15/01/2016, 00.00
THAILANDIA

Bangkok: il traduttore della Bibbia in lingua thai nominato cappellano di Sua Santità

Weena Kowitwanij
P. Thasanai Komkris, biblista e latinista che ha speso 20 anni di lavoro per preparare l’edizione pubblicata nel luglio 2014. “Thasanai il grande”, 81 anni, ha studiato per anni a Roma e insegnato nei seminari maggiori di Malaysia e Thailandia. Nel 1958 incontrò san Giovanni XXIII.

Bangkok (AsiaNews) – I fedeli di Bangkok hanno accolto con gioia la notizia della nomina da parte di papa Francesco di p. Thasanai Komkris come cappellano di Sua Santità, titolo onorifico concesso a sacerdoti diocesani meritevoli e di lungo servizio. La decisione del papa risale al 30 novembre scorso, ma l’arcidiocesi della capitale ha pubblicato la notizia solo ieri. P. Komkris ha speso 20 anni di lavoro per preparare l’edizione cattolica della Bibbia in lingua thai.

Il nuovo cappellano di Sua Santità è nato il 18 settembre 1935 a Songhkal, all’estremo sud della Thailandia, primo di 10 figli di Louis e Elizabeth Komkris. Dopo aver completato la scuola secondaria all’Assunzione, gestita dalla congregazione di San Gabriele, ha continuato gli studi all’Urbaniana di Roma dal 1954 al 1961, ottenendo la laurea magistrale in Filosofia e Teologia.  P. Komkris è stato ordinato sacerdote il 21 dicembre 1960. Tra il 1973 3 il 1976 ha ottenuto un'altra laurea all’Pontificio istituto biblico di Roma.

La vocazione sacerdotale, racconta il cappellano, è merito di sua madre: “Un giorno mi disse: ‘Se un giorno finirà la guerra ti manderò in un collegio, dove ti verrà insegnato ad essere un brav’uomo’”. Infatti, “quando sono stato mandato alla scuola dei Salesiani nella provincia di Rajchaburi – continua p. Komkris – ho avuto l’opportunità di stare a stretto contatto coi sacerdoti e di partecipare alla messa tutti i giorni, cantando canti in latino. Questo fatto mi ha sfidato ad imparare il latino e, visto che a quel tempo solo i seminaristi potevano impararlo, sono entrato in seminario”.

P. Komkris ricorda un incontro che ebbe con san Giovanni XXIII, che visitò il Collegio Urbano nel novembre del 1958, un mese dopo la sua elezione: “Sua Santità ci disse per scherzo: ‘La mia casa è giusto dall’altra parte. La mia finestra è dalla parte opposta alla vostra, quindi aprite la finestra così ci vedremo in faccia’”.

P. Komkris è uno dei maggiori studiosi della Bibbia in Thailandia e ha contribuito alla versione completa del testo sacro pubblicata nel Paese a luglio 2014. Grazie alla sua conoscenza del latino, inoltre, negli anni ha tradotto tutti i documenti della Chiesa in lingua thai. Gli accademici della sua generazione sono soliti chiamarlo “Thasanai il grande”.

Parlando della sua vocazione, il sacerdote ha detto: “Le benedizioni che Dio dà a ciascuno di noi sono differenti, per alcuni è professare la fede, per altri insegnare etc. Per quasi tutta la vita io sono stato professore al seminario maggiore di Penang, in Malaysia, e poi al seminario maggiore Luxmundi di Bangkok. Ho fatto poco lavoro pastorale nella comunità cattolica”.

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Bangkok, via libera alla stampa della prima Bibbia cattolica in lingua thai
04/07/2014
Vescovi thai offrono al re le reliquie dei due Papi santi
13/05/2014
Una laurea per “nonna Hai”, che combatte per i poveri
10/03/2010
Quasi certa la rielezione di Thaksin Shinawatra
07/02/2005
Al via domani le elezioni nazionali
05/02/2005