27 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 25/09/2008, 00.00

    CINA

    Domani la prima passeggiata cinese nello spazio



    Parte oggi il razzo Shenzhou VII con 3 uomini a bordo, che proverà la prima passeggiata nello spazio. Esperti: il programma spaziale cinese è guidato dai militari e può avere utilizzi anzitutto bellici. Già si parla di una stazione spaziale cinese.

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Parte oggi il razzo Shenzhou VII (“Nave celeste”), in serata dal Centro di lancio satellitare Jiuquan in una zona remota del Gansu. E’ la prima missione con 3 astronauti e prevede la prima passeggiata nello spazio (forse domani), 341 chilometri sopra la Terra.

    Media e politici celebrano l’orgoglio della Cina, 3° Paese (dopo Usa e Russia) a mandare l’uomo nello spazio, e ovunque ci sono i volti sorridenti e le dichiarazioni dei 3 astronauti. Al sito web della statale Xinhua arrivano messaggi email come: “Shenzhou VII, sei l’orgoglio della Nazione”. “Al di sopra delle difficoltà la Cina decolla”.

    “Abbiamo fiducia, determinazione e capacità per compiere il primo passo della Nazione nello spazio esterno” ha detto ieri l’astronauta Jing Haipeng, quasi richiamando le recenti acclamate performance degli atleti cinesi alle Olimpiadi. Anche il comandante della missione, il colonnello Zhai Zhigang (sono tutti e 3 militari, membri del Partito comunista e piloti di aerei caccia), ripete che sono “fisicamente, psicologicamente e tecnicamente pronti” per il viaggio.

    E’ anche la terza  missione umana, dopo che nell’ottobre 2005 lo Shenzhou VI è volato intorno alla Terra per 5 giorni con 2 astronauti. Durante la missione, che durerà almeno 60 ore, sono previsti vari esperimenti scientifici e prove di manovre manuali, come pure l’invio di dati attraverso il satellite per telecomunicazioni Zhongxing I.

    Ma i progetti vanno molto oltre e Jiao Weixin, scienziato spaziale dell’Università di Pechino, dice che questa “passeggiata” “è utile per [la costruzione di] una stazione spaziale. Poniamo le fondamenta per il futuro”.

    E’ anche un grande successo per i militari, che conducono in segreto il programma spaziale, con  un costo che secondo stime ufficiali è stato di 18 miliardi di yuan (1,8 miliardi di euro) fino al 2003. Analisti osservano che i dati ottenuti da simili progetti possono avere utilizzo militare, anche considerato che per inviare 3 astronauti nello spazio occorre una navicella molto più pesante e molta maggiore potenza che per le precedenti missioni. I 3 si divideranno i compiti: mentre Zhai sarà fuori nello spazio, un altro sarà di appoggio nella camera d’equilibrio e il terzo sarà nella capsula di rientro per dirigere il razzo.

    Andrei Yang Nien-dzu, esperto militare di Taipei, dice al South China Morning Post che “ora i missili di Pechino sono in grado di lanciare veicoli super-pesanti, come satelliti militari di comunicazione, molto più pesanti di quelli con scopi civili”. “La tecnologia per guidare” una missione con 3 astronauti “aiuterà molto Pechino verso la futura creazione di una stazione spaziale”. Inoltre aiuterà la Cina a sviluppare una tecnologia innovativa, nel tentativo di affrancarsi da quella estera (anzitutto Usa) finora utilizzata.

    Un anno fa Pechino ha abbattuto un proprio vecchio satellite con un missile lanciato da terra, mostrando una tecnologia molto avanzata e suscitando il timore di una corsa agli armamenti spaziali.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/09/2008 CINA
    Si è svolta con successo la prima passeggiata cinese nello spazio
    L'uscita di circa 15 minuti trasmessa in diretta tv. Grande soddisfazione e orgoglio per politici e tecnici, che ripetono che è il primo passo per creare una stazione orbitale cinese.

    24/10/2007 CINA
    Parte la sonda cinese per la luna
    Per un anno la sonda girerà intorno alla luna per raccogliere immagini e dati. Prevista per il 2020 una missione umana sulla luna. Pechino vuole affermarsi come potenza spaziale, per ragioni economiche e politiche.

    25/10/2007 CINA
    Pechino si gode la sonda lunare e promette sviluppi pacifici nello spazio
    Entusiasmo in Cina, mentre tecnici e politici ripetono che non c’è alcuna corsa alla luna, né competizione. Il volo ha solo "finalità scientifiche". Qualcuno fa notare che c'è troppa povertà sulla terra cinese.

    29/09/2008 CINA
    Pechino celebra gli “eroici” astronauti e programma la conquista della Luna
    Un trionfo per i 3 astronauti ritornati ieri. Leader e militari celebrano in realtà se stessi e la loro leadership, annunciando future conquiste. Ma dimenticano le molte miserie del Paese.

    12/10/2005 CINA
    Cina, secondo equipaggio umano nello spazio

    All'interno dello Shenzhou VI si trovano 2 astronauti. La navicella dovrebbe rientrare fra 5 giorni e fare 80 volte il giro della Terra. Il lancio trasmesso in diretta televisiva dai media statali.





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®