a picchiarli, per poi riportarli a casa di Manesor con la minaccia di "terribili conseguenze" se avessero denunciato l'accaduto alla polizia. La mattina del 10 giugno, Mala, Michael e Prashanto sono stati ricoverati al Satribari Christian Hospital. In seguito all'attacco, altre due famiglie (sette persone in totale) sono fuggite dal villaggio.

    "L'amministrazione del distretto - sottolinea Sajan George - deve assicurare protezione e sicurezza a questi tribali cristiani. La libertà religiosa è sancita dall'art.25 della Costituzione indiana, che garantisce ai cittadini di ogni credo di professare, praticare e diffondere la sua fede". 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    17/12/2014 INDIA
    Radicali indù aggrediscono gruppi cristiani: intonavano canti di Natale
    Circa 30 persone hanno picchiato il pastore e i fedeli di una comunità pentecostale, compresi donne e bambini, con bastoni e randelli. I fondamentalisti hanno accusato i cristiani di usare soldi per convertire i tribali della zona. La polizia nega le accuse: "Nessuna conversione forzata nella zona, i cristiani sono innocenti".

    31/10/2012 INDIA
    Karnataka, polizia arresta cristiani per i battesimi di 40 tribali
    Un gruppo di nazionalisti indù ha picchiato e denunciato i membri della comunità pentecostale di Chikkamatti per “conversioni forzate”. Due sono in ospedale per le ferite riportate. I neoconvertiti: “Scelta volontaria quella di abbracciare Cristo”. Ma gli agenti arrestano i fedeli per aver “urtato i sentimenti religiosi”.

    06/07/2015 INDIA
    Orissa, in prigione un pastore pentecostale per false accuse di conversioni forzate
    Contro di lui la denuncia di radicali indù. In un anno e mezzo avrebbe “attratto al cristianesimo” 300 tribali Munda. Global Council of Indian Christians (Gcic): “La retorica delle conversioni forzate incita ai crimini contro i cristiani”. Nel 1999, nello stesso distretto vennero assassinati Graham Staines e due suoi figli.

    27/07/2007 INDIA
    Aumentano le violenze anticristiane, nell’Assam ucciso un convertito
    Sul sito web della Conferenza episcopale denunciata un’escalation degli episodi di intolleranza e delle pure violenze contro i cristiani. Nell’Uttarakhand devastata una scuola di suore, mentre la polizia assiste inerte. Nell’Assam un giovane convertito malmenato a morte.

    11/12/2014 INDIA
    Cibo e soldi per cambiare religione: così i radicali indù "ri-convertono" 300 musulmani
    Ad Agra fondamentalisti del Bajrang Dal hanno "riportato alla vera fede" 57 famiglie islamiche, tutti migranti poveri di origine bangladeshi. L'opposizione attacca il governo del Bjp (Bharatiya Janata Party), "vicino" ai gruppi estremisti indù.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Nei dialoghi Cina-Santa Sede c’è silenzio sul destino dei preti sotterranei

    Zhao Nanxiong

    Entro la fine dell’anno, tutti i sacerdoti devono registrarsi per ricevere un certificato che permetta loro di esercitare il ministero. Ma la richiesta deve passare attraverso l’Associazione patriottica, i cui statuti sono “incompatibili” con la dottrina cattolica. Molti sacerdoti, ufficiali e non ufficiali, sono in un grande dilemma.


    IRAQ
    Alqosh, nonostante l'Isis la Chiesa festeggia la prima comunione di cento bambini



    Nella festa dell’Assunta l’intera comunità ha partecipato alla funzione, celebrata da Mar Sako. Vicario patriarcale: momento storico per una cittadina di frontiera a lungo minacciata dai jihadisti. Il primate caldeo invita i bambini a “contribuire alla vita della comunità”. A Kirkuk sua beatitudine ha inaugurato una grotta dedicata alla Madonna. 


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®