25 Settembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 23/03/2010, 00.00

    FILIPPINE

    Canti, balli e storie del Vangelo per far vivere la Pasqua a orfani e anziani di Malolos

    Santosh Digal

    L’iniziativa avviene durante la Quaresima e coinvolgerà fino a Pasqua, 79 pazienti della Casa dei discepoli di Emmaus di Malolos. Organizzatrici dell’evento le suore Agostiniane di Nostra Signora della consolazione e un gruppo di studenti della diocesi di Bulacan. Suor Easter Aunan “Come noi i malati hanno bisogno di vivere l’esperienza di speranza incarnata nella Pasqua”.

    Manila (AsiaNews) – Dare un raggio di speranza ai malati con canti, balli e storie del Vangelo. Con questa iniziativa le suore Agostiniane di Nostra Signora della consolazione della diocesi di Bulacan e alcuni volontari preparano al tempo della Pasqua 79 pazienti della Casa dei discepoli di Emmaus di Malolos (Bulacan).

    “In queste domeniche di Quaresima abbiamo parlato e cantato insieme ai malati, leggendo storie del Vangelo per sollevare i loro spiriti – afferma suor Easter Aunan – molti pazienti soffrono di depressione e solitudine e altri hanno problemi mentali. Hanno bisogno di amore e di un supporto morale e fisico”.  “Come noi – continua – malati terminali, orfani e anziani desiderano vivere l’esperienza di speranza incarnata dalla Pasqua”.

    La Casa dei discepoli di Emmaus offre da 25 anni un’alternativa ad anziani, orfani e malati terminali abbandonati dalle loro famiglie. L’istituto provvede alle cure mediche dei pazienti e dà la possibilità per chi lo desidera di avere un sostegno psicologico e spirituale, grazie alla disponibilità di religiosi, medici e studenti volontari delle scuole della diocesi. I finanziamenti giungono all’istituto attraverso il contributo di Chiesa e benefattori.

    P. Ricardo K. Boraga, direttore dell’ospizio, afferma: “Invece di morire per strada, senza cibo, cure e amore, e dignità umana, i malati vengono nella Casa dei discepoli di Emmaus, dove si sentono come a casa propria, grazie al servizio e all’amore cristiano”. “Amiamo vederli desiderosi di amore e cure – aggiunge il sacerdote – anche se molti di loro sono ormai anziani e malati”. P. Boraga dice che gli ultimi sono come noi creati a immagine e somiglianza di Dio e per questo vanno serviti nel migliore modo possibile.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/03/2012 LIBIA
    Mons. Martinelli: Cristiani testimoni della Pasqua nella Libia piagata da odi e violenze
    Vescovo di Tripoli racconta i preparativi della Pasqua della piccola comunità cattolica libica. Otto persone dell'Africa sub-sahariana saranno battezzate alla messa di Pasqua. Le celebrazioni avverranno tutte di giorno. Il difficile ritorno alla normalità dopo 42 anni di dittatura e un anno di guerra civile.

    02/04/2010 FILIPPINE
    Mindanao, la Pasqua richiama cristiani e musulmani all’impegno per la pace
    In occasione della Settimana Santa e della Pasqua, mons. Romulo Tolentino de la Cruz, vescovo di Kidapawan e membro del Forum dei vescovi e degli Ulema, racconta ad AsiaNews la situazione e le aspettative future della popolazione di Mindanao. La regione a maggioranza musulmana è da 40 anni teatro di guerra tra esercito filippino e ribelli islamici.

    30/03/2010 FILIPPINE
    Antichi canti ricordano ai filippini l’esempio di Cristo sulla Croce
    Durante la Settimana Santa, anziani, giovani, poveri e carcerati recitano ogni mattina il Pabasa, antico canto tradizionale composto nel XVII secolo dai missionari spagnoli per insegnare le storie della Passione di Gesù agli indigeni. P. Fernando Caprio: questo canto ci aiuta a ricordare che Cristo splende in tutte le circostanze della nostra vita.

    26/01/2011 FILIPPINE
    Beniño Aquino: no alla legge pro-aborto; si alla paternità responsabile
    La decisione è avvenuta dopo diversi colloqui con i vescovi. In sostituzione della legge di salute riproduttiva, il presidente proporrà una nuova normativa più vicina alla sensibilità del mondo cattolico. Controllo delle nascite e metodi di contraccezione non saranno menzionati.

    03/06/2010 FILIPPINE
    Manila lancia l’educazione sessuale nelle elementari. Le critiche dei vescovi
    Con il nuovo anno scolastico, governo e Onu diffonderanno in 80 scuole elementari il programma di “salute riproduttiva” anche ai ragazzi di 11 e 12 anni. Mons. Qitorio “La Chiesa crede che l’educazione sessuale dei bambini è un compito dei genitori e non della scuola e, se deve essere insegnata agli studenti, occorre iniziare con i ragazzi delle scuole superiori”.



    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®