20 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/06/2006, 00.00

    Corea del Sud – Corea del Nord

    Corea, è la Caritas sudcoreana il nuovo tramite degli aiuti dei cattolici al Nord



    L'accordo "implica che oramai la Corea del Nord riconosce il lavoro della sezione sudcoreana come unico tramite degli aiuti dei cattolici di tutto il mondo".

    Seoul (AsiaNews/Cbck) – La Caritas sudcoreana è divenuta in maniera ufficiale il tramite degli aiuti umanitari stanziati dalla sezione internazionale per la popolazione della parte nord del confine.

    Dopo una visita di cinque giorni in Corea del Nord, iniziata il 29 maggio scorso, p. Lazzaro You Heung-sik, presidente della Commissione episcopale addetta agli aiuti, ha dichiarato: "In nome della Caritas Internationalis, abbiamo discusso i progetti di sviluppo e cooperazione con Kim Seong-il, vice presidente della Commissione per la cooperazione economica nazionale della Corea del Nord, che ha accettato il nostro impegno diretto. Ci siamo anche scambiati una lettera di intenti".

    Secondo quest'ultimo documento, la Caritas sudcoreana prenderà il pieno carico degli aiuti internazionali dal 2007: fino a quella data, l'impegno sarà portato avanti dalla sezione di Hong Kong, la "titolare" dell'incarico.

    Sempre secondo l'accordo, i progetti proposti dalla sezione internazionale saranno discussi dai coreani di entrambi i Paesi negli uffici della Commissione per la cooperazione inter-coreana di Kaeseong, quella che oramai è divenuta la "zona franca" dei rapporti fra le due popolazioni.

    Per p. Paul Jeremiah Hwang Yong-yeon, segretario della Caritas sudcoreana, l'accordo "implica che oramai la Corea del Nord riconosce il nostro lavoro come unico tramite degli aiuti dei cattolici di tutto il mondo".

    Negli ultimi anni si sono fatte sempre più frequenti le occasioni in cui la Caritas ha avuto il permesso di Pyongyang di collaborare in ambito umanitario ed in particolare nel campo sanitario e nutrizionale.

    Per la sezione sudcoreana, la parte maggiore dell'impegno si è invece potuto esprimere solo in occasioni tragiche come il disastro ferroviario avvenuto due anni fa nella stazione di Ryongcheon.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/10/2006 COREA DEL SUD – COREA DEL NORD
    Dopo il test nucleare, la Caritas "continuerà il suo lavoro a favore della popolazione del Nord"

    La decisione è stata presa al termine di due giorni di riunione nella sede della Caritas internazionale. Ad AsiaNews i partecipanti spiegano che carità vuol dire amore senza condizioni e che la missione della Chiesa "come ripetuto più volte dalla Santa Sede" consiste nello stare vicino a chi soffre. Regalate ai nordcoreani delle copie della Deus Caritas Est.



    18/10/2006 COREA DEL SUD – COREA DEL NORD
    Corea, il test nucleare "colpisce l'aiuto della Caritas alla popolazione"

    Il direttore della Caritas coreana, p. Paul Jeremiah Hwang Yong-yeon, è il primo straniero ad essere entrato in Corea del Nord dopo l'annuncio dell'avvenuto test atomico. Ad AsiaNews spiega che il lavoro dell'organizzazione cattolica subirà dei duri colpi a seguito di questo esperimento, ed a pagarne il prezzo sarà la popolazione.



    10/11/2008 COREA DEL SUD – COREA DEL NORD
    Nord Corea, prete cattolico gestirà un centro sociale a Pyongyang
    La struttura, guidata da padre Paul Kim Kwon-soon, fornirà cibo e cure mediche agli operai di una fabbrica nei pressi della capitale. Il centro è aperto anche agli abitanti delle aree circostanti. È il primo missionario a mettere piede in maniera stabile in Corea del Nord in 60 anni, dalla presa di potere del regime comunista che ha sterminato preti e suore.

    16/02/2007 COREA DEL NORD – VATICANO
    Il Papa ha scritto una lettera ai cattolici nordcoreani
    Si tratta della risposta della Santa Sede ad una cartolina di auguri inviata dall’Associazione dei cattolici coreani lo scorso Natale. Verrà consegnata nel corso della prossima visita della delegazione della Caritas a Pyongyang, il 27 marzo. Guida la delegazione mons. Lazzaro You Heung.

    26/09/2005 onu - corea del nord
    L'Onu chiude i progetti alimentari "come richiesto" da Pyongyang




    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®