18 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 22/10/2013, 00.00

    CINA

    Cina, torna l'incubo inquinamento: intere province "chiuse per smog"



    I valori delle polveri sottili nell'aria scendono, ma sono ancora 30 volte superiori alla media considerata sicura dall'Oms. I governi locali cancellano i voli, chiudono le scuole, limitano il traffico urbano e chiedono ai residenti di rimanere in casa. Uno studente scrive su internet: "Se va tutto bene, riuscirò a vivere fino al mio diploma".

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) - Il governo cinese ha cancellato anche oggi decine di voli da e per le province nord-orientali, del tutto avvolte da una coltre di smog che in alcune aree del Paese ha ridotto la visibilità a meno di dieci metri. Nell'area che circonda Pechino - così come nello Shanxi, Liaoning ed Heilongjiang - le condizioni ambientali hanno costretto le autorità a emanare ordinanze per chiudere le scuole, limitare il traffico urbano e chiedere alla popolazione di "rimanere in casa il più possibile".

    La causa principale della coltre di smog è data dal PM 2,5 (particolato - polveri - disperse nell'aria di 2,5 microgrammi al metro cubo) causata dalla produzione industriale e intensificata dall'arrivo dell'inverno. Il freddo ha causato l'accensione di milioni di caloriferi, che a loro volta hanno moltiplicato il carbone bruciato nelle centrali energetiche.

    Ieri i livelli medi di PM 2,5 erano a quota 1.000 microgrammi per metro cubo: oggi toccano gli 822 microgrammi, ancora una percentuale 30 volte più elevata rispetto alla media considerata sicura dall'Organizzazione mondiale della sanità. Per l'organismo internazionale i livelli non dovrebbero superare i 25 microgrammi per metro cubo.

    La situazione ha scatenato un dibattito su Sina Weibo, il popolarissimo sito di micro-blogging cinese. Un utente racconta di una classe in cui tutti gli alunni erano in ritardo "perché non riuscivano a trovare l'edificio scolastico", mentre un altro parla di Harbin - una delle metropoli più colpite dallo smog - come di una "città morta".

    Uno studente di Changchun, nel Jilin, aggiunge: "Oggi mi ha chiamato mia madre e mi ha chiesto come fosse l'aria nella città. Poi mi ha domandato se stessi tossendo. Le ho detto di non preoccuparsi, che mi sento bene e che sono quasi sicuro di vivere fino al mio diploma".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/01/2013 CINA
    Terzo giorno di picco per lo smog, Pechino paralizzata
    I valori di particolato continuano a oscillare su una media tre volte superiore a quella “pericolosa” per l’uomo. La capitale annulla decine di voli per l’impossibilità di decollare, chiede alla popolazione di stare in casa e impone un taglio al traffico cittadino. Ma le misure non producono alcun effetto, e negli ospedali continuano ad arrivare bambini con la “tosse pechinese”.

    08/01/2014 CINA
    Ex ministro ammette: In Cina lo smog uccide mezzo milione di persone ogni anno
    Chen Zhu, ministro della Sanità ai tempi di Hu Jintao, pubblica sulla rivista britannica "Lancet" i dati dell'inquinamento ambientale nel Paese: "Difficile controllare il fenomeno, ci sono fonti inquinanti enormi e di tipo molto diverso".

    09/12/2013 CINA
    Cina, la coltre di inquinamento blocca scuole e aeroporti. E colpisce l'economia
    Non accenna a diminuire la gravità della situazione ambientale nel Paese, dove l'arrivo del freddo ha moltiplicato il quantitativo di carbone bruciato e quindi l'emissione di particelle inquinanti. A Pechino i livelli di particolato toccano i 473 microgrammi per metro cubo, a Shanghai sfondano i 600. Il limite definito "sicuro" dall'Oms è di 25 microgrammi. Esperti: "Il governo non fa abbastanza, così le aziende scappano".

    26/02/2014 CINA
    Contro lo smog che distrugge la Cina "persino Mao ha messo la mascherina"
    I cittadini cinesi riversano su internet decine di scherzi relativi all'inquinamento, che in questi giorni ha colpito un quarto dell'intero Paese. Annunciano giorni liberi dallo smog "il 29, 30 e 31 febbraio" e prendono in giro le esternazioni "motivazionali" del presidente Xi Jinping. Ma la situazione peggiora di continuo, e gli esperti denunciano: "Senza una soluzione, a rischio l'intero settore agricolo".

    05/02/2015 CINA
    Cina, lo smog uccide più del fumo
    Uno studio condotto da Greenpeace e dall'università di Pechino analizza la situazione ambientale di 31 capitali provinciali e municipali. In un anno più di 257mila decessi prematuri, una media di 90/100 ogni 100mila morti. La situazione del Paese "ancora peggiore", dato che lo studio non ha potuto includere alcune fra le aree più inquinate della "fabbrica del mondo".



    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®