21 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/08/2011, 00.00

    IRAQ

    Attentato contro la chiesa siro-ortodossa di sant’Efrem a Kirkuk



    L’ordigno è scoppiato nella notte, verso l’1.30. Non ci sono vittime, ma i danni alla chiesa sono enormi. Altri attentati contro i cristiani a Kirkuk sono avvenuti all’inizio di agosto.
    Kirkuk (AsiaNews) – Questa notte alcuni ordigni sono esplosi contro la chiesa di sant’Efrem a Kirkuk. La chiesa siro-ortodossa è a poche centinaia di metri dalla cattedrale caldea, nel centro della città. Gli ordigni sono esplosi all’1.30 di questa notte e non hanno fatto vittime umane, ma i danni alla chiesa sono enorme (v. foto).

    Quello di oggi è l’ennesimo attentato di una serie contro i cristiani e i loro luoghi di culto. Lo scorso 2 agosto un’autobomba è esplosa davanti alla chiesa siro-cattolica della Sacra Famiglia, ferendo 15 persone. L’ordigno si trovava a bordo di una vettura, parcheggiata nei pressi dell’edificio. Nello stesso giorno, un altro ordigno con autobomba, parcheggiato vicino a una chiesa presbiteriana, è stato disinnescato prima che scoppiasse.

    I cristiani in Iraq sono sempre più divenuti il bersaglio del fondamentalismo islamico ancora attivo; allo stesso tempo, essi sono presi di mira nelle faide locali. Kirkuk, con i suoi 900mila abitanti, e con i depositi di petrolio più importanti dell’Iraq, da tempo è al centro di un conflitto etnico-politico fra arabi, turcomanni e curdi. Questi ultimi la vorrebbero annessa alla regione del Kurdistan, mentre arabi e turcomanni sostengono il legame con il governo centrale irakeno.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/11/2010 IRAQ-ITALIA
    Appello dell'arcivescovo di Kirkuk alla Chiesa e all’Italia
    Mons. Louis Sako domanda solidarietà ai fratelli e sorelle dell’occidente. Dal 2005 ad oggi 900 cristiani sono stati uccisi; fra essi cinque sacerdoti e l’arcivescovo di Mosul; 52 chiese sono state attaccate. Un messaggio per la Chiesa italiana alla vigilia della Giornata di preghiera e solidarietà con i cristiani perseguitati dell’Iraq, voluta dalla Conferenza episcopale italiana.

    03/12/2010 IRAQ
    Chiese cristiane in Iraq: il 9 dicembre, digiuno per i martiri della cattedrale di Baghdad
    I capi religiosi cristiani, radunati ad Erbil, hanno anche deciso di confrontarsi coi deputati cristiani dei partiti, per comprendere le ragioni dietro agli attacchi contro i fedeli. Una richiesta al governo kurdo di garantire scuola e lavoro a 520 famiglie cristiane rifugiatesi nel Nord.

    17/10/2007 IRAQ
    Ultimatum per i due sacerdoti rapiti a Mosul: 72 ore per pagare il riscatto
    Lo hanno comunicato stamattina i sequestratori all’arcivescovo siro-cattolico, secondo il quale i due sacerdoti “stanno bene”. Finora, però, nessun contatto diretto con p. Ishoa e p. Afas.

    23/04/2013 SIRIA
    Papa: "Prego per la liberazione di mons. Ibrahim e mons. Boulos al-Yaziji"
    Mons. Jeanbart ad AsiaNews: "Basta con l'indifferenza dell'Occidente". Tutti i vescovi cattolici di Aleppo "addolorati e preoccupati" per il rapimento dei due prelati della chiesa siro-ortodossa e greco-ortodossa. I sequestratori sarebbero miliziani stranieri. Anche il patriarcato ortodosso di Mosca si unisce al dolore delle chiese siriane.

    16/07/2010 IRAQ
    Nell’Iraq delle violenze, ordinati due sacerdoti e quattro diaconi a Kirkuk
    Le ordinazioni sono avvenute nella cattedrale per mano di mons. Louis Sako. Altre ordinazioni a Dohok, Karamless (Mosul), Bertella e Karakosh. Un segno di novità “in questo tempo di tribolazione e di buio”.



    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®