23 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 13/04/2017, 08.50

    EGITTO

    Egitto, identificato il kamikaze che ha colpito la chiesa di Alessandria



    Il ministero degli Interni ha svelato il nome dell’attentatore, scoperto grazie al Dna. Si tratta di Mahmoud Hasan Moubarak Abdallah, già noto alle autorità e inserito in una lista di “sospetti in fuga”. Proseguono le indagini per identificare anche il kamikaze di Tanta. Chiesa copta ortodossa, cattolici e anglicani celebrano una Pasqua in tono minore in segno di cordoglio per le vittime. 

     

    Il Cairo (AsiaNews) - Il ministero egiziano degli Interni ha annunciato l’identificazione di uno dei kamikaze che hanno colpito negli attacchi del 9 aprile scorso alla chiesa di Tanta e ad Alessandria, provocando 45 morti e oltre un centinaio di feriti; le esplosioni sono state rivendicate dallo Stato islamico (SI), che hanno annunciato al contempo nuove violenze contro la comunità cristiana.

    In particolare, le autorità hanno svelato il nome dell’attentatore che ha colpito ad Alessandria e hanno assicurato “ulteriori sforzi” per risalire al kamikaze che si è fatto esplodere a Tanta, durante le celebrazioni della domenica delle Palme.  

    Fonti del ministero affermano che “i test del Dna effettuati sui resti [del cadavere] recuperati sul luogo dell’attentato” mostrano che l’autore della strage alla chiesa di san Marco, ad Alessandria, è tale Mahmoud Hasan Moubarak Abdallah. “Egli - prosegue la fonte - è nato nel 1986 a Qena, nel sud, e abitava nella provincia di Suez”. 

    L’identificazione sarebbe avvenuta confrontando il Dna ritrovato sulla scena dell’attentato con quelli di una lista “di sospetti in fuga”. 

    Il presunto attentatore lavorava per una compagnia petrolifera ed era legato a una rete “terrorista” che aveva ideato e compiuto in precedenza l’attacco contro la cattedrale copta di san Marco in Abassiya, al Cairo, nel dicembre scorso. “I servizi di sicurezza - conclude la fonte ministeriale - proseguono i loro sforzi per identificare il kamikaze che ha commesso l’attentato contro la chiesa di san Giorgio a Tanta”. 

    Intanto la comunità cristiana d’Egitto, dove è in vigore per tre mesi lo stato di emergenza secondo disposizioni del presidente al-Sisi in risposta agli attacchi, si prepara a celebrare la Pasqua in tono minore in segno di cordoglio per le vittime. Ieri la Chiesa copta ortodossa ha annunciato che verrà celebrata solo la domenica di Pasqua, mentre verranno annullati tutti gli altri riti.  Lo stesso hanno fatto i cattolici e gli anglicani, cancellando la veglia pasquale nella notte di sabato.

    In una nota i leader cristiani spiegano che “considerata la situazione” tutti i festeggiamenti “sono stati annullati, ad eccezione della sola celebrazione” della messa di Pasqua. Il giorno della Pasqua sarà inoltre dedicato alla memoria e alla preghiera per le vittime degli attentati. Cancellata, fra gli altri, la tradizionale consegna dei dolci ai bambini da parte del patriarca copt Tawadros II.

    Come anticipato ad AsiaNews da p. Rafic Greiche, portavoce della Chiesa cattolica egiziana, gli attacchi hanno gettato “un’ombra” sulla Pasqua e rubato “la gioia della festa”. Confermata, invece, la visita di papa Francesco a fine mese, nella speranza che possa restituire fiducia e serenità a una comunità colpita al cuore e che teme per il futuro “nuovi attacchi”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    19/04/2017 09:10:00 EGITTO
    Sinai: commando Isis uccide poliziotto nei pressi del monastero di santa Caterina

    Uomini armati hanno attaccato un punto di controllo a poche centinaia di metri dal luogo di culto. Si tratta di uno dei più importanti edifici cristiani dell’Egitto. Il bilancio è di un agente ucciso e altri quattro feriti. Fermato un uomo sospettato di coinvolgimento negli attentati alle chiese della domenica delle Palme. 

     



    14/04/2017 12:58:00 EGITTO
    Egitto, portavoce Chiesa cattolica: per Pasqua cerimonie affollate, malgrado preoccupazione

    P. Rafic Greiche descrive una situazione di “calma” nel Paese. I cristiani “non si fanno intimidire” e affollano le cerimonie. Cancellati gli incontri ufficiali e le feste in memorie delle vittime, restano i riti liturgici. Appello ai cristiani d’Occidente: “Venite in Egitto come pellegrini e turisti”. Identificato l’attentatore che ha colpito a Tanta. Al-Sisi rilancia la lotta al terrorismo.

     



    10/04/2017 10:53:00 EGITTO - ISLAM
    Egitto, portavoce Chiesa cattolica: gli attentati gettano un’ombra su Pasqua e visita del Papa

    P. Rafic Greiche sottolinea che i terroristi “stanno rubando la gioia della festa”. A dispetto di un clima di paura, ieri le chiese del Paese erano gremite di fedeli. Il governo dichiara lo stato di emergenza. Necessario rafforzare il lavoro dell’intelligence. E aggiunge: Difficile sapere quando, ma “ci saranno altri attacchi”.



    09/04/2017 14:28:00 EGITTO-ISLAM
    Un secondo attacco terrorista nella chiesa di Alessandria dove celebrava Tawadros II

    Il patriarca copto ortodosso è illeso. Il bilancio temporaneo: 11 morti e 66 feriti. Si pensa ad un attacco suicida. Si raduna il Consiglio della difesa nazionale. Occorre revisione delle misure di sicurezza attorno alle chiese.



    10/04/2017 09:42:00 EGITTO - ISLAM
    Esplosioni delle chiese in Egitto, ciò che è realmente accaduto

    Il bilancio di 43 morti e 114 feriti nei due attacchi. A Tanta i fedeli vogliono seppellire i morti nella cripta della chiesa. Daesh rivendica gli attentati. I Fratelli Musulmani sono complici. Il presidente Al-Sissi proclama tre mesi di stato di emergenza





    In evidenza

    CINA
    Liu Xiaobo: una fiaccola che illumina la civiltà umana



    La testimonianza del grande dissidente non violento, lasciato morire di cancro, è il più alto contributo all’umanità negli ultimi (sterili) 500 anni di storia cinese. Il ricordo di Liu (e di sua moglie) da parte di un sacerdote del nord della Cina.


    INDIA
    Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso



    Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®