10/01/2018, 08.39
CINA-IRAN
Invia ad un amico

Brucerà ‘per un mese’ la petroliera iraniana nel Mar Cinese orientale

La petroliera trasportava 136mila tonnellate di petrolio condensato altamente infiammabile. Il timore è che esploda o affondi inquinando l’aerea. Recuperata una salma; altri 31 marinai sono dispersi.

Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) – La petroliera iraniana scontratasi con un cargo nel Mar Cinese orientale potrebbe bruciare per un intero mese. Lo afferma il ministero per l’oceano e la pesca di Seoul in una dichiarazione pubblicata oggi. Quattro giorni fa la petroliera Sanchi è stata colpita da una nave cinese a 300 km a est di Shanghai e da allora brucia nell’oceano. Del suo equipaggio, 31 marinai sono ancora dispersi e una salma è stata ritrovata. Decine di navi cinesi e sudcoreane sono impegnate nella ricerca, combattendo contro forti venti, onde altissime e i fumi velenosi che si levano dall’incendio.

La Sanchi trasportava 136mila tonnellate di petrolio condensato, altamente infiammabile, del valore di 60 milioni di dollari Usa. Il timore è che bruciando, la nave esploda, oppure affondando, essa inquini tutta la zona.

Il ministero cinese dei trasporti ha dichiarato ieri che finora non vi è traccia di grossi riversamenti di petrolio sulla superficie del mare.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Esplode e affonda la petroliera iraniana. Nessuna speranza di trovare sopravvissuti
15/01/2018 08:15
Petroliera iraniana si scontra con nave cinese. Disastro ecologico e 32 marinai dispersi
08/01/2018 08:31
Petroliera affondata: la marea nera si estende per oltre 300 kmq
22/01/2018 08:16
Vertice trilaterale Pechino – Tokyo – Seoul rimandato al prossimo anno
15/12/2016 10:56
Stato di disastro in Corea: oltre 50 km di costa sotto un manto nero di petrolio
12/12/2007