28 Giugno 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 26/02/2010, 00.00

    COREA DEL SUD

    Corea del Sud, il Paese con il tasso di natalità più basso del mondo

    Theresa Kim Hwa-young

    Per il secondo anno consecutivo diminuisce il numero delle nascite: da 466mila del 2008 a 445mila nel 2009. L’indice di natalità per le donne tra i 15 e i 49 anni è di 1,14, con un calo di 0,04 punti. Esso causa un invecchiamento della popolazione e pesanti ripercussioni sul sistema previdenziale.
    Seoul (AsiaNews) – Per il secondo anno consecutivo diminuisce il tasso di natalità in Corea del Sud. È quanto emerge da un rapporto diffuso nei giorni scorsi dall’Ufficio nazionale di statistica (Nso) di Seoul, che attribuisce la decrescita alla tendenza delle coppie a rimandare i matrimoni e posticipare il concepimento dei figli. Il numero nelle nascite, conferma un funzionario Nso, è il più basso del mondo.
     
    Nel 2009 vi sono state 445mila nuove nascite, con un calo di 21mila unità (pari al - 4,4%) rispetto alle 466mila del 2008. Un dato che conferma il trend negativo: nel 2008 vi sono stati 27mila neonati in meno del 2007. Il tasso medio di natalità nelle donne in età fertile, fra i 15 e i 49 anni, è di 1,14. Il dato indica una diminuzione di 0,04 punti rispetto all’anno precedente. Un funzionario dell’Nso afferma che “è il più basso tasso di fertilità al mondo, se si eccettuano alcune città-Stato”.
     
    La diminuzione delle nascite comporta, di conseguenza, un invecchiamento della popolazioni che crea pesanti ripercussioni alle casse dello Stato. Diminuisce infatti la forza lavoro e aumentano, di pari passo, i costi del welfare e dei trattamenti pensionistici. Essi, oltretutto, andranno a gravare sulle spalle dei giovani che si affacciano al mercato del lavoro.
     
    Dal rapporto emerge inoltre che l’età media delle donne che partoriscono è salita a 31 anni – con una crescita di 0,2 punti sul 2008 – ed è dovuta alla scelta delle coppie di rimandare il matrimonio. Oggi le donne ultratrentenni gravide hanno superato le ventenni e i dati lo dimostrano: il 43,4% dei neonati ha una madre che ha superato i 30 anni, il 35,2% è figlio di una ancora nella “ventina”. E sono proprio le 20enni a registrare un calo nelle gravidanze superiore alla metà (13mila, su 21mila) rispetto al dato del 2008.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/08/2014 COREA DEL SUD
    Seoul, se le culle restano vuote il popolo coreano "sarà il primo a scomparire"
    Secondo una proiezione, fra poco più di un secolo la popolazione totale conterà circa 10 milioni di membri. E nel 2256 toccherà un milione: Busan sarà la prima città a svuotarsi. Gli sforzi della Chiesa cattolica e delle altre religioni a favore della vita.

    31/03/2006 corea del sud
    Aumentano i matrimoni, ma anche i divorzi, fra sud coreani e stranieri

    Secondo l' Ufficio di statistica nazionale nel 2005 su 100 matrimoni 14 sono stati con cittadini stranieri, soprattutto cinesi.



    12/07/2012 COREA DEL SUD
    Il governo di Seoul dà ragione alla Chiesa: "Aumentiamo la nostra natalità o spariremo"
    Un rapporto dell'Istituto coreano per la Salute e gli affari sociali lancia l'allarme: "Se non arriviamo a un tasso di natalità pari all'1,8 %, siamo destinati a perdere tutto". Sotto accusa il governo, che non sostiene le famiglie e non incentiva la procreazione. Una vittoria per i cattolici, che da sempre combattono contro questi mali.

    23/01/2013 SINGAPORE
    Singapore, il governo corre ai ripari contro il crollo delle nascite
    L'esecutivo ha annunciato un aumento dei benefit e il prolungamento del congedo per paternità: il tasso di natalità nel 2010 e 2011 è stato il più basso degli ultimi 47 anni. Lee Kuan Yew, storico premier e padre dell’attuale Primo Ministro ammette: sbagliate le politiche di pianificazione familiare. A dicembre inflazione record, a rischio la crescita; mercato immobiliare alle stelle.

    27/10/2004 FILIPPINE
    Lobby economiche filippine premono per il controllo delle nascite
    Il presidente Arroyo spera di varare programmi di paternità e maternità responsabile.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Confusione e polemiche per il silenzio del Vaticano sul caso di mons. Ma Daqin di Shanghai

    Bernardo Cervellera

    Per alcuni l’articolo di mons. Ma con cui elogia l’Associazione patriottica, riconoscendo i suoi “errori”, è solo “fango”. Per altri egli si è umiliato “per il bene della sua diocesi”. Molti esprimono perplessità per il silenzio della Santa Sede: silenzio sul contenuto dell’articolo; silenzio sulla persecuzione subita dal vescovo di Shanghai. Il sospetto che in Vaticano si vede bene lo svolgimento del “caso” Ma Daqin che però fa emergere un problema: la Lettera di Benedetto XVI (con cui dichiara l’AP non compatibile con la dottrina cattolica) è abolita? E chi l’ha abolita? Il rischio di una strada di compromessi senza verità.


    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin: il testo della sua “confessione”

    Mons. Taddeo Ma Daqin

    Con un articolo pubblicato sul suo blog, il vescovo di Shanghai, dimessosi dall’Associazione patriottica quattro anni fa, sembra “confessare” il suo errore e esalta l’organismo di controllo della Chiesa. Riportiamo qui il testo quasi integrale del suo intervento. Traduzioni dal cinese a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®