18/06/2018, 10.55
CINA-VATICANO
Invia ad un amico

E’ morto mons. Giuseppe Li Mingshu, vescovo di Qingdao. ‘Timoroso’, aveva invitato le suore di Madre Teresa nella sua diocesi

di Bernardo Cervellera

Aveva 94 anni. Dal 2000 era vescovo di Qingdao, con approvazione della Santa Sede. Ma secondo diverse persone, egli era troppo sottomesso all’Associazione patriottica e ad Antonio Liu Bainian, presidente dell’organizzazione e originario dello Shandong. La diocesi tace sul periodo dal 1953 al 1978. E’ probabile che il vescovo sia stato trascinato in prigione o nei campi di lavoro forzato durante il periodo maoista e della Rivoluzione culturale.

Roma (AsiaNews) – Mons. Giuseppe Li Mingshu, vescovo di Qingdao (Shandong), è morto il 15 giugno scorso all’età di 94 anni. Ne dà notizia la diocesi, anche se non è ancora stato fissato il giorno dei funerali.

I suoi fedeli lo ricordano come un vescovo “timoroso” e ubbidiente verso l’Associazione patriottica, ma nel 2005 egli ha invitato suor Nirmala Joshi, superiora delle Missionarie della carità, succeduta a Madre Teresa, a visitare Qingdao per studiare la possibilità di aprire una casa nella sua diocesi. Egli ha anche invitato suor Nirmala a scrivere alle autorità cinesi per ricevere il permesso, ma la lettera della suora non ha mai ottenuto risposta.

Nel necrologio diffuso per la stampa si annotano le varie tappe della vita di mons. Li, ma si tace sul periodo dal 1953 al 1978, ossia il periodo del maoismo e della Rivoluzione culturale.  È molto probabile che in quel periodo egli sia stato mandato ai campi di lavoro forzato, come molti sacerdoti in tutta la Cina. Anche nei necrologi di altri vescovi (ufficiali) si cancella o si tace su questo periodo, col rischio di ignorare o manipolare la storia.

La diocesi di Qingdao ha una ventina di sacerdoti e due congregazioni religiose femminili.

Mons. Giuseppe Li Mingshu è nato nel dicembre 1924 nel villaggio di Lijia (Shandong).

Ha compiuto i suoi studi nella scuola secondaria e nel seminario minore di Zhoucun. Tra il 1943 e il 1949 ha studiato nel seminario maggiore di Jinan (Shandong) e poi a Wuhan (Hubei). È stato ordinato sacerdote l’11 aprile del 1949 nella cattedrale di Wuhan. Fra il 1949 e il 1953 ha lavorato come sacerdote a Shaoguan (Guangdong), insegnando anche nella scuola primaria e secondaria.

La diocesi non dà alcuna notizia di lui nel periodo dal 1953 al 1978.

Dal 1978 - alla fine del periodo maoista – fino al 1986 ha insegnato metodo educativo a una scuola per insegnanti e inglese in una scuola superiore a Boxing, nello Shandong. Dal 1986 al 1994 è stato vice-preside agli studi nel seminario dello Spirito Santo (Shandong). È stato poi nominato amministratore diocesano a Qingdao e il 13 agosto del 2000 è stato ordinato vescovo della diocesi, con mandato della Santa Sede. Dal 2000 al 2005 egli è stato vice-rettore del seminario nazionale di Pechino.

Alla cerimonia dell’ordinazione, mons. Li ha dichiarato di voler potenziare nuovi mezzi di evangelizzazione per la sua diocesi, formando responsabili laici, sviluppando classi di catechismo per adulti e mantenendo i rapporti di comunione con la Chiesa universale. Ma le persone che lo hanno avuto come responsabile affermano che egli era una persona “timorosa” che consigliava a tutti di “ubbidire all’Associazione patriottica”, l’organismo di controllo della Chiesa cattolica in Cina, che vuole edificare una Chiesa “indipendente” dalla Santa Sede.

Secondo alcuni osservatori, la dipendenza di mons. Li Mingshu dall’Associazione patriottica dipendeva dalla presenza ingombrante e potente di Antonio Liu Bainian, per molto tempo segretario e poi presidente dell’Associazione patriottica nazionale, anch’egli nativo dello Shandong.

Foto credit: Ucan

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sr Nirmala testimone di Cristo fra gli indù del suo paese natale
07/03/2004
Morta suor Nirmala Joshi, ha guidato le Missionarie della Carità dopo Madre Teresa
23/06/2015
Card. Gracias: Addio a suor Nirmala, semplice e illuminata dalla fede
24/06/2015
Prima festa ufficiale per la beata Madre Teresa
06/09/2004
Rapporti Cina-Vaticano, fumo negli occhi per le Olimpiadi
22/02/2008