17 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/12/2017, 14.17

    SRI LANKA

    Colombo, il Natale per ‘cambiare vita e condividere’

    Melani Manel Perera

    Cattolici dello Sri Lanka parlano del vero significato della nascita di Cristo: condividere, donarsi, riconoscere i propri limiti e imparare a rinascere. “Cristo ha dimostrato come essere tolleranti, persino nel momento più tragico sulla croce, amando e perdonando coloro che lo avevano condannato a morte”.

    Colombo (AsiaNews) – “Cambiare il proprio stile di vita; condividere; essere più presenti in famiglia; perdonare; stare insieme; riconoscere le proprie debolezze e rinascere”. Sono i principali valori del Natale messi in pratica dalle famiglie cristiane dello Sri Lanka. Ad AsiaNews molti dicono: “Questo è il tempo per decorare i cuori delle persone di amore, compassione e sentimenti umani nei confronti del prossimo”.

    Per Chamudi Fernando, insegnante cattolica, il Natale “è la benedizione del condividere l’amore e anche i regali con i bisognosi. Per primo il nostro Signore ci ha dato il buon esempio mandando suo Figlio in mezzo a noi. Questo è il più grande dono per il mondo. Il cristianesimo è amore. Per questo siamo invitati a testimoniare l’amore durante il Natale. Si può condividere poco o molto. L’importante è che si condivida”. L’insegnante sostiene che “al giorno d’oggi il Natale è stato commercializzato, così come alcune chiese sono state catturate dallo spirito del commercio. Per me invece il Natale è differente, lo trascorro facendo visita ai più piccoli ad una casa speciale per i bambini”.

    Tilak S. Fernando, medico e scrittore cristiano, sostiene: “Gesù, nato come uomo comune, ha condotto una vita semplice, senza pensare ad accumulare ricchezze. Nonostante i suoi insegnamenti di gentilezza e pazienza, oggi assistiamo ad esseri umani governati dalle forze del male”. “Se esaminassimo – continua – la nascita di Gesù sotto la lente del microscopio dello spirito, riusciremmo a identificare le debolezze di ognuno di noi e ad imparare a rinascere come individui migliori e con nuovi propositi. Cristo ha dimostrato come essere tolleranti, persino nel momento più tragico sulla croce, amando e perdonando coloro che lo avevano condannato a morte”.

    Samuel Ponniah, reverendo anglicano della provincia settentrionale dello Sri Lanka, dichiara: “Il Natale è il momento in cui Dio manda suo Figlio sulla terra. Dio non è stato egoista e ha donato suo Figlio all’umanità per il bene dell’umanità stessa. Anche noi dobbiamo farci portavoce dello spirito del dono in questo mondo egoista, consumistico ed egocentrico. Sul cartellone pubblicitario delle noccioline jumbo una scritta recita: ‘Non donare, ma prendi’. È contro questa cultura che dobbiamo agire!”.

    Ainslie Joseph, padre di tre figli, sostiene che “Dio si è fatto uomo. Lo incontriamo nella vita di tutti i giorni, in particolare nelle difficoltà. Viene in nostro aiuto nel momento del bisogno. L’aiuto dato per mano di qualcuno è l’aiuto dato dalla mano di Dio in risposta alle nostre preghiere. Questo potente messaggio è la gioia del Natale: Dio continuerà a venire in mezzo a noi come essere umano gentile, compassionevole, amorevole”. “Il Natale è la festa della famiglia – conclude – che sta insieme anche se è povera. Questo stare assieme è più importante dei regali, delle luci, delle cartoline e delle feste”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    10/12/2007 SRI LANKA
    Diocesi di Jaffna: solidarietà e preghiera per vivere un Natale di pace
    In un Paese dove guerra e violenza costringono ogni famiglia nella paura, un forte invito a vivere questi giorni come testimonianza dell’arrivo di Cristo, “Re della Pace”. Evitare feste sfarzose e portare conforto spirituale e materiale. Alcuni gesti concreti perché il ricordo della Nascita sia vero.

    28/03/2012 SRI LANKA
    Cattolici di Colombo: Quaresima per i bambini non nati
    È l’iniziativa dell’arcidiocesi per opporsi alla proposta del governo di legalizzare l’aborto. I dati ufficiali del ministero della Salute parlano di 300mila interruzioni di gravidanza solo nel 2011. Card. Malcolm Ranjith: “Per proteggere i bambini bisogna aiutare le madri. La vita umana deve essere rispettata sin dal concepimento”.

    15/12/2017 13:03:00 SRI LANKA
    Colombo, l’albero di Natale più alto del mondo ‘simbolo di unità’

    Il progetto di un gruppo buddista premiato con il Guinness World Record. L’albero artificiale misura 72,1 metri ed è costato quasi 61mila euro. Primo ministro: “Lo Sri Lanka è a maggioranza buddista, ma tutte le religioni sono rispettate”.



    05/12/2009 SRI LANKA
    Mons. Ranjith lancia una colletta di Natale per i bambini vittime della guerra
    Iniziativa serve a sostenere l’opera della Caritas – Sedec nella diocesi di Mannar (nord-est). Le donazioni sono destinate a costruire un centro di accoglienza per l’infanzia ad Adampan, nella divisione Manthai West, e per aiutare i profughi senza casa. Borse di studio per orfani o figli di soldati disabili della guerra.

    09/01/2018 12:08:00 SRI LANKA
    Primo ministro: da Pechino un miliardo di dollari per la città portuale di Colombo

    A marzo sarà presentata in parlamento la legge sulle procedure edilizie. L’inizio della costruzione delle prime tre torri da 60 piani ciascuna è per giugno-luglio. Il progetto rappresenta il più grande investimento mai realizzato nello Sri Lanka.





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®