24 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/12/2016, 13.05

    INDIA

    Caritas India, fraternità e aiuti per i malati di cancro

    Santosh Digal

    L’iniziativa rientra nella campagna per la Quaresima del 2017. Ogni anno il braccio sociale della Chiesa cattolica in India sviluppa programmi per migliorare le condizioni di vita della popolazione. In oltre 50 anni di attività ha finanziato quasi 23mila progetti per oltre 196 milioni di euro.

    New Delhi (AsiaNews) – Caritas India, il braccio sociale della Conferenza episcopale indiana (Cbci), ha deciso di intensificare ancora di più la lotta contro il cancro. L’iniziativa è parte della campagna promossa dall’associazione cattolica per il periodo quaresimale del 2017. P. Frederick D’Souza, direttore esecutivo, spiega ad AsiaNews: “Ogni anno Caritas India lancia campagne su temi sociali che affiggono la società per innescare un cambiamento. Radicati nella convinzione di una pienezza di vita e impegnati a proteggere e promuovere la vita, la campagna per la Quaresima di quest’anno [2017] contro la fame e le malattie vuole sconfiggere il fardello del cancro. Vogliamo dire ‘sì alla vita’ e ‘no al cancro’”.

    Secondo il Programma nazionale di registro del cancro del Consiglio indiano per la ricerca medica, nel Paese vivono 2,5 milioni di malati di cancro. Ogni anno si registrano 700mila nuovi casi e 556.400 decessi. I cinque tipi di cancro più diffusi [per gli uomini: cavità orale, polmoni, stomaco, colon retto e faringe; per le donne: seno, collo dell’utero, colon retto, ovaie e cavità orale – ndr] rappresentano il 47,2% del totale di tutte le tipologie di cancro, e sono prevenibili e curabili se diagnosticati, rilevati e trattati nei primi stadi della malattia.

    Nel marzo del 2014 la Caritas ha lanciato in Kerala la “Ashakiranam”, una campagna per la cura del cancro. Lo Stato dell’India meridionale è tra i più colpiti dai tumori, con 35mila nuovi pazienti segnalati ogni anno. In poco tempo l’iniziativa ha avuto un enorme successo fino a coinvolgere circa 900 volontari – tra studenti, pazienti guariti, medici, istituzioni, artisti e gente comune – che hanno deciso di donare il proprio tempo e denaro per aiutare i malati. Sull’esempio del Kerala, la campagna è stata estesa anche nel vicino Tamil Nadu.

    P. D’Souza ritiene che la lotta contro il cancro promossa dalla Caritas “sottolinei il potere dell’amore”. “Attraverso un network di più di 200 membri in tutta l’India – aggiunge – la campagna del 2017 ha come obiettivo promuovere la consapevolezza della malattia, l’importanza della diagnosi precoce, un cambiamento nello stile di vita”. I volontari incentiveranno il consumo di cibo sano e assisteranno i più poveri non solo dal punto di vista finanziario ma anche con sostegno psicosociale e cure palliative.

    La campagna contro il cancro, afferma, “vuole portare un messaggio di vita. È un atteggiamento e azione nella fede”. Fondata nel 1962, ogni anno Caritas India destina il 95% dei fondi stanziati per la Quaresima nello sviluppo di iniziative in tema sanitario, aiuti nelle emergenze, recupero dei pazienti, educazione, agricoltura sostenibile e sicurezza alimentare.

    Fin da quando ha mosso i primi passi, l’organizzazione ha fornito risposte immediate nelle situazioni di emergenza sia a livello nazionale che internazionale (come alluvioni, terremoti, accoglienza dei profughi).

    La sua opera è guidata dai principi di amore e compassione contenuti nel Vangelo, promuove i diritti umani inalienabili e la giustizia sociale. In oltre 50 anni di attività ha finanziato quasi 23mila progetti e stanziato fondi per circa 14 miliardi di rupie [oltre 196 milioni di euro, ndr].

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    24/06/2016 13:13:00 BANGLADESH
    La Caritas ha un nuovo direttore: Dio mi ha scelto, è la mia vocazione

    Francis Atul Sarkar è stato nominato ieri al posto di Benedict Alo D’Rozario. Quest’ultimo ha guidato il braccio sociale della Chiesa cattolica in Bangladesh per 29 anni. Il nuovo direttore vuole portare l’aiuto della Chiesa a quante più persone possibile. La Caritas ha attuato 92 progetti in tutto il Paese.



    01/03/2010 INDIA
    Festa per i 4 anni di Dimension, network di imprenditori cristiani in India
    I 300 membri del gruppo festeggiano l’anniversario e ricordano l’insegnamento di Benedetto XVI: “Trasformare il profitto in un veicolo di sviluppo”. Speranza per il futuro, quando il movimento “cercherà di parlare a tutta l’India”.

    11/01/2010 INDIA
    Incontro internazionale di professionisti e industriali cristiani a Mumbai
    Per la prima volta si incontrano cristiani di diverse denominazioni per affrontare le opportunità del mercato globale senza smarrire la propria identità. Un passo che conferma l’uscita da un ghetto, per una missione cristiana nella società. La benedizione di mons. Agnelo Gracias.

    25/02/2013 INDIA
    Imprenditore cristiano: la Caritas in Veritate per rilanciare l’economia in crisi
    Per Clifton Desilva, direttore di una società indiana di consulenza finanziaria, l’enciclica sociale di Benedetto XVI è stata d’incoraggiamento per promuovere lo spirito imprenditoriale nella comunità cristiana. “La Chiesa – nota – non è nemica del profitto e l’etica non vincola l’economia”.

    23/03/2010 FILIPPINE
    Canti, balli e storie del Vangelo per far vivere la Pasqua a orfani e anziani di Malolos
    L’iniziativa avviene durante la Quaresima e coinvolgerà fino a Pasqua, 79 pazienti della Casa dei discepoli di Emmaus di Malolos. Organizzatrici dell’evento le suore Agostiniane di Nostra Signora della consolazione e un gruppo di studenti della diocesi di Bulacan. Suor Easter Aunan “Come noi i malati hanno bisogno di vivere l’esperienza di speranza incarnata nella Pasqua”.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®