30/10/2014, 00.00
COREA DEL SUD
Invia ad un amico

Corea, mons. Kim nuovo presidente dei vescovi. A mons. You la guida di Giustizia e Pace

La Conferenza episcopale ha concluso l'Assemblea plenaria, convocata per eleggere i nuovi vertici dell'episcopato. L'arcivescovo di Gwangju scelto a larga maggioranza, il suo vice sarà mons. Chang. Al vescovo di Daejeon la Commissione più "sensibile". Per Cristo Re una raccolta fondi per i cristiani di Siria e Iraq.

Seoul (AsiaNews) - La Conferenza episcopale coreana ha eletto l'arcivescovo di Gwangju, mons. Igino Kim Hee-jong , come suo nuovo presidente. Il presule ha guidato fino a oggi la Commissione episcopale per il dialogo interreligioso e l'unità dei cristiani: è stato lui a presentare a papa Francesco i leader delle altre religioni coreane durante la recente visita apostolica del Papa nella penisola. Il suo vice sarà mons. Gabriele Chang, vescovo di Kkottongnae. Alla guida della Commissione giustizia e pace è stato eletto mons. Lazzaro You  Heung-sik, vescovo di Daejeon.

I vescovi hanno concluso con questa elezione i quattro giorni di Assemblea plenaria nella sede della Conferenza episcopale a Seoul. Nel corso della riunione, i presuli hanno deciso anche di organizzare due raccolte fondi speciali: la prima sarà domenica 16 novembre, Giornata dei laici, il cui ricavato sarà destinato alle organizzazioni cattoliche private; la seconda sarà la settimana successiva, Solennità di Cristo Re. Il ricavato di questa seconda colletta, estesa a tutte le diocesi coreane, sarà destinato ai cristiani di Siria e Iraq, costretti dall'avanzata degli estremisti islamici a fuggire dalle proprie case.

Subito dopo l'elezione dei vertici è avvenuta quella delle varie commissioni. Giustizia e pace è considerata da molti cattolici una delle realtà più "sensibili" della Chiesa coreana, data la speciale natura "sociale" dei cattolici locali. Fino a oggi il ruolo era stato ricoperto da mons. Matthias Li, vescovo di Suwon.

Dopo il voto, mons. You ha ringraziato i suoi confratelli per la fiducia espressa "segno della volontà di Dio. Vi chiedo - ha aggiunto - di andare avanti tutti insieme e di essere pronti ad aiutarmi". Il vescovo di Daejeon ha poi indicato nella Esortazione apostolica Evangelii Gaudium "la bussola per i nostri rapporti sociali. La gioia di vivere il Vangelo in maniera concreta deve aiutarci ad andare fuori, ad andare oltre tenendo sempre Cristo nel cuore". 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Cheong: "Aspettiamo con pazienza, la crisi nucleare va risolta in maniera pacifica"
13/10/2006
Giustizia e pace ai deputati cattolici: Siate missionari in Parlamento
21/04/2016 09:51
Seoul, vescovi coreani riuniti per gestire gli aiuti al Nord dopo l'esperimento atomico
10/10/2006
Vescovo sud-coreano: "anche a tavola cultura della vita"
10/06/2005
Il massacro di Gwangju “ferita ancora aperta per tutta la società coreana”
19/05/2016 11:46