26 Settembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 23/12/2013, 00.00

    EGITTO

    Egitto, attivisti laici condannati a tre anni di prigione e lavori forzati



    Ahmed Maher (fondatore del Movimento 6 aprile), Mohamed Adel e Ahmed Douma sono stati condannati per aver organizzato "manifestazioni illegali". Critiche delle organizzazioni per i diritti umani e dei parenti degli imputati: "Il governo si sta comportando come i precedenti regimi".

    Il Cairo (AsiaNews) - Giro di vite delle autorità egiziane contro gli esponenti di spicco della Primavera Araba del 2011. Ieri sera un tribunale del Cairo ha condannato a tre anni di reclusione Ahmed Maher, fondatore del Movimento 6 aprile, Mohamed Adel, anch'egli membro del gruppo, e  Ahmed Douma, attivista di spicco fra i protagonisti delle rivolte contro Mubarak e il governo del Fratelli Musulmani. Arrestati in novembre, i tre sono colpevoli di aver organizzato una manifestazione davanti alla sede della Corte suprema del Cairo senza permessi, come richiesto dalla nuova legge sulle proteste. Maher, Adel e Douma sconteranno parte della condanna ai lavori forzati e dovranno pagare una multa di 5mila euro, ma possono ancora ricorrere in appello.

    La condanna dei tre attivisti ha scatenato molte critiche nel Paese. Oggi la Arab Organization for Human Rights ha sottolineato che quanto sta accadendo è in netta contraddizione con lo spirito delle due rivoluzioni del 25 gennaio e del 30 giugno. Il gruppo si è offerto di aiutare i tre imputati al processo di appello e ha invitato il procuratore generale a rilasciarli su cauzione. Mostafa Maher, fratello di Ahmed e anch'egli del Movimento 6 aprile, sottolinea che il nuovo governo sta seguendo lo stesso percorso dei precedenti regimi "fabbricando accuse e mettendo in prigione attivisti e oppositori". "Presto - aggiunge - potrebbero affrontare anche loro un destino simile a quello di Mubarak e Morsi". Fra gli attivisti sotto processo vi è Alaa Abdul Fattah, leader di spicco della rivolte contro Mubarak e delle manifestazioni contro gli islamisti del 30 giugno, arrestato insieme a Maher, Adel e Douma, e anch'egli accusato di aver violato la famigerata legge sulle manifestazioni.  

    Firmato lo scorso 25 novembre dal presidente Adly Mansour, il provvedimento impone agli organizzatori di avvisare le autorità tre giorni prima dell'evento, invece di sette come previsto dai precedenti regolamenti, ma dà alla polizia il potere di disperdere sul nascere le manifestazioni ritenute violente utilizzando idranti, gas lacrimogeni e pallini di piombo. La legge prevede per i manifestanti trovati in possesso di armi illegali pene detentive fino a sette anni di carcere e multe di oltre 30mila euro. Il governo sanziona anche gli organizzatori di manifestazioni illegali con multe dai 1000 fino a 3mila euro.

    Ieri il presidente ad interim ha ha annunciato la formazione di un comitato d'inchiesta per indagare sui fatti di violenza avvenuti in seguito alle manifestazioni del 30 giugno che hanno portato alla caduta del presidente islamista Mohamed Morsi e il 14 agosto culminate con lo sgombero dei sit-in dei Fratelli Musulmani al Cairo, costati centinaia di morti, e gli attacchi a chiese e proprietà cristiane in tutto il Paese. La decisione di Mansour giunge dopo un incontro di dialogo con le varie fazioni politiche egiziane riunitesi per discutere la road-map di transizione del Paese. 

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    02/07/2013 EGITTO
    Il no di Morsi a militari e a milioni di egiziani che chiedono la democrazia
    Un manifestante egiziano descrive ad AsiaNews il clima di unità e festa delle manifestazioni oceaniche dello scorso 30 giugno. Cristiani, musulmani, giovani, anziani, uomini e donne felici di camminare insieme proprio perché egiziani. Mohamed Morsi rifiuta l'ultimatum di 48 ore dell'esercito.

    21/11/2011 EGITTO
    Egitto, sale il bilancio degli scontri in piazza Tahrir: 30 morti e mille feriti
    Dopo una breve sosta sono riprese questa mattina le proteste in piazza Tahrir. Oltre 4mila i partecipanti. Alcuni di loro hanno scagliato bottiglie molotov scatenando la reazione violenta dei militari. L’esercito accusato di aver sparato sulla folla con proiettili veri. Prime vittime anche ad Alessandria d’Egitto. Per protesta si dimette il ministro della Cultura.

    06/07/2013 EGITTO
    Egitto, gli islamisti scelgono la linea dura, la polizia spara. Oltre 30 morti
    L'ondata di scontri è iniziata ieri sera con la proteste a sostegno di Mohamed Morsi. La città più colpita è Alessandria con almeno 12 morti. Violenza anche a Suez, Qena, Assiut e Ismailya. I feriti sarebbero almeno 1138. Leader dei Fratelli Musulmani: "Resteremmo in piazza finché il presidente non sarà reinsediato".

    05/07/2013 EGITTO
    Egitto, l'esercito consente ai Fratelli Musulmani manifestazioni pacifiche
    L'annuncio è stato dato in vista delle manifestazioni pro-Morsi in programma per oggi pomeriggio, dopo la preghiera del venerdì. I militari e il nuovo esecutivo guidato da Adli Mansour invitano la popolazione alla calma e alla riconciliazione. Ignoti assaltano un posto di blocco nei pressi del valico di Rafah (Sinai).

    08/01/2014 EGITTO
    Cairo blindata per la seconda seduta del processo contro Mohamed Morsi
    L'ex presidente è giunto questa mattina nell'aula allestita nell'Accademia nazionale di polizia. Migliaia di soldati e agenti di sicurezza presidiano il luogo del processo e i principali edifici delle istituzioni. Insieme ad altri 14 leader dei Fratelli Musulmani Morsi è accusato di incitamento alla rivolta, frode allo Stato e di complotto con gruppi terroristi stranieri fra cui Hamas ed Hezbollah.



    In evidenza

    ISRAELE-PALESTINA
    Nuovo vicario di Gerusalemme: giovani e scuola, futuro di pace e speranza



    Mons. Giacinto-Boulos Marcuzzo sottolinea l’importanza dell’istruzione per garantire l’avvenire delle nuove generazioni. La Chiesa segno di “unità” in un contesto “segnato dalle divisioni” e ponte nel dialogo fra le fedi. Dall’euforia per la pace alla rassegnazione per un conflitto permanente. Un appello ai cristiani d’Occidente: venite pellegrini in Terra Santa.


    NEPAL
    Al via la mattanza di animali per la festa di Dashain. Protestano buddisti e animalisti

    Christopher Sharma

    La festività dura 15 giorni ed è la più importante del Nepal. Gli amanti degli animali presidiano i templi e tentano di sensibilizzare gli indù. La puzza delle carcasse in decomposizione avvolge le case intorno ai luoghi di culto. La polizia schierata per evitare scontri.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®