20 Settembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 24/04/2012, 00.00

    ISRAELE

    Capo delle forze armate: Israele “pronto” ad attaccare Iran, Libano e Gaza



    Il generale Binyamin Gantz lo ha affermato in un’intervista al quotidiano israeliano Yediot Ahronot. Il 2012 sarà un “anno cruciale”, e la minaccia nucleare di Teheran “va fermata”. Tel Aviv “si sta organizzando” per fronteggiare il possibile conflitto.

    Tel Aviv (AsiaNews/Agenzie) - Israele sarebbe "pronto" ad attaccare Iran, Libano e Gaza, se necessario. Ad affermarlo è Binyamin Gantz, capo di Stato maggiore dell'esercito di Tel Aviv, in un'intervista rilasciata al noto quotidiano israeliano Yediot Ahronot. "Il 2012 - spiega il generale - sarà un anno cruciale per fermare quello che Israele e gran parte della comunità internazionale credono sia il programma iraniano di armamenti nucleari. Crediamo che questo vada fermato. E Israele si sta organizzando di conseguenza". Le dichiarazioni di Gantz arrivano alla vigilia del 64mo anniversario della nascita dello Stato di Israele.

    In Israele si discute da anni su un possibile attacco ai reattori nucleari iraniani e negli ultimi mesi sono apparsi sui giornali forti discussioni pro o contro l'attacco.  Per Israele e buona parte della comunità internazionale il programma nucleare iraniano ha sottaciuti scopi bellici. Teheran ne ha sempre rivendicato uno scopo pacifico. Per ora gli Stati Uniti sembrano decisi per una soluzione diplomatica, attuando sanzioni sempre più difficili da sopportare per l'Iran.

    Nell'intervista, il gen. Gantz afferma: "Secondo i nostri servizi, data la realtà strategica e l'instabilità della regione, la possibilità che la situazione degeneri in una guerra è più alta che in passato". Ed è proprio in caso di un conflitto esteso a tutta l'area, che l'esercito israeliano saprà rispondere alle minacce che arrivano dal Libano e dalla striscia di Gaza.

    "Non posso promettere - aggiunge - che non cadranno missili qui. Ne cadranno, e molti. Non sarà una guerra semplice, né in prima linea, né sul fronte interno. Tuttavia, non consiglio a nessuno di metterci alla prova".  

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/04/2010 ISRAELE - IRAN
    In Israele si distribuiscono kit contro attacchi biochimici e maschere antigas
    La distribuzione annunciata dal ministro della difesa, dopo minacce da parte iraniana. Tensione crescente in vista di possibili attacchi contro l’Iran.

    08/04/2010 MEDIO ORIENTE
    Hariri: il conflitto israelo-palestinese più “esplosivo” del nucleare iraniano
    Il premier libanese punta il dito contro la “minaccia israeliana” e guarda a Damasco per un nuovo assetto di forze nell’area. Egli è favorevole a un Medio Oriente senza atomica e questo “riguarda Israele”, non solo l’Iran. Primo Ministro turco: Tel Aviv “la più grave minaccia” alla pace.

    18/05/2007 ISLAM
    Dalla Conferenza islamica grandi dichiarazioni per la pace e contro l’islamofobia
    Sostegno al piano saudita per risolvere il conflitto con Israele, tutela della sovranità del Libano, diritto dell’Iran all’uso pacifico del nucleare, no ai peacekiping musulmani in Iraq, autodeterminazione per il Kashmir.

    08/01/2009 ISRAELE - LIBANO
    Razzi dal Libano colpiscono il nord di Israele: si apre un nuovo fronte?
    Feriti in modo leggero 5 israeliani in Galilea. L’esercito israeliano ha risposto al fuoco. Nessuna rivendicazione, ma si pensa al coinvolgimento del Fronte popolare per la liberazione della Palestina. Le minacce di Hezbollah; la visita dell’iraniano Larijani a Damasco per incontrare Khaled Meshaal e altri gruppi palestinesi vicini a Teheran. A Gaza il bilancio dei morti sale a 700; oltre 3 mila i feriti.

    28/09/2012 ISRAELE - IRAN - PALESTINA
    Onu: le minacce dell'Iran spiegate da Netanyahu e il silenzio sulla Palestina
    Il vice ambasciatore iraniano all'Onu minaccia vendette in caso di un attacco preventivo da parte di Israele. Il Premier israeliano lancia un ultimatum agli Stati Uniti e all'occidente per fermare il programma nucleare di Teheran. Passo indietro dell'Autorità Nazionale Palestinese su un pieno riconoscimento all'Onu.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    I nuovi regolamenti religiosi: annientare le comunità sotterranee, soffocare le comunità ufficiali

    Bernardo Cervellera

    Pochi articoli aggiunti rispetto alle bozze. Le religioni viste non come “l’oppio”, ma “la peste” dei popoli. Controllo spasmodico di tutti i livelli del potere politico verso le religioni ufficiali. Multe elevatissime per i membri delle comunità non ufficiali. Sequestro e incameramento dei “siti illegali” da parte dello Stato. Espulsione dalle scuole per attività di “proselitismo”.


    CINA-VATICANO
    Mons. Pietro Shao Zhumin sotto controllo in un ospedale di Pechino

    Bernardo Cervellera

    È stato sottoposto a un’operazione a un orecchio. Gli è stato vietato di partecipare ai funerali di un anziano testimone della fede, p. Giovanni Wang, che ha subito 12 anni di lager. Anche il segretario dl vescovo è stato sequestrato per impedirgli di partecipare ai funerali di p. Wang.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®