26 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 13/04/2017, 12.09

    INDIA

    Croce dissacrata a Mumbai: ghirlanda di pantofole attorcigliata al corpo di Cristo

    Nirmala Carvalho

    La dissacrazione è stata scoperta da una fedele recatasi in chiesa per pregare. Il caso è stato registrato contro ignoti. Leader cristiano condanna l’ennesimo atto di intimidazione contro la minoranza cristiana. “Chiara indicazione del risveglio della discordia settaria”.

    Mumbai (AsiaNews) – Ignoti criminali hanno dissacrato una croce a Santacruz West, periferia benestante di Mumbai (nel Maharashtra). La profanazione della croce nella chiesa locale è avvenuta ieri. A scoprirlo è stata una donna di 42 anni, entrata nel luogo di culto intorno alle 7 mattina per pregare. Avvicinatasi all’altare, la fedele ha notato che la croce era stata "ornata" con una ghirlanda di pantofole. Ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), condanna l’ennesimo gesto di intimidazione contro i cristiani che cade in una settimana, quella Santa, già segnata da numerosi episodi di violenza e sopruso contro la minoranza e i suoi luoghi sacri.

    Il caso è stato registrato contro ignoti alla stazione di polizia locale in base alle sezioni 295 (danni o offese ad un luogo di culto con l’intento di insultare la religione di una qualsiasi classe) e 427 (atto vandalico che causa danni per un ammontare di 50 rupie) del Codice penale indiano.

    A nome del Gcic, Sajan K George denuncia “la dissacrazione della santa Croce, che ferisce nel profondo i nostri sentimenti religiosi, in particolare durante la Settimana Santa. Questo atto è ancora più vergognoso per via della ghirlanda di ciabatte posta sul corpo di Gesù Cristo”. Il leader cristiano spiega che “nella tradizione indiana le ghirlande di fiori sono usate per venerare e onorare [gli dei], mentre qui il corpo sacro di Gesù è stato adornato con ghirlande di ciabatte. Ciò è una chiara indicazione di un risveglio della discordia settaria, [della volontà] di ferire il sentimento religioso e di provocare il popolo cristiano con tale atto vergognoso”.

    Il presidente del Gcic ricorda che quanto avvenuto ieri è il “secondo episodio di dissacrazione nel giro di due mesi a Mumbai, dopo la statua della Vergine decapitata nel quartiere di Kurla”. Tutto ciò è ancora più triste, conclude, perché “Mumbai è la capitale finanziaria dell’India e una città cosmopolita, tollerante nei confronti di tutte le religioni. Qui è davvero comune vedere persone di ogni casta e confessione che affollano i santuari mariani e portano offerte alla Madonna come noci di cocco, fiori, candele e altro. Perciò aver ornato il corpo sacro di Gesù con una ghirlanda di pantofole è un atto maligno compiuto in maniera intenzionale”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    18/01/2017 12:57:00 INDIA
    Card. Gracias: Preghiamo insieme per l’unità dei cristiani

    Per la prima volta a Mumbai la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani viene organizzata da cattolici e pentecostali. L’arcivescovo presiederà la preghiera ecumenica il 20 gennaio. Leader cristiano: “Le divisioni sono terreno fertile per i radicali indù che vogliono demolire le icone cristiane di carità, educazione e assistenza ai malati”.



    21/07/2015 INDIA
    Kerala, integralisti indù convertono “in modo forzato” 39 dalit cristiani
    I senza casta, fascia più debole della società, vengono attirati dai vantaggi che spettano a chi diventa indù, sikh o buddista. Il Vhp (partito fondamentalista) organizza questa conversione da quasi un anno. Sajan George: “È contro la costituzione garantire vantaggi a tutti meno che ai cristiani”.

    18/02/2014 INDIA
    India: la Chiesa ortodossa premia Sajan George, attivista cristiano per le minoranze
    Il presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic) è stato insignito del Mar Osthathios Puraskaram Award. A consegnarlo Sua Beatitudine Baselios Mar Thomas Poulose II, primate della Chiesa ortodossa indiana siro-malankarese.

    27/08/2013 INDIA – USA
    A Sajan George il premio per la pace ‘Martin Luther King’
    Il leader del Global Council of Indian Christians (Gcic) ha ricevuto il premio per il suo impegno in difesa della libertà religiosa. La Southern Christian Leadership Conference (fondata dal reverendo King) e l’ex presidente sovietico Mikhail Gorbacev hanno conferito il riconoscimento in occasione del 50mo anniversario della marcia su Washington (28 agosto 1963).

    10/02/2017 11:12:00 INDIA
    Capo ultranazionalista: In India tutti sono indù, compresi i musulmani

    Mohan Bhagwat è il leader del Rashtriya Swayamsevak Sangh. È intervenuto durante una conferenza indù in Madhya Pradesh. “Anche i musulmani sono indù per nazionalità ma islamici per fede”. “Alcune forze maligne sfrutteranno i poveri, i malati e gli ignoranti e faranno in modo che agiscano contro il Paese”.





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®