Skin ADV
10 Febbraio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 04/07/2012, 00.00

    NEPAL

    Donne e poveri: le migliori guide di trekking sull'Himalaya



    Nei distretti alle pendici dell'Himalaya la popolazione non gode dei flussi turistici gestiti da società straniere. La gente vive con pochi dollari al giorno e muore di malattie. Ong e agenzie internazionali combattono la fame, ma non considerano il turismo come opportunità di sviluppo. Con un'agenzia di trekking per sole donne, tre sorelle della città di Pokhara offrono lavoro a decine di ragazze.

    Kathmandu (AsiaNews/ Agenzie) -  I pachidermici progetti di organizzazioni non governative e agenzie internazionali per sconfiggere la povertà hanno portato pochi risultati dalla fine delle guerra civile nepalese. La maggior parte della popolazione nei distretti alle pendici dell'Himalaya vive con meno di due dollari al giorno e muore ancora di malattie come dissenteria, malaria, tubercolosi, dengue. E questo in regioni visitate ogni anno da migliaia di turisti e alpinisti.

    Lucky, Dicky e Nicky Chhetry, fondatrici della 3Sisters Adventure Trekking di Pokhara, spiegano che nessuno considera il turismo un'occasione di crescita per i più poveri e gli emarginati. Esse notano che la parola "sviluppo"  è divenuta comune fra la popolazione, ma in pochi potrebbero spiegare il suo concreto significato. In questi anni economisti, politici e agenzie internazionali hanno creato e sponsorizzato enormi progetti di breve periodo e campagne per sfamare la gente, ignorando le possibilità offerte dal settore turistico a poveri ed emarginati.

    La 3Sisters Adventure Trekking è nata nel 2001 per coinvolgere le donne dei villaggi della periferia di Pokhara (regione di Gandaki - Nepal occidentale) nell'industria dei trekking sull'Himalaya, spesso gestiti da grandi agenzie turistiche straniere. Con l'aiuto di guide esperte, le tre sorelle organizzano da oltre 11 anni corsi di alpinismo per sole donne.  "All'inizio le persone ridevano di noi - afferma Dicky Chhetry  - molte ragazze erano diffidenti. Una donna che lavora nel turismo è considerata una prostituta. Nonostante le critiche decine di giovani si sono iscritte e sono diventate guide, raggiungendo un'autonomia finanziaria che ha consentito loro di studiare ed emanciparsi dalle proprie famiglie". La piccola azienda ha resistito alla guerra civile e con la caduta della monarchia ha ricominciato a lavorare e pieno ritmo. Nel 2008 la società ha gestito circa il 52% dei trekking montani della regione Himalayana, divenendo leader del settore. A tutt'oggi la maggior parte dei clienti sono donne. "Alcune alpiniste - spiegano - hanno difficoltà a trattare con guide di sesso maschile. Così si rivolgono a noi e alle nostre giovani scalatrici".

    Secondo una ricerca del Nepal Tourism Sector Analysis, è dal 1983 che il turismo occupa un parte importante dell'economica nepalese. Tuttavia il Nepal è ancora in fondo alla lista dei 139 Paesi analizzati  dal Rapporto sulla competitività turistica 2011 del Wolrd Economic Forum. Tale situazione è dovuta al disinteresse delle autorità per questo settore, alle poche infrastrutture e alla totale assenza di politiche di marketing. Le autorità locali non incentivano il turismo e non offrono sicurezza, costringendo gli stranieri ad affidarsi ad agenzie estere.

     

     

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/03/2014 NEPAL
    Kathmandu affitterà ai privati le vette dell'Himalaya
    Il governo nepalese vanta sul proprio territorio oltre 3.300 picchi, divisi in percorsi da camminata e percorsi da scalata. Ma riesce a gestirne soltanto 310, facendo calare il potenziale turistico del Paese. Il piano dell'esecutivo prevede affitti ai privati per la gestione delle aree di almeno 30 anni.

    14/05/2012 NEPAL
    Aereo turistico si schianta alle pendici dell'Himalaya, 12 morti
    L'impatto è avvenuto durante l'atterraggio. Otto persone sono sopravvissute, ma versano in gravi condizioni. Il velivolo era diretto a Jomsom importante meta per i tracking sull'Himalaya e pellegrinaggi religiosi.

    28/08/2012 NEPAL
    Nepal, visti bloccati per chi proviene da 11 Paesi islamici e africani
    Nella “lista nera” vi saranno Nigeria Ghana, Zimbabwe, Swaziland, Camerun, Somalia, Liberia, Etiopia, Iraq, Palestina e Afghanistan. Il Dipartimento per l’immigrazione spera così di fermare attività illegali come spaccio di droga e traffico di esseri umani. Massima priorità invece ai cittadini cinesi, americani ed europei, fonte principale del turismo nepalese.

    29/09/2008 NEPAL
    Nepal, a salvaguardia dell’ambiente ogni turista pianterà un albero
    Il programma coinvolge tutti e 75 i distretti del Paese; esso intende ridurre gli effetti del cambiamento climatico e tutelarne le bellezze naturali.

    03/08/2013 NEPAL – ASIA
    Ambiente e sicurezza, Kathmandu rafforza i controlli sull’Everest
    Il governo nepalese vuole monitorare “con maggiore attenzione” la vetta più alta del mondo. Controlli su spedizioni, arrampicate e flusso turistico. Allestito per la prima volta un team di funzionari che stazionerà al campo base. Provvedimento necessario dopo le violenze, gli scontri e i danni ambientali registrati negli ultimi mesi.



    In evidenza

    RUSSIA - VATICANO
    Il Patriarca Kirill e la Chiesa russa che papa Francesco incontrerà

    Ieromonaco Ioann

    Il capo della Chiesa russo-ortodossa, che incontrerà il pontefice a Cuba il 12 febbraio prossimo, sta trasformando le sue comunità offrendo vescovi sempre più giovani e una curia funzionale. L’ispirazione del modello cattolico e l'eredità di Nikodim. Il rischio della burocratizzazione e del ripiegamento su se stessi.


    RUSSIA-VATICANO
    Francesco e Kirill, una Santa Alleanza per il futuro dei cristiani e del mondo

    Vladimir Rozanskij

    L’incontro fra il papa e il patriarca di Mosca era desiderato da Kirill da molto tempo. Atteso ai tempi di Giovanni Paolo II; sperato ai tempi di Benedetto XVI, si compie ora. Cattolici e ortodossi di fronte alle stesse sfide della persecuzione e del relativismo. Il freno del nazionalismo ortodosso, sostenuto da Putin. La crisi in Medio oriente e il rischio di isolamento della Russia spingono alla collaborazione.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®