09/02/2005, 00.00
CINA – HONG KONG
Invia ad un amico

Diocesi cinesi: il dilemma della festa e delle Ceneri

Oggi è il primo giorno del Nuovo anno lunare, la più grande festa cinese, ma è anche il mercoledì delle Ceneri, giorno di digiuno ed astinenza. Le diocesi della Cina vanno incontro ai fedeli.

Hong Kong (AsiaNews/Ucan) –  Quest'anno, il primo giorno del Nuovo Anno lunare coincide con il Mercoledì delle Ceneri. Le diocesi del mondo cinese hanno adottato strategie diverse per conciliare l'elemento della festa tradizionale con l'austerità dell'inizio di Quaresima. Molti cattolici cinesi non vogliono ricevere le ceneri. Per i cinesi, le ceneri sono associate alla pena ed alla sofferenza, in contrasto con la gioia per il Nuovo Anno. Il personale ecclesiastico spiega che ricevere le ceneri è anche una benedizione.

La diocesi di Shanghai ha preso appositi provvedimenti per celebrare l'imposizione delle Ceneri in un giorno diverso da mercoledì. Padre Josef Bai Jianqing ha detto che la messa per le Ceneri sarà tenuta normalmente, ma tutti i fedeli che non potranno partecipare alla messa di mercoledì  perché in visita alle famiglie - come da tradizione cinese - potranno comunque ricevere le ceneri il 10 o l'11 febbraio. P. Josef crede comunque che i fedeli, soprattutto gli anziani, si atterranno al digiuno, nonostante l'importanza della tradizione del capodanno.

Il vescovo Zhao Ziping, 94 anni, della diocesi di Jinan (Shandong), tiene distinti i due eventi: "La liturgia è una cosa; il capodanno un'altra. Noi terremo la liturgia del Mercoledì delle ceneri anche se coincide con la festa del primo giorno dell'anno". Nel mondo cinese i cattolici sono dispensati dal digiuno e l'astinenza per 15 giorni, fino alla fine delle celebrazioni per il nuovo anno. Il prelato, ritiene però che molti fedeli si atterranno lo stesso al precetto del digiuno.

Nella diocesi di Wenzhou ( Zhejiang), una fonte della chiesa sotterranea ha confermato le disposizioni sul digiuno tenute dalle altre diocesi, ma ha aggiunto che le ceneri verranno date solo oggi, perché i sacerdoti sono molto controllati dalla pubblica sicurezza e non possono scegliere un'altra data. Molti cattolici anziani di questa diocesi vogliono osservare il precetto del digiuno e dell'astinenza. I preti hanno dovuto sottolineare più volte che, se dispensati, non è peccato non osservare il precetto.  A Tianjin, 90 chilometri a sud-est di Pechino, una cattolica ha spiegato che, grazie alla speciale dispensa, lei festeggerà il nuovo anno in maniera tradizionale, cucinando i piatti tipici che contengono carne.

A Taiwan, p. Francis King Yu-wei, cancelliere dell'arcidiocesi di Taipei, ha detto che se la celebrazione coincide con il capodanno, i vescovi di Taiwan rimandano usualmente la distribuzione delle ceneri. Taipei, ad esempio, distribuirà le ceneri domenica 13, la prima di Quaresima.

Le diocesi di Hong Kong e di Macao hanno adottato atteggiamenti simili. Distribuiranno le ceneri il 16 febbraio, durante la messa, il 18 durante la Via crucis o in una qualunque data che non sia domenica.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Gracias: Quaresima, tempo di digiuno e di opere di misericordia
14/02/2018 14:26
Timori per l'epidemia di meningite durante il Capodanno cinese
02/02/2005
Quasi 2 miliardi di viaggi nel grande esodo del Capodanno cinese
04/02/2005
Card. Tagle: 20 centesimi al giorno per salvare 25mila bambini dalla fame
03/02/2016 15:35
Addio Anno della Pecora, pieno di conflitti e persecuzioni
21/01/2004