25/02/2016, 08.54
BANGLADESH
Invia ad un amico

Dhaka: è morto il vescovo D’Rozario, “difensore dell’educazione femminile”

di Sumon Corraya

Mons. Michael A. D’Rozario è stato per 35 anni vescovo di Khulna, la terza città del Bangladesh, dove i cattolici sono lo 0,2%. Grande educatore e divulgatore, ha fondato più di 11 scuole, spingendo le donne a frequentare i corsi. Ieri i funerali a Dhaka, cui hanno partecipato migliaia di persone. Oggi l’ultimo saluto a Khulna, dove verrà sepolto.

Dhaka (AsiaNews) – È morto ieri a 91 anni mons. Michael A. D’Rozario, vescovo emerito e figura di primo piano del cattolicesimo bangladeshi. È stato per 35 anni vescovo della diocesi di Khulna (terza città del Bangladesh, a sud-ovest di Dhaka) e ha contribuito allo sviluppo delle fede locale con numerose pubblicazioni e traduzioni di lettere papali. Mons. D’Rozario è deceduto in un ospedale della capitale, dove era ricoverato da settimane per malattie legate alla vecchiaia.  

“La gente lo ricorderà per la sua leadership – dice p. Noren Baidy, sacerdote locale –. Il vescovo è riuscito a dare grande impulso alla Chiesa, aumentando il numero di fedeli e fondando più di 11 scuole”. “Inoltre – aggiunge p. Baidy – gran parte del suo contributo è andato all’istruzione delle donne, di cui ha difeso sempre il diritto di andare a scuola”.

Mons. D’Rozario è stato il secondo vescovo di Khulna. Originario di Dhaka, è nato nella parrocchia di Hasnabad il 23 novembre 1925. Ordinato sacerdote il 10 luglio 1953, è stato nominato vescovo nel 1970, scegliendo il motto “Il Signore è la mia luce” (Sal 27:1). I fedeli della diocesi di Khulna (16 milioni di abitanti) ricordano il suo costante impegno per gli abitanti della regione, per i cattolici (lo 0,2% della popolazione) e per i non cattolici.

Grande educatore e divulgatore – ha scritto molti articoli di catechesi su riviste cattoliche–, il vescovo è stato il primo in Bangladesh ad istituire l’assemblea diocesana annuale (idea poi adottata da tutte le altre diocesi), in cui mons. D’Rozario poteva confrontarsi con fedeli, sacerdoti e religiosi e porre obiettivi precisi da raggiungere.

Al vescovo di Khulna era anche affidato il compito di tradurre gran parte delle lettere pastorali inviate dai pontefici alla comunità bangladeshi.

Ieri a Dhaka si sono tenuti i funerali di mons. D’Rozario, alla presenza di migliaia di fedeli. Oggi un ulteriore celebrazione funebre verrà officiata nella cattedrale San Giuseppe di Khulna, dove verrà sepolto il corpo, come chiesto dallo stesso vescovo.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Cristiani contro il terrorismo: una preghiera ecumenica per il risveglio dell’umanità
21/06/2016 13:30
Bangladesh, Chiesa e laici lavorano per la protezione dei minori
20/05/2019 14:47
Dhaka: lutto per la morte di p.Benjamin Costa, noto educatore
16/10/2017 13:24
La Chiesa in festa per la scuola Santa Maria: Siete luce della terra
04/05/2015
Cresce la Chiesa in Bangladesh: in 20 anni, raddoppiate le diocesi
01/02/2016 15:19