28 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/01/2015, 00.00

    INDIA - ISLAM - FRANCIA

    Card. Gracias: "L'attacco di Parigi ci ha sconvolti, vicini alle famiglie e alla Francia"

    Nirmala Carvalho

    L'arcivescovo di Mumbai ad AsiaNews: "In India conosciamo l'intolleranza religiosa e la violenza in nome di Dio. La strage dei giorni scorsi non ha alcuna giustificazione, ma dobbiamo rimanere vigili contro il pregiudizio basato sull'appartenenza a una comunità".

    Mumbai (AsiaNews) - L'attacco contro la redazione del settimanale francese Charlie Hebdo "non ha alcuna giustificazione. Una volta di più, l'estremismo stravolge il senso della religione e usa Dio per motivare un crimine terribile. Tuttavia dobbiamo rimanere sensibili nei confronti dei sentimenti religiosi, e rimanere in guardia contro il pregiudizio basato sull'appartenenza a una comunità". Lo dice ad AsiaNews l'arcivescovo di Mumbai, card. Oswald Gracias.

    Il presule, anche presidente della Federazione delle Conferenze episcopali asiatiche, si dice "profondamente addolorato per il terribile attacco omicida di Parigi, che ha gettato le famiglie delle vittime e tutta la Francia in uno stato di prostrazione e di lutto. La Chiesa dell'India sente il dolore del popolo francese e si stringe solidale alle famiglie che ora piangono i propri morti".

    Anche in India, aggiunge il card. Gracias, "siamo stati bersaglio del fondamentalismo religioso, violento e pericoloso, che usa Dio per giustificare la violenza. L'intolleranza religiosa è una minaccia per gli esseri umani e per la vita, ma lo è anche per il Signore. Minaccia di destabilizzare le società, le comunità e persino le nazioni. L'attacco avvenuto a Parigi è criminale e non ha in alcun modo una giustificazione".

    Nonostante questo, conclude, "dobbiamo essere sempre sensibili nei confronti dei sentimenti religiosi, e rimanere in guardia contro il pericolo del pregiudizio basato sull'appartenenza a una comunità di fedeli. Come leader religiosi, è nostra responsabilità proclamare e rendere sempre più vivo il Vangelo della pace, sentiero per il dialogo". 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/01/2015 FRANCIA-ISLAM
    Charlie Hebdo: una lotta all'interno dell'islam
    Pubblicate le foto dei due sospetti. Un terzo sospettato si sarebbe consegnato volontariamente. Il giornale satirico parigino spesso ha preso di mira le religioni. Un attacco fra i più violenti negli ultimi 50 anni. Il cordoglio del Vaticano; la condanna da parte dell'Onu e di quasi tutti i Paesi islamici che riaffermano l'idea "l'islam è contro la violenza". Osservatorio per l'islamofobia: radicalismo e violenza sono i peggiori nemici dell'islam.

    14/11/2015 INDIA - FRANCIA
    Mumbai, Congresso eucaristico: dal card Gracias silenzio e preghiera per le vittime di Parigi
    Cardinali, vescovi e partecipanti al Nec ricordano i morti dell’attacco terroristico e le loro famiglie. Un grido a Dio “che si leva dal profondo”. Durante il pellegrinaggio al Santuario mariano verrà recitato il rosario per le vittime.

    19/01/2015 FRANCIA - ISLAM
    Dopo Charlie Hebdo, per Francia e occidente è tempo di attuare una "laicità positiva"
    La libertà di espressione non è fine a se stessa. Gli opposti estremismi del fondamentalismo violento e della libertà assoluta devono lasciare spazio alla "volontà di convivenza". L'occidente sta diventando una società multireligiosa. Come per la Shoah, occorre trovare un limite al "negazionismo" verso le religioni. Il Libano come modello. La laicité è morta.

    16/11/2015 FRANCIA - ISLAM
    Strage di Parigi, il fallimento dell’integrazione musulmana in Europa
    L’attacco al cuore della Francia evidenzia la crisi del modello di convivenza nel continente. Disagio sociale, povertà ed emarginazione alimentano l’estremismo e la radicalizzazione delle giovani generazioni. La testimonianza di una giornalista neozelandese, esperta di fedi e dialogo interreligioso. Il racconto del suo viaggio all’interno del mondo musulmano francese.

    21/04/2017 08:40:00 FRANCIA-ISLAM
    Ancora terrore a Parigi: lo Stato islamico rivendica l’attentato agli Champs Elisées

    L’autore era conosciuto dalle forze di sicurezza come pericoloso. L’attentato a pochi giorni dalle elezioni presidenziali. La lunga serie di violenze a Parigi, Nizza, Rouen, Marsiglia. Fra le cause delle violenze si parla della povertà e dell'abbandono nelle periferie, ma anche dell'insegnamento fondamentalista di molti imam nelle moschee francesi.





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    I 60 anni dell’Associazione patriottica cinese: la Chiesa sottomessa alla politica

    Shan Ren Shen Fu (山人神父)

    Sebbene in tono basso - forse per i dialoghi col Vaticano - è risuonato ancora lo slogan per una Chiesa “autonoma” e “indipendente” (dalla Santa Sede) e sottomessa in tutto alla politica del Partito. I vescovi ufficiali muoiono come “funzionari di Stato”, lontani dai fedeli. Alcuni sono richiesti di iscriversi al Partito che obbliga i suoi membri all’ateismo. Fra i vescovi ufficiali mancano “testimoni”, ma vi sono alcuni “opportunisti”. L'opinione di un sacerdote della Chiesa ufficiale.


    VATICANO
    Papa: appello per “moderazione e dialogo” a Gerusalemme



    All’Angelus Francesco, preoccupato per le violenze in atto nella Città santa, invita a pregare  preghiera “affinché il Signore ispiri a tutti propositi di riconciliazione e di pace”. Il male e il bene sono “intrecciati” in ognuno di noi e non spetta all’uomo distinguere né giudicare.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®