12 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 30/03/2012, 00.00

    COREA

    Cristiani coreani: “Pregheremo, tutti insieme, in Corea del Nord”

    Joseph Yun Li-sun

    L’incontro si terrà il prossimo 12 giugno nella cappella di un complesso industriale di Kaesong, la zona di cooperazione intercoreana. Tuttavia la tensione nella penisola resta alta per il lancio del razzo, e rimangono seri dubbi sulla fede dei cristiani che vivono nel Nord.

    Seoul (AsiaNews) - I leader delle chiese protestanti della Corea si sono accordati per celebrare insieme una funzione religiosa e una veglia di preghiera nella parte nord della penisola. L'incontro sarà celebrato nella cappella di un impianto industriale di Kaesong - la zona di cooperazione economica fra i due Paesi - il prossimo 12 giugno. Il reverendo Han Gie-yang, della chiesa unita di Corea, conferma l'incontro; ma molte fonti esprimono dei dubbi sulla reale identità (e sulla fede) dei cristiani del Nord.

    L'accordo è stato raggiunto a Shenyang, in Cina, e rientra in un piano di distensione dei rapporti fra Seoul e Pyongyang. Il regime stalinista vuole lanciare un razzo il 15 aprile - centenario della nascita del padre della patria Kim Il-sung - mentre Corea del Sud, Stati Uniti e Giappone vorrebbero a tutti i costi evitarlo. Il nuovo dittatore Kim Jong-un ha approvato una moratoria sul programma nucleare per far riprendere l'invio di aiuti umanitari nel proprio Paese, ma non sembra intenzionato a lasciar perdere il lancio del razzo.

    Nell'ultimo anno, la Corea del Nord ha aperto le proprie porte a diverse delegazioni religiose. I buddisti del Sud si sono recati due volte in pellegrinaggio nel regime, mentre un gruppo cristiano interconfessionale - guidato dall'arcivescovo cattolico di Gwangju - ha visitato Pyongyang a novembre. La presenza di veri cristiani nel Paese rimane però dubbia: nonostante vi siano due chiese nella capitale del Nord, molti ritengono che esse (così come i "fedeli" che le frequentano) siano solo uno specchio per le allodole straniere che si recano in visita.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    18/09/2015 COREA
    Leader cristiani delle due Coree si incontrano a Pyongyang per parlare di pace
    Il Consiglio nazionale delle chiese della Corea del Sud (Ncck) ha annunciato che rimarranno nella capitale del Nord per sette giorni. Insieme a loro alcuni delegati del Consiglio mondiale delle Chiese. Lo scopo del forum è discutere “come promuovere la pace e gli scambi fra le Chiese” nella penisola.

    14/07/2007 USA - COREA DEL NORD
    Cristiano condannato a morte, politici Usa scrivono all’Onu
    Il fratello minore di Son Jong-nam, ex ufficiale dell’esercito di Pyongyang convertito al cristianesimo, che dovrebbe essere giustiziato in pubblico, ha chiesto l’aiuto degli Usa e dell’Onu per fermare l’esecuzione.

    04/02/2013 COREA
    Consiglio mondiale delle Chiese: I cristiani della Corea del Sud “agenti del Dio della pace”
    È l’auspicio del dottor Olav Fykse Tveit, capo dell'organismo ecumenico, che ha visitato il Paese per preparare l’incontro annuale del gruppo che si terrà a novembre. I fedeli “devono collaborare per far ridiventare la penisola un luogo di pace e giustizia”.

    14/07/2008 COREA DEL SUD – COREA DEL NORD
    Sale la tensione fra le due Coree, a rischio accordi economici e aiuti umanitari
    L’omicidio della turista sud-coreana rischia di far tornare i due Paesi ai tempi della guerra fredda. Seoul esige scuse ufficiali e invia un team di investigatori. Pyongyang nega l’ipotesi di una “inchiesta congiunta” e biasima la decisione di sospendere il turismo nel nord.

    28/02/2006 Corea del Sud – Corea del Nord
    Corea, card. Cheong: "Impensabile una visita del Papa finchè continua la repressione nel Nord"

    Dopo la sua prima messa da prossimo cardinale, l'arcivescovo di Seoul definisce "inaccettabile" l'atteggiamento del regime di Pyongyang. La sua nomina "segno del nuovo peso della Chiesa coreana e della nazione stessa".





    In evidenza

    RUSSIA-UCRAINA
    La riconciliazione possibile fra Mosca e Kiev

    Vladimir Rozanskij

    Il Sinodo straordinario per i 100 anni della restaurazione del Patriarcato di Mosca, ha rivolto un appello per il ritorno alla comunione con il Patriarcato di Kiev. La risposta di Filaret , molto positiva,  chiede perdono e offre perdono. Da anni vi sono prevaricazioni, espressioni di odio, sequestri di chiese. L’invasione della Crimea ha acuito la divisione. Il governo ucraino rema contro.


    VATICANO-MYANMAR-BANGLADESH
    Non solo Rohingya: il messaggio di papa Francesco a Myanmar e Bangladesh

    Bernardo Cervellera

    L’informazione troppo concentrata sul “dire/non dire” la parola Rohingya. Il papa evita il tribunale mediatico o la condanna, ma traccia piste costruttive di speranza. Una cittadinanza a parte intera per le decine di etnie e uno sviluppo basato sulla dignità umana. L’unità fra i giovani e le diverse etnie, ammirata da buddisti e musulmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®