17 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 10/02/2017, 11.12

    INDIA

    Capo ultranazionalista: In India tutti sono indù, compresi i musulmani

    Nirmala Carvalho

    Mohan Bhagwat è il leader del Rashtriya Swayamsevak Sangh. È intervenuto durante una conferenza indù in Madhya Pradesh. “Anche i musulmani sono indù per nazionalità ma islamici per fede”. “Alcune forze maligne sfrutteranno i poveri, i malati e gli ignoranti e faranno in modo che agiscano contro il Paese”.

    Mumbai (India) – “Ogni persona che vive in India è indù, compresi i musulmani, che sono indù per nazionalità ma islamici per fede”. Lo ha detto Mohan Bhagwat, capo del Rashtriya Swayamsevak Sangh (Rss), gruppo paramilitare e ultranazionalista indù di cui il partito di governo Bjp (Bharatiya Janata Party) è il braccio politico. Egli è intervenuto durante l’“Hindu Sammelan” [conferenza indù] a Betul, in Madhya Pradesh, e ha dichiarato che “chiunque rispetti la ‘Bharat Mata [Madre India] è un indù”.

    In precedenza aveva visitato la cella n.1 del carcere locale, dove nel 1948 dopo l’assassinio del Mahatma Gandhi è stato rinchiuso M S Golwalkar, ex capo dell’Rss. Ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), lamenta: “Il capo dell’Rss continua a portare avanti l’ideologia della destra radicale dei fondatori. Questa dichiarazione e l’aver reso omaggio alla cella dove Gowalikar fu incarcerato, lanciano un forte messaggio all’ideologia dell’Hindutva”.

    Bhagwat ha affermato: “Anche se seguiamo fedi differenti e abbiamo diversi modi di adorazione, siamo tutti la stessa cosa. Se l’India vuole diventare un leader mondiale, gli indù devono assumersi le proprie responsabilità. Se qualcosa va storto, le domande vanno poste solo agli indù”. Questo perché, ha sottolineato, “l’India è un Paese solo per indù”.

    Il capo dell’Rss ha invitato i fedeli indù a rimanere uniti. “Se non restiamo uniti – ha affermato – e non aiutiamo gli altri, alcune forze maligne sfrutteranno i poveri, gli ignoranti e i malati. Esse utilizzeranno queste differenze per far in modo che alcune persone agiscano contro il Paese”. Alcuni commentatori vedono in queste parole un’accusa indiretta alle attività sociali dei cristiani. Poi ha aggiunto: “Non vogliamo che qualcuno rimanga debole. Vogliamo che essi diventino capaci e che si trasformino da riceventi in donatori”.

    Il Gcic condanna con fermezza i commenti del capo del gruppo radicale indù, e afferma che essi “creano divisione e seminano discordia e sospetto. Inoltre commenti di questo tipo prendono come bersaglio i settori più vulnerabili della società indiana, come le minoranze, i dalit e i tribali”.

    Sajan K George ricorda che “la Costituzione dell’India garantisce la nostra libertà religiosa, la diversità culturale e il pluralismo”. E conclude: “Il capo degli ultranazionalisti deve astenersi dal pronunciare simili dichiarazioni fasciste”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    02/03/2017 08:59:00 INDIA
    Madhya Pradesh, radicali indù interrompono un matrimonio misto in una chiesa

    I radicali appartengono al gruppo di estrema destra Hindu Vahini. Accusano i cristiani di aver voluto convertire il futuro sposo, di religione indù. La coppia è stata costretta a posticipare le nozze e le celebrerà con un rituale vedico. Nello Stato è in vigore la legge contro le conversioni forzate che discrimina le minoranze.



    18/01/2017 12:57:00 INDIA
    Card. Gracias: Preghiamo insieme per l’unità dei cristiani

    Per la prima volta a Mumbai la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani viene organizzata da cattolici e pentecostali. L’arcivescovo presiederà la preghiera ecumenica il 20 gennaio. Leader cristiano: “Le divisioni sono terreno fertile per i radicali indù che vogliono demolire le icone cristiane di carità, educazione e assistenza ai malati”.



    31/03/2017 11:31:00 INDIA
    Tamil Nadu, pastore pentecostale arrestato: criticava lo yoga obbligatorio nelle scuole

    Il pastore aveva anche lodato i benefici della pratica sul fisico e sulla mente. La sua chiesa accoglie dalit e poveri discriminati dal sistema delle caste. In Uttar Pradesh picchiato e arrestato un altro pastore pentecostale; detenuti e poi rilasciati il pastore e cinque fedeli della chiesa “Life Worship Centre”.



    29/09/2009 INDIA
    Orissa: l’estremismo indù dietro la bomba al campo profughi dei cristiani
    Morto l’uomo che stava preparando l’ordigno. Quattro i feriti tutti appartenenti alle 32 famiglie cristiane che vivono nel campo di Nandamaha. La polizia incolpa i militanti maoisti. Per il direttore del Global Council of Indian Christians è l’ennesima violenza indù contro i cristiani.

    21/09/2017 10:06:00 INDIA
    Madhya Pradesh, l’Hindutva contro i poveri. Le denunce di cattolici e protestanti

    Chiuso l’ostello che dal 1997 ospitava studenti tribali. La polizia è arrivata con cinque jeep cariche di estremisti indù, spaventando i bambini. Il collegio è accusato di conversioni forzate. Sajan K George: “I nazionalisti sono contro i cattolici perché vogliono continuare a sfruttare dalit e tribali”.





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®