20 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 11/08/2017, 13.33

    INDONESIA

    Chiesa indonesiana in festa: ordinati 18 nuovi sacerdoti

    Mathias Hariyadi

    Le ordinazioni avvenute lo stesso giorno in località remote, per promuovere le vocazioni tra i giovani locali. A Belitang (South Sumatera) ordinati cinque sacerdoti e tre diaconi. Mons. John Liku Ada’, arcivescovo di Makassar, ha consacrato sette sacerdoti diocesani a Rantepao (South Sulawesi). A Kabanjahe (North Sumatera), cinque nuovi preti diocesani ed uno dell’ordine della Santa Croce. 

    Jakarta (AsiaNews) – La Chiesa cattolica indonesiana festeggia le ordinazioni sacerdotali di 18 diaconi, avvenute lo stesso giorno in tre remote città del Paese: Belitang, nella provincia di South Sumatera; Rantepao, capitale della reggenza di Tanah Toraja (South Sulawesi); Kabanjahe (North Sumatera).

    Negli ultimi tempi in Indonesia è abitudine celebrare le ordinazioni in località distanti dalle cattedrali delle diocesi, situate nelle capitali delle province. Questo avviene per promuovere le vocazioni tra i giovani locali, dal momento che queste cerimonie sono molto emozionanti e tuttora “eventi straordinari” per molte comunità cattoliche indonesiane.

    Belitang si trova a circa 200 chilometri da Palembang (South Sumatera), capitale provinciale dove ha sede l’omonima arcidiocesi. Lo scorso 9 agosto, nella chiesa di St. Mary’s Conception (sobborgo di Tegal Rejo), cinque diaconi sono stati ordinati sacerdoti e tre seminaristi diaconi (foto 2). Mons. Aloysius Sudarso ha officiato la cerminonia, alla presenza di circa 5mila fedeli, centinaia di sacerdoti e numerosi alti funzionari del governo locale. Tre dei nuovi sacerdoti appartengono alla congregazione del Sacro Cuore di Gesù, due sono salesiani e uno è diocesano.

    Rantepao, nella reggenza di Tanah Toraja, dista più di 300 chilometri e otto ore di automobile dalla capitale provinciale Makassar (South Sulawesi). L’arcivescovo John Liku Ada’ ha ordinato sette sacerdoti diocesani (foto 3), nonostante la comunità piangesse la scomparsa di due preti locali: p. Paulus Ata Patunggu, morto in un incidente stradale lo scorso 6 agosto; p. Stephanus Tarigan, vicario generale di Makassar, vittima di un improvviso arresto cardiaco mentre si apprestava ad organizzare i funerali e la sepoltura di p. Paulus. Suor Maria Monika Ekawati, presente alle ordinazioni, racconta ad AsiaNews: “Vi erano almeno 7mila persone, centinaia di ballerini tradizionali e un coro gioioso”. Tanah Toraja è una località dove stanno fiorendo le comunità cristiane, cattolica e protestante.

    A Kabanjahe, nell’arcidiocesi di Medan (North Sumatera), i cattolici hanno festeggiato la consacrazione di cinque preti diocesani ed uno dell’ordine della Santa Croce (foto 1 e 4). Suor Bernadette riporta la gioia della folla accorsa presso la parrocchia dei SS. Pietro e Paolo, dove si è svolta la messa celebrata da mons. Anicetus B. Sinaga .

    Le 18 ordinazioni del 9 agosto, primato che rende orgogliosa la Chiesa indonesiana, seguono quelle di luglio, altro mese fecondo di vocazioni. A Yogyakarta (Central Java) mons. Robertus Rubiyatmoko ha consacrato sei gesuiti e otto preti diocesani. Mons. Yustinus Harjosusanto, arcivescovo di Samarinda, ha ordinato tre missionari della Sacra Famiglia, uno dei quali originario del Madagascar. A Manado (North Sulawesi), mons. Benedictus Estephanus Rolly Untu ha consacrato un sacerdote e 13 diaconi. Il 7 luglio scorso, la diocesi di Ketapang (West Kalimantan) ha festeggiato l’ordinazione di due tribali Dayak.

    In Indonesia, le vocazioni religiose negli ultimi 20 anni sono diminuite. Questo è dovuto in parte all’impatto sociale delle politiche di pianificazione familiare (note come Keluarga Berencana, la famiglia ben pianificata), imposte dall’ex presidente Suharto per controllare la popolazione. Altra causa è la perdita di “interesse” dei giovani verso la vita religiosa. Tuttavia, nonostante il calo delle vocazioni, in alcune diocesi del Paese resta elevato il numero dei ragazzi che entrano in seminario.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    16/02/2018 08:04:00 INDONESIA
    Sumatera e Kalimantan, ordinati 13 sacerdoti e 3 diaconi (Foto)

    Tra essi vi sono quattro tribali Dayak, etnia del Borneo a maggioranza cristiana. L’Ordine dei cappuccini accoglie otto confratelli. Sono cinque i nuovi sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù. Nella provincia di Riau, i cattolici sono una piccola minoranza e anche un’ordinazione diaconale diventa un evento storico.



    29/01/2018 15:46:00 INDONESIA
    Java e West Kalimantan, in una settimana ordinati 38 diaconi e tre sacerdoti

    A Yogyakarta ha avuto luogo la cerimonia del diaconato per 17 seminaristi. La diocesi di Purwokerto (Central Java) ha festeggiato due ordinazioni sacerdotali e tre diaconali. A Sintang (provincia del West Kalimantan), ordinato un sacerdote diocesano locale.



    04/02/2014 COREA DEL SUD
    La Chiesa di Seoul in festa: in tre giorni avrà nuovi vescovi, sacerdoti e diaconi
    L'arcivescovo, card. Yeom, consacrerà i due ausiliari nominati da Francesco il 30 dicembre 2013. Subito dopo sarà la volta di 26 diaconi, mentre il 7 febbraio saranno ordinati 38 nuovi sacerdoti, di cui uno vietnamita.

    05/07/2017 16:13:00 INDONESIA
    Jakarta, l’amore non ha età: giovane 16enne sposa signora 71enne

    Gli anni di differenza tra i due sono 55. La loro storia d’amore è iniziata sei mesi fa, quando il giovane si è trasferito dalla donna dopo il divorzio dei genitori. L’unione approvata dal capo villaggio. Le perplessità della Commissione indonesiana per la protezione dei minori.



    19/07/2012 INDONESIA
    Indonesia: ordinati 10 nuovi sacerdoti
    I nuovi presbiteri serviranno nelle diocesi di Semarang (Java) e Nias (North Sumatra). Per il vescovo di Semarang essi sono un dono prezioso per tutta la Chiesa cattolica.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®