08/05/2018, 08.21
CINA
Invia ad un amico

Ergastolo per Sun Zhengcai, un tempo designato come successore di Xi Jinping

di Wang Zhicheng

Sun ha ammesso di aver intascato 170 milioni di yuan in tutta la sua carriera, aiutando anche due amanti ad accumulare profitti. Dal 2012, almeno 1,4 milioni di rappresentanti del Partito sono stati processati e condannati; più di 250 alti membri del Partito sono stati destituiti. Con ogni probabilità, l'ergastolo di Sun sarà in una prigione che somiglia a un "albergo a 5 stelle".

Tianjin (AsiaNews) - Sun Zhengcai, un tempo designato come successore di Xi Jinping, è stato condannato all’ergastolo per corruzione oggi dalla Corte intermedia n. 1 di Tianjin.

Sun è stato accusato di aver intascato 170 milioni di yuan (circa 23 milioni di euro) dal 2002 al 2017 nell’arco di tutta la sua carriera che lo ha visto segretario del Partito in un distretto di Pechino, poi come Ministro dell’agricoltura, come Segretario del Partito a Jilin e infine nella metropoli di Chongqing.

Secondo l’accusa Sun, 54 anni, ha usato la sua carica nel governo e nel Partito per aiutare due amanti, fra cui Liu Fengzhou, alla quale è legato da molto tempo, aiutando loro ed altri a fare profitti, vincere aste, assicurarsi approvazioni governative su diversi progetti, vendere promozioni.

Secondo la corte, il volume dei suoi guadagni illeciti è tale che egli meriterebbe una condanna a morte, ma poiché ha ammesso la colpa e si è mostrato pentito ed ha collaborato a scovare altre persone legate al suo giro di corruzione, la condanna è stata l’ergastolo.

Sun era il più giovane dei membri del Politburo, espulso dal Partito lo scorso settembre. Egli è stato spesso paragonato a Bo Xilai, anch’egli segretario di Chongqing e anch’egli condannato nel 2013 all’ergastolo per corruzione.

Secondo la Xinhua, tutti i “guadagni illegali” di Sun saranno confiscati. Sun è l’ultima figura di spicco a cadere sotto la campagna lanciata da Xi Jinping per fermare la corruzione dilagante nel Partito. Da quando Xi è stato eletto presidente, almeno 1,4 milioni di rappresentanti del Partito, fra “tigri” e “mosche”, pezzi grossi e pezzi piccoli, sono stati processati e condannati; più di 250 alti membri del Partito sono stati destituiti.

Molti analisti pensano però che la campagna anti-corruzione sia uno strumento di Xi per eliminare suoi nemici politici e tenere a bada i suoi oppositori. Allo stesso tempo, le condanne all'ergastolo sembrano essere solo di facciaia: gli alti membri del Partito di solito passano alcuni anni in prigioni che sembrano "alberghi a 5 stelle" e poi vengono perdonati.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sun Zhengcai, ex capo di Chongqing accusato di corruzione
13/02/2018 11:14
La lobby degli intellettuali chiede più libertà. Gli sgambetti dei rivali di Xi Jinping
02/08/2016 16:35
Espulso Lu Wei, un altro boss del Partito. Strapiene le prigioni dei Vip corrotti
14/02/2018 10:56
Al via il Sesto Plenum del Partito comunista cinese
24/10/2016 14:27
Corruzione nel Partito, arrestato il governatore in carica del Sichuan
15/01/2016