31/07/2014, 00.00
COREA DEL SUD
Invia ad un amico

Corea, il cadavere ritrovato "non è del proprietario del Sewol"

Lo afferma un gruppo di parlamentari, che ha visitato il laboratorio forense dove si sono svolte l'autopsia e l'identificazione del corpo (ritrovato in giugno) e riconosciuto (in luglio) come appartenente a Yoo Byung-eun. Dubbi sulle impronte digitali e sulla statura del corpo. Esperti del campo: "La scienza può spiegare tutto, ma di certo le autorità hanno gestito malissimo il caso". Il 57% dei coreani "non si fida" del governo.

Seoul (AsiaNews) - Un nuovo mistero avvolge la morte di Yoo Byung-eun, il proprietario del traghetto affondato Sewol ritrovato morto dalle autorità il 12 giugno ma identificato soltanto il 20 luglio. L'industriale, 73 anni, è divenuto il fuggitivo più ricercato del Paese dopo la tragedia che ha coinvolto la sua nave, in cui sono morte più di 300 persone. Secondo alcuni parlamentari della Nuova alleanza politica per la democrazia (Napd, all'opposizione), il corpo rinvenuto non sarebbe infatti quello di Yoo.

Una delegazione della Napd ha visitato ieri il laboratorio forense dove si sono svolte l'autopsia e il riconoscimento del corpo. Park Beom-kye, portavoce del gruppo, spiega: "Un funzionario di polizia presente al momento dell'identificazione del cadavere mi ha detto che, giudicando dall'aspetto, era certo che non fosse Yoo. Inoltre l'industriale era alto 159 centimetri, mentre il corpo ritrovato arriva soltanto a 150. Infine ci sono seri dubbi sulle impronte digitali: come è possibile che la mano destra sia stata definita 'troppo deteriorata' in giugno e poi sia divenuta utile in luglio?".

La discrepanza temporale si spiega con il fatto che, secondo gli inquirenti, il corpo è stato ritrovato il 12 giugno, più di un mese prima dell'identificazione. In un primo momento i funzionari coinvolti avevano dichiarato che i tessuti erano scaduti e inutilizzabili per identificare il cadavere, salvo poi dichiarare (il 20 luglio) che erano state prese le impronte digitali dalla mano destra. Secondo il deputato Park Jie-won, che cita 5 residenti dell'area coinvolta dalle indagini, il corpo sarebbe stato ritrovato addirittura prima dell'affondamento del Sewol (avvenuto il 16 aprile) e poi usato per chiudere le indagini su Yoo.

A questi sospetti hanno risposto alcuni esperti del campo. Pyo Chang-won, noto criminologo, spiega: "Il dna prelevato mostra come il corpo ritrovato e il fratello di Yoo Byung-eun ora in carcere sono nati dalla stessa madre. Le impronte sono quelle sulla sua carta d'identità, e in bocca aveva 10 denti d'oro. Se non è il corpo del ricercato, è un suo clone". Per il professor Yoo Seong-ho, docente di medicina forense all'Università nazionale di Seoul, la questione dell'impronta "riapparsa" si spiega con le condizioni in cui il cadavere è stato ritrovato: "Se un corpo inizialmente umido si asciuga, allora le impronte possono riapparire".

In ogni caso, la questione ha diviso ancora di più la società civile coreana. Secondo un sondaggio nazionale, il 57% dei cittadini "non si fida dei risultati e dei proclami" delle autorità riguardo il caso. Gli stessi esperti criticano il comportamento delle agenzie governative. Secondo il prof. Yoo "gli agenti di polizia hanno creato da soli il caso delle impronte digitali: prima hanno provato a prenderle e poi, quando non ci sono riusciti subito, hanno lasciato perdere. La loro incompetenza e le incomprensioni legittime dell'opinione pubblica si sono accoppiate".

Per Pyo, la questione è ancora più ampia: "Invece di impegnarsi per scoprire la verità, spesso le agenzie di governo cercano di coprire gli errori e le malefatte di coloro che sono al potere. In moltissimi casi il pubblico ha buone ragioni per essere sospettoso, perché gli investigatori molte volte agiscono solo per difendere le autorità. E questo ha prodotto una perdita di fiducia riguardo quello che lo Stato dice ai suoi abitanti". 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Corea, identificato il corpo senza vita del proprietario del traghetto affondato Sewol
22/07/2014
Corea, raid della polizia in un ritiro evangelico per stanare il proprietario del Sewol
11/06/2014
Disastro di Sewol: iniziato il recupero del traghetto
23/03/2017 09:00
Ribaltato il verdetto sul Sewol: ergastolo al capitano del traghetto che fece morire 300 persone
28/04/2015
Card. Yeom: Serve un’inchiesta sul Sewol, tragedia che ha distrutto i nostri valori
16/04/2015