20 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 08/11/2017, 12.47

    SRI LANKA

    Colombo, la Caritas festeggia 50 anni di attività per i poveri

    Melani Manel Perera

    Il braccio sociale della Chiesa cattolica in Sri Lanka è stato fondato da p. Joe Fernando nel 1968. Oggi ha un centro nazionale e 13 uffici diocesani. Lanciato un nuovo sito internet; rivelata la canzone ufficiale del giubileo; presentato il piano di azione per il triennio 2018-2021.

    Colombo (AsiaNews) – Quest’anno la Caritas dello Sri Lanka festeggia i primi 50 anni di attività al servizio della popolazione. La cerimonia di apertura del “giubileo d’oro” è avvenuta ieri nel giardino dell’ufficio nazionale a Colombo. A dare inizio alle celebrazioni una messa di ringraziamento, officiata da mons. Vianney Fernando, vescovo di Kandy e presidente della Caritas. Nei prossimi mesi seguiranno altre iniziative per commemorare mezzo secolo di lavoro in favore di poveri, emarginati e vulnerabili.

    Caritas-Sedec, il braccio sociale della Chiesa cattolica in Sri Lanka, è stato fondato nel 1968 da p. Joe Fernando, un missionario motivato a mettere in pratica la dottrina sociale della Chiesa. Egli era consapevole della necessità di porsi al servizio dei settori poveri e svantaggiati della società. Con il passare degli anni l’associazione cattolica ha esteso le sue attività fino a creare un Centro nazionale per la giustizia, la pace e lo sviluppo umano. Oggi sul territorio operano 13 uffici diocesani che coprono tutti i distretti.

    Tra i partecipanti, il sig. Palitha, un autista di fede buddista che ha lavorato per diversi anni nella Caritas, mettendo a disposizione dello staff le sue competenze di guida. Ad AsiaNews riporta: "Per me è stato un grande onore partecipare alla messa di ringraziamento". Senthel Sooryakumarry, coordinatrice dell'Ufficio Caritas di Trincomalee, aggiunge: "Sono orgogliosa di lavorare nella Caritas come assistente sociale. Da 16 anni sono al servizio della diocesi. Amo la missione e la visione della Caritas perchè non esistono divisioni tra buddisti, cristiani, indù o musulmani. La Caritas serve tutti gli esseri umani".

    Durante l’omelia, mons. Emmanuel Fernando, vescovo ausiliare di Colombo, ha ricordato alcuni momenti salienti di Caritas-Sedec, dai primi passi fino all’aiuto alle vittime di conflitti, disastri naturali e povertà. Tutta questa opera, ha sottolineato, “ha avuto alla base il sommo valore dell’amore”.

    Mons. Fernando ha aggiunto che la Chiesa cattolica nel mondo “è sempre stata dalla parte delle persone. Le rivoluzioni che si sono succedute nei secoli hanno spinto la Chiesa ad indagare le cause della povertà, della discriminazione e dell’emarginazione, coinvolgendo il proprio apostolato sociale – la Caritas – e orientandolo verso nuove azioni sociali”. “La nostra fede in Gesù Cristo – ha ribadito – è ciò che ci rende diversi dalle tante organizzazioni non governative internazionali e locali che hanno inondato il Paese e il mondo”.

    In occasione della cerimonia inaugurale del 50mo anniversario è stato lanciato un sito internet, correlato di una pagina Facebook e di un canale su Youtube, su cui verranno caricati video-documentari. Durante l’evento è stato presentato il nuovo piano strategico per il triennio 2018-2021. Infine è stata svelata la canzone ufficiale del giubileo, scritta e composta da p. Cecil Joy Perera in lingua singalese e riadattata da p. Eugene Francis nella versione tamil. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    02/12/2008 SRI LANKA
    La Caritas celebra a Colombo i 40 anni con una manifestazione di commercio equo
    L’organizzazione caritativa festeggia l’anniversario con due giorni dedicati al commercio equo. Dall’intuizione iniziale di padre Joseph Fernando, ideatore del primo centro a Colombo, alla diffusione attuale in tutto il Paese con 11 punti operativi e oltre 300 località coinvolte.

    24/06/2016 13:13:00 BANGLADESH
    La Caritas ha un nuovo direttore: Dio mi ha scelto, è la mia vocazione

    Francis Atul Sarkar è stato nominato ieri al posto di Benedict Alo D’Rozario. Quest’ultimo ha guidato il braccio sociale della Chiesa cattolica in Bangladesh per 29 anni. Il nuovo direttore vuole portare l’aiuto della Chiesa a quante più persone possibile. La Caritas ha attuato 92 progetti in tutto il Paese.



    13/07/2009 SRI LANKA
    Caritas-Sri Lanka: attrezzature mediche e protesi per i militari invalidi
    Una donazione del valore di 1,5 milioni di rupie, pari a oltre 9mila euro, resa possibile dall’intervento della Conferenza episcopale italiana. Mons. Perera, vescovo di Kurunegala: questo aiuto testimonia il nostro costante impegno “nei tanti disastri che hanno colpito il Paese, secondo l’insegnamento di Gesù”.

    24/04/2009 SRI LANKA
    Feriti due sacerdoti che aiutavano i profughi nella zona di guerra
    P. Vasanthaseelan è stato colpito da una granata nella chiesa di Valaignarmadam: gli è stata amputata una gamba. P. Pathinathan è ora al Mulli-vaaykkaal Hospital. Il governo si appella alla comunità internazionale per aiutare i profughi. Il ministro degli esteri di Colombo: “Ci stiamo confrontando con una emergenza umanitaria”.

    27/05/2017 08:32:00 INDIA
    Caritas India: un network di organizzazioni religiose per intervenire nei disastri

    Il braccio sociale della Chiesa cattolica ha soccorso quasi un milione di persone. Ha competenze nell’ambito della riduzione del rischio di disastro e nel collegare il soccorso e la riabilitazione allo sviluppo. Il principio guida deve essere la “prontezza”, cioè il saper rispondere in maniera immediata e adeguata.

     





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®