27/03/2004, 00.00
ITALIA

C'è spazio oggi per il Cristianesimo nella cultura cinese

Milano (AsiaNews) – Si svolge oggi una giornata di studio su Cina e Cristianesimo, organizzata dal Pontificio Istituto Missioni Estere (PIME) e l'Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria di Milano. Essa rientra nell'iniziativa "Sentieri Cinesi", che mira a contribuire a una più profonda conoscenza della Cina in Italia attraverso incontri e manifestazioni, con la partecipazione, studiosi, esperti, missionari.

Il convegno di oggi si propone di offrire una panoramica dell'incontro/scontro tra fede cristiana e cultura cinese, in una prospettiva ampia dal punto di vista cronologico e tematico. Filo conduttore degli interventi che si susseguiranno sarà l'impatto del Cristianesimo sulla Cina, dal suo primo ingresso nel paese, fino alla sua riscoperta oggi da parte degli intellettuali e alla sfida che esso pone alla nuova leadership cinese.

Nel corso della mattinata, i relatori si soffermeranno sulle radici della missione cristiana e dell'inculturazione del messaggio cristiano in Cina, la cui prima esperienza è rappresentata dalla stele nestoriana rinvenuta vicino Xi'an, risalente al VII sec., la cui iscrizione verrà spiegata dal sinologo Matteo Nicolini-Zani, membro della Comunità di Bose. P. Gianni Criveller, missionario del PIME a Hong Kong, analizzerà la lungimirante apertura alla cultura cinese nell'opera di evangelizzazione di Matteo Ricci, missionario gesuita del XVI sec., mentre p. Heinrich Pfeiffer s.j., tratterà dell'arte cristiana in Cina come mezzo di inculturazione della fede.

Nel pomeriggio, la seconda parte del convegno analizzerà la situazione attuale del Cristianesimo in Cina, caratterizzata da traguardi raggiunti e nuove sfide. La contraddittoria politica religiosa del governo, che vive ancora degli stereotipi del marxismo e mantiene un controllo serrato dell'attività religiosa (p. Angelo Lazzarotto, Pime), non è riuscita a soffocare il nuovo interesse del Cristianesimo sul piano culturale (Teresa Xiao Enhui, scrittrice cinese) né l'esigenza di comunione dei cattolici cinesi con la Chiesa di Roma, che ha portato a incoraggianti passi avanti verso un superamento della netta divisione tra cattolici della chiesa patriottica e cattolici della chiesa "sotterranea" (p. Giancarlo Politi, Pime).

Il convegno ha luogo presso la sede del Pime di Milano. (MR)

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Qing Ming, la Chiesa più vicina alla cultura cinese tradizionale
06/04/2011
In mostra il primo atlante della Cina, opera del gesuita Martino Martini
08/10/2004
Una marcia per difendere i diritti degli aborigeni
24/07/2004
Wu Li, pittore, poeta e gesuita nella Chiesa dell'Impero Qing
13/12/2003
La tv di Stato ammette che in Cina cresce la fede cattolica
19/12/2006