27/07/2017, 11.18
BANGLADESH
Invia ad un amico

Dhaka, sacerdoti studiano come migliorare più stretta collaborazione con i laici

di Sumon Corraya

Dal 24 al 27 luglio si è svolto il seminario della Fraternità dei sacerdoti diocesani del Bangladesh. L’associazione vuole promuovere “rapporti sani” tra religiosi e laici nelle parrocchie. Incentivare la collaborazione per “per accrescere le attività della Chiesa”.

Dhaka (AsiaNews) – Almeno 125 sacerdoti diocesani del Bangladesh hanno partecipato al seminario annuale dell’organizzazione che li raduna, la Fraternità dei sacerdoti diocesani del Bangladesh (Bdpf). Dal raduno, che si è svolto presso l’Holy Spirit Major Seminary di Dhaka, tutti sono usciti con un impegno per i mesi a venire: lavorare a più stretto contatto con i laici, che all’interno delle parrocchie svolgono un ruolo determinante nella diffusione degli insegnamenti cristiani. P. Kamal Corraya, presidente della Bdpf, afferma ad AsiaNews: “Lo scopo della Fraternità è arricchire i nostri sacerdoti, in modo che essi possano servire in maniera più attenta nei luoghi in cui operano. Grazie all’associazione, tutti possono raggiungere maggiori livelli di cooperazione, condivisione e santità”.

P. Uttom Rozario, proveniente dalla diocesi di Raishahi, dichiara: “Ho capito che devo collaborare di più con i laici della mia parrocchia”. La chiesa è situata nel distretto di Pabna e il sacerdote riferisce che “la maggior parte dei laici è davvero attiva nelle iniziative religiose. Purtroppo ci sono anche alcuni cattolici lontani dai programmi della parrocchia, e per questo cercherò di instaurare relazioni più amichevoli con loro”.

Durante il seminario, svoltosi dal 24 al 26 luglio, i sacerdoti hanno condiviso esperienze di vita e di pastorale dell’ultimo anno, così come i problemi e le difficoltà presenti nelle rispettive aree. Uno dei partecipanti afferma: “È stato di grande ispirazione osservare i sacerdoti più anziani. Voglio spendere tutta la mia vita come sacerdote, servitore di Dio”.

Anche il card. Patrick D’Rozario, arcivescovo della capitale e primo cardinale del Bangladesh, ha sottolineato la necessità di incentivare i rapporti tra laici e consacrati. “Il mio sostegno va alla Fraternità dei sacerdoti diocesani del Bangladesh”, ha detto, ricordando poi che “di questi tempi c’è bisogno di sani rapporti con i laici, in modo che i sacerdoti possano servirli al meglio”.

La Bdpf è stata fondata nel 1987. Tutti i sacerdoti diocesani del Paese – 224 esponenti – ne fanno parte. Ogni cinque anni l’associazione organizza un ritiro per la formazione dei sacerdoti e ogni anno un seminario per raccogliere esperienze e proposte. P. Kamal Corraya conclude: “Lavoriamo per i laici e sosteniamo la loro partecipazione per accrescere le attività della Chiesa. Spero da che questo seminario i sacerdoti possano apprendere nuove direttive e ispirazione per la propria vita pastorale”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Forum dei sacerdoti diocesani indonesiani
15/05/2017 09:13
Card. Ranjith: preghiere e azioni concrete per la Giornata mondiale dei poveri
14/11/2017 13:48
Per combattere la tbc, per la prima volta Pyongyang apre ad una delegazione cattolica
22/05/2007
Ho Chi Minh City, l’impegno degli studenti cattolici per una ‘discepolanza missionaria’
26/09/2017 12:12
Cattolici vietnamiti nel nord: fioriscono i servizi sociali insieme al catechismo
11/09/2006