21 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 31/10/2017, 13.03

    VATICANO – LUTERANI

    Cattolici e luterani, a 500 anni dalla Riforma avanti verso l’unità



    Un comunicato congiunto ripercorre le tappe dell’anno, segnato da “eventi ecumenici di incisiva importanza”. “Riconosciamo che, se è vero che il passato non può essere cambiato, è altrettanto vero che il suo impatto odierno su di noi può essere trasformato in modo che diventi un impulso per la crescita della comunione ed un segno di speranza per il mondo”.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – E’ un ulteriore passo avanti nel cammino ecumenico il fatto che oggi - 31 ottobre 2017, giorno conclusivo della commemorazione comune della Riforma – la Comunione anglicana accoglie e recepisce la Dichiarazione congiunta sulla dottrina della giustificazione, firmata dalla Federazione luterana mondiale e dalla Chiesa cattolica nel 1999. Dichiarazione che, nel corso dell’anno è stata firmata anche dalla Comunione mondiale delle Chiese riformate. Lo evidenzia un comunicato congiunto della Federazione luterana mondiale e del Pontificio consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, pubblicato oggi.

    Nel documento si legge che “siamo molto grati per i doni spirituali e teologici ricevuti tramite la Riforma: si è trattato di una commemorazione condivisa non solo tra noi ma anche con i nostri partner ecumenici a livello mondiale. Allo stesso tempo, abbiamo chiesto perdono per le nostre colpe e per il modo in cui i cristiani hanno ferito il Corpo del Signore e si sono offesi reciprocamente nei cinquecento anni dall’inizio della Riforma ad oggi”.

    In quest’anno, ci sono stati “eventi ecumenici di incisiva importanza”, a partire dalla preghiera congiunta del 31 ottobre 2016 a Lund, in Svezia, di papa Francesco e del vescovo Munib A. Younan, allora presidente della Federazione luterana. Nell’occasione è stata firmate (nella foto) una dichiarazione comune con l’impegno a proseguire nel cammino ecumenico. Lo stesso giorno, anche il servizio a favore di coloro che hanno bisogno di aiuto e nostra solidarietà è stato rafforzato grazie ad una lettera di intenti firmata dalla Caritas Internationalis e dalla Lutheran World Federation World Service.

    “Tra le benedizioni sperimentate durante l’anno della Commemorazione, vi è il fatto che, per la prima volta, luterani e cattolici hanno visto la Riforma da una prospettiva ecumenica. Ciò ha reso possibile una nuova comprensione di quegli eventi del XVI secolo che condussero alla nostra separazione. Riconosciamo che, se è vero che il passato non può essere cambiato, è altrettanto vero che il suo impatto odierno su di noi può essere trasformato in modo che diventi un impulso per la crescita della comunione ed un segno di speranza per il mondo: la speranza di superare la divisione e la frammentazione. Ancora una volta, è emerso chiaramente che ciò che ci accomuna è ben superiore a ciò che ci divide”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/12/2017 12:09:00 VATICANO - LUTERANI
    Papa: cattolici e luterani non potranno mai più permettersi di essere avversari o rivali

    Francesco ricevendo la presidenza della Federazione luterana mondiale ha detto che le divisioni, “anche molto dolorose”, che hanno visto cattolici e luterani “distanti e contrapposti” per secoli negli ultimi decenni sono confluite in un cammino di comunione.



    01/11/2009 VATICANO
    Papa: Nella Comunione dei santi non siamo mai soli, come in famiglia o fra amici
    Benedetto XVI corregge l’interpretazione macabra della festa di Halloween. La festa di tutti i santi è una festa di solidarietà. Nella visita ai cimiteri occorre ricordare che le anime dei defunti “sono nelle mani di Dio”. Un ricordo della Dichiarazione comune di Augusta, fra Federazione luterana mondiale e Chiesa cattolica, definita da Giovanni Paolo II “una pietra miliare sulla non facile strada della ricomposizione della piena unità tra i cristiani”.

    01/11/2016 10:47:00 SVEZIA-VATICANO
    Papa in Svezia: Beati coloro che pregano e lavorano per la piena comunione dei cristiani

    Alla prima e unica messa pubblica celebrata in Svezia, papa Francesco dà un elenco “attualizzato” delle beatitudini ed esalta quella della mitezza, “un modo di essere e di vivere che ci avvicina a Gesù e ci fa essere uniti tra di noi”. “I Santi ottengono dei cambiamenti grazie alla mitezza del cuore”. Il saluto al presidente e al segretario della Federazione luterana mondiale che assistono al rito. I santi della “vita quotidiana” come “quelle madri e quei padri che si sacrificano per le loro famiglie “. La preghiera finale alla Madonna.



    12/10/2005 VATICANO-SINODO SULL'EUCARISTIA
    Solidarietà del Sinodo con i terremotati del Pakistan

    Gli interventi dei "delegati fraterni": gli ortodossi sottolineano la vicinanza con i cattolici, i protestanti parlano di intercomunione.



    31/10/2016 15:48:00 SVEZIA – VATICANO
    Papa in Svezia: “Cattolici e luterani non possiamo rassegnarci alla divisione”

    Preghiera ecumenica nella cattedrale luterana di Lund. “Gratitudine” perché la riforma “ha contribuito a dare maggiore centralità alla Sacra Scrittura nella vita della Chiesa”. “La fede cristiana è incompleta” se non dà al mondo il “servizio” della difesa della dignità di ogni persona.





    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®