30/05/2017, 08.56
IRAQ
Invia ad un amico

Baghdad, kamikaze dell'Isis colpisce davanti a una gelateria: 10 morti e 30 feriti

L’attentatore, a bordo di una vettura carica di esplosivo, ha colpito nel popolare quartiere di Karrada. Obiettivo dell’attentato la comunità locale, a maggioranza sciita. Lo scoppio è avvenuto a termine della giornata di digiuno e preghiera. Sui social le immagini dei danni provocati dalla deflagrazione. 

 

Baghdad (AsiaNews/Agenzie) - Un attentatore suicida, a bordo di una vettura imbottita di esplosivo, si è fatto esplodere nei pressi di una popolare gelateria a Baghdad, uccidendo oltre 10 persone e ferendone almeno 30. Fra le vittime vi sarebbero anche dei bambini. L’attacco è avvenuto nella tarda serata di ieri nel quartiere a maggioranza sciita di Karrada, in una zona molto affollata al momento dello scoppio. 

Le persone si erano radunate al termine della giornata di digiuno e preghiera, in concomitanza con il mese sacro di Ramadan iniziato lo scorso fine settimana. 

Le milizie dello Stato islamico hanno rivendicato l’attacco attraverso un comunicato diffuso attraverso l’agenzia Amaq, organo di propaganda ufficiale dei jihadisti. Obiettivo dell’attentato un “assembramento” di cittadini musulmani sciiti. 

Durante il Ramadan gli abitanti della capitale irakena sono soliti affollare le strade la sera, per consumare insieme cibi e bevande dopo il digiuno. L’attentatore ha colpito un facile obiettivo, consapevole di provocare un gran numero di vittime fra la popolazione indifesa. 

Immagini e filmati rilanciati sui social media in queste ore mostrano il devastante impatto causato dall’esplosione. I danni maggiori si sono concentrati nell’area di Al-Faqma, all’esterno di una gelateria; lo scoppio ha danneggiato alcuni edifici della zona, provocando la caduta di calcinacci e detriti in strada. 

Il “Califfato” negli ultimi due anni ha colpito a più riprese la comunità sciita, considerata apostata e per questo punibile con la morte. Le violenze jihadiste non hanno risparmiato nemmeno donne e bambini, anch’esse vittime dei numerosi attentati. Gli attentati sono cresciuti in maniera esponenziale nell’ultimo semestre, in concomitanza con l’offensiva lanciata dall’esercito irakeno e dalle milizie curde contro Mosul, roccaforte jihadista in Iraq.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Patriarca caldeo: I musulmani rispondano alle violenze commesse in nome della religione
05/07/2016 15:34
Patriarca caldeo: Terribile attacco contro i pellegrini sciiti. Un Paese nel baratro
25/11/2016 11:59
Lo Stato islamico minaccia di colpire l’Iran e la guida suprema Khamenei
28/03/2017 08:52
Nassiriya, doppio attacco dell’Isis: almeno 74 vittime, anche pellegrini iraniani
15/09/2017 09:01
Ancora morti in Iraq, patriarca Sako: cristiani e musulmani uniti contro il terrorismo
08/07/2016 12:22